Pavimenti in legno

Il pavimento in legno 

Pensi che sia possibile provare amore, o quantomeno affetto, verso un pavimento in legno? Sembra impossibile, eppure te lo garantisco: al tuo parquet finirai per affezionarti.
Un pavimento in legno ti darà una sensazione di sicurezza, di calore, di "casa". Ti trasmette emozioni continuamente perchè è sincero, autentico e delle cose/persone autentiche ci si innamora. 

Ma non è facile raccontarlo, non è facile sceglierlo, non è facile trovare un prodotto "fatto con amore". Per questo motivo, in questa pagina, cercheremo di raccogliere una serie di contenuti che riguardano proprio i pavimenti in legno.

Il mercato dei pavimenti in legno

Sul totale del mercato dei pavimenti il legno rappresenta circa il 4,5%. Insomma meno del 5% dei pavimenti che vengono acquistati in Italia è in legno. Ma, attenzione, stiamo parlando del totale dei pavimenti, compresi i pavimenti sportivi, quelli degli ospedali, i pavimenti esterni... insomma la percentuale di clienti che sceglie il parquet per la propria casa è superiore.

Le pavimentazioni in legno "vero" hanno subito un duro attacco dalle imitazioni: laminati e LVT che sembrano parquet, grès effetto legno che imitano tavolati moderni e rustici... 

Inoltre molti produttori italiani oggi hanno scelto di importare le tavole dal sud est asiatico e di realizzare solo una piccola parte della lavorazione in Italia, generalmente la pigmentazione ed il trattamento di protezione. Ma alcuni, fortunatamente, continuano a produrre in Italia. 

Se il tema di interessa ne abbiamo parlato in questo articolo sulle statistiche e sul mercato dei pavimenti in legno.

Pavimento in legno a Vicenza: anche in cucina e nel soggiorno

Parquet in tutta la casa, anche in bagno?

Se molti sono i "concorrenti" del pavimento in legno, va detto che gli amanti del parquet non ci rinunciano, anzi: sempre di più ci capitano clienti che lo scelgono per essere utilizzato in tutta la casa.

Il parquet, insomma, non si vende più solamente nella zona notte, come un tempo, ma sta conquistando la zona giorno, la sala da pranzo, anche la cucina. Senza contare il bagno! Se 20 anni fa tutti lo sconsigliavamo, oggi lo si posa anche in questo ambiente, seppure con alcune accortezze e precauzioni che spieghiamo in questo articolo: il parquet in bagno.

A proposito di nuovi ambiti: sia in cucina che in bagno, noi lo proponiamo anche in... verticale!

Parquet su impianto di riscaldamento a pavimento?

L'utilizzo del parquet nelle abitazioni moderne deve fare i conti con l'affermarsi del riscaldamento a pavimento come nuovo "standard" impiantistico per il riscaldamento (ed in molti casi anche con il raffreddamento) dell'abitazione. 

Dato che il pavimento in legno deve avere una piccola percentuale di umidità all'interno e dal momento che tutti sanno che il legno, come si dice, è un materiale "vivo", che si muove, che risente dei cambi di temperatura. Per questo molti nostri clienti esprimono le loro preoccupazioni e ci chiedono se non sia pericoloso posare il parquet su un impianto radiante, se il parquet nel tempo si danneggia.. 
Inoltre, alcuni di loro, aggiungono che il legno è un isolante per cui non va d'accordo con il riscaldamento a pavimento.
Ed hanno ragione, entrambi.

Il parquet "va fatto andare d'accordo" con l'impianto di riscaldamento a pavimento, occorre, cioè, adottare delle precauzioni e delle tecniche che consentano a questi due elementi di convivere bene ed a lungo.

Oggi ci sono le conoscenze e le tecniche per realizzare un pavimento in legno su impianto radiante per cui non preoccuparti: sappiamo come gestire questa convivenza. Ma se vuoi approfondire troverai un articolo che ne parla: parquet in legno ed impianti di riscaldamento a pavimento. 

Parquet all'esterno: pro e contro

Con la parola "decking" si intende l'utilizzo del pavimento in legno all'esterno. Questo è l'ambito più critico per il nostro "povero" legno che dovrà resistere alle intemperie, agli sbalzi di temperatura e al gelo. D'altro canto un pavimento in legno in un terrazzo oppure nel bordo piscina valorizza l'abitazione e rende più confortevole il godimento degli spazi esterni. 

Per questo è opportuno scegliere le essenze in grado di affrontare queste condizioni critiche nel migliore dei modi, alcune sono famose, come il Teak, altre meno conosciute come l'Ipé, il Massandaruba o l'Angelim. Tutti legni dai nomi esotici che vengono prelevati da foreste primarie nel sud est asiatico oppure nell'America latina. 

Ma se volessimo legni europei certificati FSC?
Oggi ti possiamo dare anche questa soluzione! Il Frassino termotrattato, grazie ad una speciale tecnica di produzione, viene reso resistente alle condizioni climatiche esterne e lo puoi utilizzare tranquillamente anche in esterno. 

A chi vuole approfondire queste tematiche abbiamo dedicato un articolo per sapere tutto sui decking in legno.  

Ma quale pavimento in legno?

Quando ti troverai a dover decidere il pavimento in legno per la tua casa, ti accorgerai di quante tipologie di legno esistono. E non sarà facile orientarti tra rovere, frassino, olmo, betulla, noce...

Una volta che avrai scelto quale essenza di parquet scegliere confrontando tra di loro i vari tipi, sia dal punto di vista estetico che funzionale, dovrai decidere se preferire un parquet massiccio, oppure un prefinito a due o tre strati. 
Essenza e costruzione della tavola incidono sia sul prezzo che sulle future prestazioni del pavimento. 

Infine dovrai pensare a come posarlo e a chi affidare la posa...

Schemi di posa del parquet

Esistono moltissimi schemi e disegni di posa del parquet. Va detto che lo schema più utilizzato e che anche noi utilizziamo di più è la classica posa a tolda di nave diritta. In questo schema le tavole vengono accostate l'una parallela all'altra scegliendo una direzione di partenza in base all'ingresso, ad eventuali finestroni e alla luce. 
Ma di recente abbiamo assistito all'affermarsi di altri schemi di posa, più elaborati ma più soddisfacenti, in particolare della spina ungherese. Questo antico schema di posa è tornato in auge anche presso le abitazioni di Vicenza e di Verona dove ci troviamo a posare i pavimenti in legno, specie quando si utilizzano essenze importanti, come il Noce, oppure colorazioni come il rovere naturale o il rovere tabacco. 

Se ti interessa realizzare un pavimento di casa ricco ed elaborato puoi trovare molte informazioni su questo articolo: i diversi schemi di posa dei pavimenti in legno.

Pavimento in legno sbiancato, a spina ungherese, a Vicenza

Posatori di parquet a Vicenza

Una volta scelta l'essenza, il formato e lo schema di posa, occorre trovare una persona in grado di trasformare una montagna di tavole di legno in un bellissimo pavimento. Occorre un posatore di pavimenti in legno capace ed esperto. Nelle zone di Vicenza e Verona i posatori di parquet non mancano, ma quali sono le tecniche di posa corrette? quali le precauzioni da tenere? 

In questo articolo troverai tutte le informazioni perché la posa del tuo pavimento in parquet avvenga nel migliore dei modi: come si posa il parquet

Ma ti anticipo, qui, i due sistemi più diffusi di posa del parquet: la posa a colla e quella flottante.

Incollaggio su massetto del parquet

La posa a colla su massetto è quella più utilizzata quando si parla di parquet, soprattutto nel nord Italia. Alcune zone del sud (come la Campania) vedono una presenza massiccia di posa flottante o galleggiante, così come nei paesi del nord Europa. 

La posa a colla richiede che il massetto per il parquet venga eseguito a regola d'arte, motivo per cui prima di posare il palchettista (anche noi lo facciamo) deve eseguire una serie test. Questo perché la durabilità del pavimento e la sua funzionalità dipendono strettamente dallo strato di supporto. Ne abbiamo parlato in un articolo che, se vuoi leggere, approfondisce proprio i controlli da fare sul massetto prima della posa.

Il principale controllo riguarda la presenza o meno di umidità nello strato di supporto: questa verifica è molto importante perché il pavimento in legno teme l'umidità ed il posatore deve assolutamente accertarsi che sia inferiore alla percentuale ammessa. A questo abbiamo dedicato un approfondimento: posa del legno ed umidità nel massetto.

Incollaggio del parquet su piastrelle esistenti

Ma il parquet si può anche incollare su un pavimento di mattonelle esistenti. Anche in questo caso occorre controllare attentamente lo strato di supporto verificando che sia coeso, planare e che non presenti irregolarità. Occorre inoltre renderlo "aggrappante", meglio se utilizzando un primer, prima di procedere con l'incollaggio. 

Se questo è il tuo caso ti suggerisco di leggere: posa del parquet su piastrelle esistenti

La posa flottante del parquet

Il secondo metodo per posare un parquet è, semplicemente, di appoggiarlo su di un materassino lasciandolo "galleggiare" sul fondo (sia esso un massetto oppure un pavimento in piastrelle esistenti) senza fissarlo con il collante. Questo metodo di posa "flottante" o "galleggiante" ha alcuni vantaggi, primo fra tutti quello di non usare collanti e quindi sostanze chimiche, per bloccare il pavimento a terra. 

Alcuni produttori, come Fiemme Dkz, spingono per la posa flottante proprio in quanto più "bio-compatibile". Abbiamo confrontato i due metodi in un approfondimento qui: posa del parquet: flottante o incollata?

Posa parquet su pannelli, su sabbia

In alcune situazioni, ad esempio se la casa è abitata e non è possibile "impastare" un massetto e pomparlo magari nella mansarda, sarà possibile realizzare una posa su pannelli previa stesura di uno strato di sabbia asciutta. Una volta stesa e staggiata la sabbia, in modo da livellarla, si procede con la stesura dei pannelli in OSB (o similari) e quindi con l'incollaggio del parquet. 

Questo è un metodo di posa che ancora utilizziamo. Lo abbiamo documentato con una sequenza di foto in questo cantiere: posa di parquet su pannelli stesi su letto di sabbia.

Posa del parquet: i controlli finali

A prescindere dal sistema di posa utilizzato, al termine occorrerà effettuare una serie di controlli che verifichino alcune condizioni: 

  • l'incollaggio dovrà essere omogeneo, senza tavolette che cantino a vuoto per più del 75%
  • il pavimento in legno dovrà essere planare, senza dislivelli o gradini (ma si controlla con luce incidente, non con luce radente!)
  • gli elementi dovranno essere allineati seguendo lo schema di posa scelto e la partenza decisa assieme

La norma che regola la corretta posa del parquet e le tolleranze che dobbiamo avere - si tratta sempre di un lavoro artigianale - è la UNI 11371.

Perché il pavimento in legno?

Ma facciamo un passo indietro,  perché scegliere un pavimento in legno? 

Potrei risponderti che sul legno si sta bene scalzi, che valorizzerà il tuo arredo, che è un buon isolante, che lo potrai rinnovare nel tempo facendolo ringiovanire a tuo piacimento... oppure che acquistandolo darai una piccola mano al pianeta!

Le piante costituiscono tra il 95 ed il 99% della biomassa del nostro pianeta e senza le piante gli animali (noi compresi) non esisterebbero. La vita stessa sul pianeta non esisterebbe.

Utilizzare una pianta per realizzare i pavimenti di legno di casa tua significa utilizzare una risorsa potenzialmente inesauribile. Anche perché se tu (e tanti come te) scelgono il legno renderai conveniente, per chi possiede un terreno, piantare piante. Solo se il mercato del legno cresce ci sarà un incentivo a coltivare piante anziché soia o mais... A patto che tu comperi legno certificato FSC, cioè da coltivazioni e non legno rubato a foreste primarie!

Il parquet è, quindi, sostenibile, riciclabile e per produrlo si utilizza meno energia di qualsiasi altro pavimento.  Posarlo a casa tua significa togliere dall'ambiente una quantità di anidride carbonica che se ne rimarrà tranquilla a casa tua, sotto forma di legno.

Insomma puoi anche decidere di non comperare da noi, da Pellizzari, il parquet, ma se lo acquisti farai del bene a te e al pianeta. E quindi, indirettamente, anche a noi! Per cui grazie in anticipo! 

I vantaggi di un pavimento in legno 

Se stai valutando quale pavimento mettere nella tua casa, è giusto che tu sappia vantaggi e svantaggi dei pavimenti in legno. 
Iniziamo dai vantaggi del parquet:

  • è un materiale leggero: il legno pesa meno di 8 kg al metro quadrato contro almeno il doppio, ad esempio, di un grès porcellanato che ne pesa circa 20
  • è semplice e veloce da posare: i moderni prefiniti ci consentono di posare una intera abitazione di circa 100 metri quadrati in due giorni
  • è subito calpestabile: non appena la colla si indurisce il pavimento in legno si può abitare 
  • il parquet non è soggetto a "mode". Un pavimento in legno non dà una data all'abitazione.
  • una pavimentazione in legno aumenta il valore dell'immobile.  Prova a leggere gli annunci delle agenzie immobiliari e ti capiterà di leggere "parquet in zona notte" oppure  "parquet nelle camere" etc. 
  • aumenta l'isolamento acustico: il legno ha la capacità di "assorbire" meglio i rumori in quanto più morbido rispetto ad altri materiali
  • aumenta l'isolamento termico: il legno è un isolante termico! 
  • un assito di legno a pavimento aumenta il benessere percepito all'interno della casa, aumenta la sensazione di confort 
  • un parquet è ideale nella sovrapposizione: se non ti piace la piastrella a pavimento puoi sovrapporre con facilità un parquet
  • è un materiale naturale, rinnovabile, a bassissimo impatto ambientale.
  • un tavolato in legno è facilmente ripristinabile sia nella struttura che nel colore, a patto che lo spessore della parte nobile del legno sia sufficiente
  • è diventato più economico: un tempo era un materiale per pochi ma oggi lo si può trovare anche a meno di 30 euro (attenzione, però, ai materiali di importazione!)

Opinioni negative sul parquet in legno

Oltre ai vantaggi è il caso di esaminare anche gli svantaggi o, meglio, i problemi dei pavimenti in legno (reali o percepiti). 
Sicuramente anche tu avrai sentito alcune di queste obiezioni o domande.

"Ma il legno si macchia?" 

Questo dipende dal tipo di trattamento di protezione che viene fatto sul legno. Certamente il legno ha bisogno di essere protetto ed i due metodi più utilizzati in questo senso sono la vernice oppure l'olio.
Ne abbiamo parlato qui, chiedendoci: meglio olio o vernice?

"Ma il legno si graffia facilmente?"

Il parquet a pavimento è più morbido di una piastrella in ceramica, di un pavimento in marmo, di una veneziana. Per cui si, si può graffiare. Il momento peggiore è durante i lavori di costruzione o ristrutturazione di casa: per questo va installato per ultimo e va protetto durante i lavori con un tessuto non tessuto e con delle tavole se si devono usare scaletti o impalcature al di sopra. 
Nell'uso quotidiano graffi profondi o lesioni sono rari. In ogni caso si può ovviare a questi inconvenienti sostituendo la tavola rovinata oppure rilevigando tutto il pavimento e riportandolo "a nuovo" con un nuovo trattamento (vernice o olio). 
Se vuoi avere dei parquet a pavimento più pratico puoi acquistare un parquet anticato. Ci sono varie lavorazioni superficiali che potete far fare al vostro tavolato come le piallature a mano, la tarlatura o la morciatura. Più lavorazioni combinate renderanno irriconoscibili i graffi successivi da quelli... fatti in fabbrica! 

Pavimento in legno "antichizzato" a Vicenza

"Il parquet non va bene sull'impianto a pavimento!"

Era vero 25 anni fa, quando la tecnologia degli impianti radianti a pavimento non era così diffusa. Oggi abbiamo imparato a far convivere il pavimento in legno con l'impianto a pavimento e lo facciamo senza problemi su centinaia di case all'anno qui a Vicenza e Verona. Chiaramente occorre che l'impianto radiante sia realizzato tenendone conto, che  il massetto per l'impianto a pavimento segua certi criteri di esecuzione, che venga fatto lo shock termico e che vengano seguite certe accortezze prima della posa.

Ma se vengono rispettate queste tecniche, non avrai problemi! 

"Il parquet non va bene per luoghi di grande transito! Negozi, centri commerciali... "

Ehm... sei mai partito dall'aeroporto di Venezia? Il pavimento è in parquet, ed è lì da più di 20 anni. Lo stesso per l'aeroporto di Copenhagen.
Ci sono anche locali pubblici (bar o ristoranti) a traffico intenso con pavimenti in legno. Ricorda la facilità di ripristino rispetto ad altri materiali che richiedono la sostituzione totale, anziché la riverniciatura. 

"Non posso comperare il parquet: ho un cane!"

Anche questa è una leggenda da sfatare. Molto dipende dalle dimensioni del cane, ma anche dal tipo di parquet che sceglierai. Il modo migliore, però, di affrontare questo argomento è di parlarne con chi ha un cane ed ha anche un pavimento in legno: il nostro Roberto. Nell'articolo che ha scritto troverai tutte le informazioni a riguardo: cane e parquet in legno, consigli.

"Il legno è poco igienico!"

Se questo è il tuo timore, abbiamo la soluzione perfetta per te. Oggi è possibile acquistare dei pavimenti in legno protetti con una vernice antibatterica che, grazie agli ioni di argento, evita il proliferare dei batteri sul tuo pavimento in legno. Da qualche anno proponiamo anche le piastrelle antibatteriche, e finalmente questo trattamento è disponibile anche per il mondo dei pavimenti in legno. 

Ce ne parlano, in questo video, Maria e Chiara. 

Il pavimento in legno antibatterico, spiegato da Chiara e Maria

"Il prefinito si può rilevigare ma al massimo due o tre volte! Non dura tanto"

Il prefinito ha uno strato di legno nobile di 3 o 4 millimetri, quindi effettivamente consente di essere rilamato al massimo tre volte. Un pavimento in legno massiccio può essere levigato anche 6/7 volte. Ma ogni quanto si rilevigano i pavimenti in parquet? 
 

Pavimento in legno: la levigatura
La fase di levigatura di un pavimento in legno è una operazione piuttosto invasiva: comporta trasloco dei mobili, smontaggio delle porte, rumori e disagi 


Ma, mediamente, i nostri clienti rilevigano un pavimento in legno moltissimi anni dopo la posa. Mi è capitato raramente di farlo dopo meno di 20 anni, solitamente i tempi sono più lunghi. ll che significa che per almeno 80 anni il tuo pavimento prefinito in legno ti può far compagnia. 

Se poi scegli un legno massiccio, anziché un prefinito, beh... ci sono pavimenti in palazzi storici che hanno 3 o 4 secoli.

"La manutenzione di un pavimento trattato ad olio è difficile"

Anche qui: un tempo lo era, si. Ma oggi non più.
Sono stati fatti tantissimi passi avanti ed oggi esistono prodotti e tecniche che ti facilitano la pulizia ma anche la manutenzione. Abbiamo scritto un articolo su come si fa la manutenzione di un parquet oliato.

"Per fare i pavimenti in legno si distruggono le foreste!"

Certo, ma solo se scegli delle essenze di parquet esotiche e non coltivate.

Da noi, per esempio, troverai solo parquet da legno coltivato e certificato FSC. Questo significa che gli alberi provengono da foreste coltivate in modo sostenibile, in cui vengono piantati più alberi di quelli che vengono prelevati. 

Pensaci: acquistando un pavimento in legno (certificato FSC) farai del bene all'ambiente perché stimolerai la coltivazione di alberi, ne incrementerai il numero ed il benessere dell'ambiente perché:

  • gli alberi intrappolano la CO2 (e fanno diminuire l'effetto serra)
  • producono ossigeno (e respiriamo meglio tutti)
  • la lavorazione del parquet non produce inquinamenti, né emissioni massive di CO2
  • il legno dura a lungo e si può "rigenerare" con facilità anche dopo molti anni. Non diventerà un rifiuto da smaltire come altri pavimenti. 
Parquet in legno a Vicenza

"Il parquet in legno costa troppo!"

Se ti accontenti di un parquet "fuori misura", cioè con delle tavole di misura leggermente inferiore nella lunghezza o nella larghezza spenderai sicuramente meno. Se poi accetti che ci possa essere qualche fiammatura o qualche nodo, il costo scende ancora. Ovviamente quanto il prezzo di un prodotto scende occorre fare molta attenzione perché raramente è un affare... è molto più probabile che nasconda dei problemi.

"Il parquet in legno ha uno stile classico"

Assolutamente no: esistono dei pavimenti in legno moderni che soddisfano anche lo stile contemporaneo o minimal dell'arredamento. 

"Il legno teme l'umidità! E se mi si allaga la casa?"

Questa preoccupazione è corretta: in caso di allagamento il legno si gonfia deformandosi fino a sollevarsi nei casi più gravi. Abbiamo dedicato un articolo ai problemi del parquet con l'umidità

Pavimenti in legno ed umidità
Il legno teme l'umidità eccessiva e gli allagamenti. Un incidente in fase di cantiere può far "gonfiare" il legno fino a farlo sollevare. Occorre fare attenzione ed avere delle piccole accortezze per evitare questo problema


Ma anche qui ci viene in aiuto la tecnologia: esistono dei rilevatori d'acqua, delle sonde, che si mettono a livello del pavimento e che azionano la chiusura dell'acqua in caso di allagamento. 
Inoltre è molto importante scegliere un prefinito in legno che abbia uno strato di supporto ben costruito in grado di sopportare l'umidità. 

Articoli sul parquet 

Qui di seguito troverai una serie di articoli che costituiscono una vera e propria guida all'acquisto del parquet. Ti forniremo tutte le conoscenze indispensabili per acquistare un pavimento in legno.
Scorri fino a trovare i link ai vari argomenti e divertiti ad esplorare questo meraviglioso mondo! 

Pavimenti in legno realizzati a Vicenza e Verona

Approfondimenti

  • Il pavimento in legno prefinito ha bisogno di alcune accortezze per essere posato in maniera efficace ed ottenere il risultato migliore e soprattutto per garantirne la massima durabilità.

  • Alcuni giorni fa ho incontrato nel nostro showroom di Gambellara una coppia di ragazzi giovani e pronti a costruire la loro nuova casa, fatte le presentazioni hanno subito iniziato a farmi un sacco di domande, tra queste una mi ha fatto riflettere e da li è nato questo articolo. 

  • Per me é stato un immenso piacere lavorare per realizzare i sogni di Gregorio ed Olivia, una storia che devo assolutamente raccontarti.

  • È possibile posare un pavimento in legno su un vecchio pavimento in piastrelle? È sufficiente incollare il parquet sopra alle piastrelle? Quali sono i consigli e le accortezze da attuare? 

  • La consapevolezza dei consumatori che “vivere bene” richiede anche un ambiente adeguato, ha portato a voler usare il legno anche per gli esterni, così che la natura si incontri con la natura.
    Ma quali sono le caratteristiche del decking? Quali le precauzioni e le informazioni che è importante conoscere per ambientare correttamente il legno all'esterno?
    Lo scoprirai in questo articolo.

  • Conoscete la posa di questo pavimento in legno? Le foto dell'abitazione vicentina nella gallery finale.

  • Come va il settore dei pavimenti in legno in Italia? A quanto ammonta la produzione? E le esportazioni? Il parquet che comperiamo è davvero italiano? Rispondiamo a queste e ad altre domande sul settore dei pavimenti in legno in Italia. 

  • Il Ciliegio Americano è molto diverso da quello Europeo, sia dal punto di vista botanico che da quello morfologico. Scopriamo quali sono le caratteristiche del Black Berry e come si possa trasformare in uno splendido pavimento in legno. 

  • Il legno massiccio è stato sostituito dal prefinito che garantisce velocità, stabilità e perfezione nei trattamenti di finitura. Ma il parquet massiccio (o tradizionale) è da molti considerato il vero pavimento in legno, la soluzione più pregiata. Vediamone le caratteristiche. 

  • Il parquet prefinito o multistrato è la tipologia di pavimenti in legno più posata. Quali sono le caratteristiche di questo materiale? Quali i vantaggi e gli svantaggi?

  • Moderne tecniche e piccole accortezze ci permetteranno di godere della bellezza di un pavimento in legno anche in bagno.

  • Il legno è da sempre utilizzato per le costruzioni di ogni genere, una delle più antiche è proprio per i pavimenti. Nelle zone di Vicenza e Verona, dove operiamo, ci troviamo a realizzare oramai quasi solamente pavimentazioni in legno prefinito. Approfondiamo qui le caratteristiche di una tipologia di legno prefinito, quello a tre strati.

     

  • In questa casa, a Vicenza, abbiamo eseguito una ristrutturazione completa occupandoci sia delle finiture (pavimenti, cartongesso, controsoffitti, tinteggiature) sia dell'arredamento. Il tutto chiavi in mano!
    In fondo troverete tutte le foto scattate a lavori finiti, potete anche lasciare un vostro commento.

  • Esistono numerose lavorazioni ed interventi che si possono compiere per modificare l’aspetto superficiale del legno. Servono a dare al pavimento un aspetto vissuto, oppure rustico o, infine, per renderlo moderno. 

  • Legno ed umidità non vanno d'accordo: per questo occorre essere certi che al momento di iniziare la posa del parquet non vi sia umidità contenuta nel massetto. E bisogna essere certi che non vi possano essere, in futuro, infiltrazioni di umidità nello stesso. In caso contrario si corrono dei rischi importanti che potrebbero compromettere irrimediabilmente il nuovo pavimento. 

  • Il legno è il primo materiale da costruzione utilizzato dall'uomo. Il suo utilizzo si perde nella notte dei tempi ed i numerosi ritrovarmenti archeologici ne testimoniano l'efficacia e la diffusione in tutto il mondo. È stato utilizzato per secoli ed è protagonista anche nelle abitazioni moderne.

  • Nella storia il pavimento in legno è sempre stato un ottimo materiale da costruzione. L'utilizzo come pavimento, del legno, risale a tempi remoti. Dal legno massiccio, di recente, si è passati al legno prefìnito. Nell'articolo esaminiamo la storia del prefinito e vediamo i vantaggi e gli svantaggi di varie tipologie di strati di supporto oggi disponibili.

  • Pavimento per interni chiaro oppure scuro? Piastrelle di casa quadrate o rettangolari? Pavimento della cucina in grès di grande formato, ma bianco o nero?
    E così via fino al classico "to be or not to be?"... Molti sono i dilemmi che ci attanagliano quando dobbiamo scegliere un pavimento moderno per la nostra casa.

  • Per gli amanti degli ambienti eleganti, classici e raffinati il pavimento in legno di Noce rappresenta certamente il pavimento ideale.
    Ma chi ha il desiderio di posare nella propria abitazione un pavimento in noce si trova dinanzi ad un bivio: è meglio acquistare un pavimento in noce europeo o in noce americano?

  • Sei convinto di posare il legno a casa tua, sai che negli ultimi anni il rovere è l'essenza più gettonata per i parquet.. ma la finitura l'hai scelta? Potresti valutare il rovere sbiancato, io ti racconto alcuni sue caratteristiche!

  • Quali pavimenti scegliere per un'abitazione in stile rustico? Abbiamo scelto, assieme ad un cliente di Vicenza, i pavimenti ed i rivestimenti per la sua casa, arredando anche i bagni. Foto e video del risultato finale! 

  • Pavimenti, rivestimenti, illuminazione ed arredobagno sono stati curati nei minimi dettagli insieme a Denise ed Andrea.. dalla scelta, alla progettazione al risultato finale!

  • Sono felice di condividere finalmente foto e descrizioni dei materiali scelti per la ristrutturazione di questa casa a Montecchio Maggiore (Vicenza): pavimenti in terrazzo alla veneziana, parquet in legno, rivestimenti bagni in gres e studio dell’illuminazione.

  • Molti sanno che il legno "teme l'umidità" o, comunque, che in caso di eccessiva presenza di umidità il legno si dilata fino a gonfiarsi, sollevarsi o a creare dei danni. In questo articolo cercheremo di spiegare perché questo accade.

  • Proteggere il parquet da sostanze che potrebbero macchiarlo è fondamentale, ma quali sono i metodi migliori?

  • A Castelgomberto abbiamo realizzato interamente questa abitazione curando i pavimenti, i rivestimenti e gli arredi dei bagni. Tutte le foto nella gallery in fondo all'articolo.

  • Non ci si può innamorare di un pavimento in legno... e chi l'ha detto? Questi clienti ne sono innamorati al punto che avrei voluto videoregistrare la passione con cui ne parlavano. Ti racconto la loro storia. 

  • Gli insetti xilofagi, principalmente tarli e termiti, nell'immaginario collettivo rappresentano la principale motivazione per cui un elemento il legno si può degradare o rovinare. È così anche per i moderni pavimenti in legno?

  • Uno stabilimento di 10.000 metri quadrati che rappresenta una delle eccellenze mondiali nel settore dei gruppi elettrogeni. Una nuova palazzina uffici. Un pavimento meraviglioso. Questa è la storia che ti raccontiamo oggi. 

     

  • Oggi i canali distributivi sono molti ed oltre alla scelta di quale prodotto comperare, si deve anche decidere dove comperarlo. In questo articolo vedremo pro e contro delle differenti modalità di acquisto. 

  • Il pavimento esterno in bambù è una vera alternativa al legno, sia per gli aspetti tecnici di resistenza sia per gli aspetti ecologici: ti svelo qualche criterio per l'acquisto.

  • Se le macchie sul pavimento in legno non ti lasciano più dormire...
    Se il legno ti sembra "un pò secco" e vorresti annaffiarlo...
    Allora forse è meglio che tu legga i miei consigli.

  • L'avvento del parquet prefinito o multistrato ha reso più stabili (meno soggetti a movimenti e fessurazioni) il legno rispetto al passato, ma lo stress generato dall'impianto di riscaldamento a pavimento mette a dura prova il nostro pavimento. Specie se non abbiamo posto la dovuta attenzione alla scelta dell'essenza corretta da utilizzare.

  • Lasciati conquistare e coinvolgere dagli interni di questa abitazione dove il legno, molto scuro, denso e profondo, ci accoglie sulla porta di casa e ci accompagna in tutti gli ambienti divenendo il comune denominatore di una casa ricca di sensazioni.

  • Una casa moderna, uno studio di architetti giovani e proiettati verso il futuro, un cliente-imprenditore sempre di corsa... questi sono gli ingredienti di questo articolo con il quale Andrea ci regala anche foto, spunti e idee per chi deve far casa. 

  • In questo palazzetto a Vicenza abbiamo posato un pavimento in legno di rovere a spina ungherese, un parquet nobile ma al contempo moderno. Abbiamo trasformato anche i bagni: ora sono meravigliose stanze di lusso. 

  • Rilassa, rafforza, massaggia... il pavimento in legno contribuisce al nostro benessere soprattutto se camminiamo a piedi scalzi. Lo dicono recenti studi che confermano tradizioni millenarie di alcuni paesi in cui tale pratica è la normalità anche a scuola.