Pavimenti in piastrelle di ceramica

I pavimenti in piastrelle di ceramica

Questa sezione del sito è dedicata ad esaminare caratteristiche, problematiche e suggerimenti sul mondo delle piastrelle in ceramica per pavimenti.

È un settore tanto ampio quanto affascinante: da prodotto "povero", le piastrelle per pavimenti sono diventate oggi un oggetto di design grazie alle enormi dimensioni, alla decorazione digitale, grazie anche al lavoro di tanti designer e progettisti che si sono dedicati a valorizzare questo materiale dalle origini antiche.

Ecco gli argomenti che tratteremo:

 

Le piastrelle: una guida all'acquisto

Questa pagina vorrebbe essere una piccola guida nata dalla nostra esperienza di più di 50 anni nell'impiego delle piastrelle di ceramica in migliaia di case a Vicenza, Padova e Verona, zone dove lavoriamo.

 

PIASTRELLE COSTOSE E PIASTRELLE ECONOMICHE MADE IN ITALY

Nate come materiale da costruzione, per realizzare pavimenti e rivestimenti economici in alternativa a marmo e legno, alcune piastrelle sono diventate, oggi, dei veri e propri oggetti di design di altissima qualità (e di alto costo) che ti aiutano a valorizzare le superfici di casa, trasformandola. Ma esistono anche piastrelle economiche, in grado di soddisfare anche chi ricerca un basso prezzo per pavimenti e bagni per un appartamento da affittare o per una seconda casa.

Puoi trovare piastrelle a basso costo anche di produzione italiana e di qualità discreta, senza necessariamente cadere sull'acquisto di materiali di importazione o scadenti. È sufficiente cercare un prodotto di alta qualità ma fuori catalogo o fuori produzione oppure con piccoli (spesso invisibili) difetti per fare un buon affare ed avere comunque piastrelle di qualità. Molti esempi li trovi nel nostro outlet.

L'Italia è uno dei principali paesi produttori ed esporta piastrelle di qualità per oltre l'80% della propria produzione. Allora perchè non comperare una piastrella italiana?

 
PROGETTARE E SCEGLIERE LE PIASTRELLE

Ne esistono di tantissimi stili, con superfici e formati diversi e non è facile scegliere la piastrella giusta per il pavimento o per i bagni. Molti si affidano al proprio gusto personale, altri si fanno aiutare da un bravo architetto (noi abbiamo selezionato una lista di bravissimi architetti di Vicenza e di architetti di Verona che ti possono aiutare). Altri ancora si affidano a dei negozi specializzati nel mondo delle piastrelle come il nostro. 
Nella nostra zona i negozi di piastrelle a cui rivolgersi sono molti, alcuni davvero molto bravi. Se clicchi qui puoi trovare i negozi dove acquistare delle piastrelle a Vicenza e Verona.

 

CLIENTE INFORMATO = CLIENTE SODDISFATTO

Dato che si tratta di casa tua e dato che è una scelta importante e piuttosto definitiva (rimuovere e ri-posare un pavimento in piastrelle non è semplice) è bene che tu sia informato, che tu abbia conoscenza di quali sono i criteri che una piastrella deve rispettare e quali sono i problemi da evitare. Insomma non delegare completamente questa scelta ma informati ed entra in gioco!

Da parte nostra sappiamo che ti stai occupando di questa cosa probabilmente per la prima volta nella tua vita, per cui ci siamo presi la responsabilità di aiutarti a compiere questa scelta in modo corretto. Ti accompagneremo tra tutte le possibilità oggi disponibili e capiremo, assieme, quale sarà la giusta piastrella per te.

Ci vorrà un po' di sforzo, da parte tua, per informarti ma, come diciamo spesso in questo sito, solo un cliente informato è un cliente soddisfatto.

 

Piastrelle: pavimento a Trissino (Vicenza)

Che cos'è una piastrella in ceramica? La definizione

Le piastrelle in ceramica si possono definire come: "lastre di vario formato di materiale ceramico, utilizzate per rivestire pavimenti e pareti."

LE PIASTRELLE SONO LASTRE...

Iniziamo con la parola "lastre".  
Con questo termine intendiamo un materiale a superficie piana, con due dimensioni, quelle dei lati, nettamente prevalenti sulla terza, cioè lo spessore.
Le piastrelle, infatti, possono avere diversi formati: dai pochi centimetri delle piastrelle a mosaico, fino al formato 120x120 (il più utilizzato al momento nei pavimenti) spingendosi fino agli oltre tre metri delle grandi lastre in grès.


...SONO LASTRE DI MATERIALE CERAMICO...

La definizione parla poi di “materiale ceramico”.
Ci si riferisce alla natura del materiale costituente le piastrelle: un impasto di terra e minerali che viene cotta in forno. Le piastrelle, infatti, si ottengono macinando e miscelando argilla, sabbia ed altre sostanze naturali. All'impasto viene poi data una forma con degli stampi ottenendo così dei manufatti in argilla cruda. L'ultima fase sarà, come detto, la cottura. Questo processo è comune per molti materiali ceramici come la stoviglieria, i sanitari o i laterizi. Come vedremo la ceramica ha una lunga e affascinante storia, ed anche la piastrella ne è parte. 

 

...LASTRE DI MATERIALE CERAICO PER PAVIMENTI E PARETI

Infine prerogativa delle piastrelle è quella di poter essere incollate su superfici orizzontali e verticali, quindi essere "utilizzate per rivestire pavimenti e pareti". Le piastrelle da pavimenti dovranno soddisfare dei requisiti tecnici, come ad esempio la resistenza meccanica o la resistenza all'abrasione.  Mentre le piastrelle da rivestimento dovranno soddisfare più che altro requisiti estetici.
 

Ma questa definizione di piastrelle ormai è vecchiotta ed un po' stretta: le piastrelle vengono utilizzate da qualche anno anche per realizzare top bagno, lavandini, piatti doccia, per rivestire facciate di case o realizzare banconi reception o meravigliosi tavoli da pranzo in grès. Con le piastrelle si realizzano resistenti e bellissimi piani cucina in grès, si rivestono di piastrelle i camini del soggiorno e si realizzano pavimenti sopraelevati per uffici.

Ma ancora non è finita perchè ci sono progetti per realizzare piastrelle fotovoltaiche ed altri per incorporare luci a led nelle lastre. Insomma la piastrella che conosciamo si sta evolvendo. Però, prima di parlare del futuro è bene analizzare la storia della ceramica e capire da dove tutto questo ha avuto origine.  

 

Piastrelle in grès lucido per una ristrutturazione

Una casa dal forte carattere si vede anche dalla scelta dei materiali. La pavimentazione scelta in questa realizzazione è stato il grès effetto metallo, reso leggermente lucido e posato in meravigliosi grandi lastre 120x240.

Fatti ispirare da questa realizzazione:

Vicenza: ristrutturazione di una casa dal forte carattere

La storia delle piastrelle in ceramica 

Le piastrelle in ceramica iniziarono ad essere utilizzate diverse migliaia di anni fa. Sono strette parenti dei piatti, delle ciotole e delle anfore in terracotta. Ma con una funzione più spirituale. Il primo utilizzo delle piastrelle fu infatti, quello di lastre su cui immortalare in eterno testi religiosi, storici, matematici o giuridici.

L'utilizzo come rivestimento decorativi è più recente, anche se risale a qualche millennio fa, in epoca Egizia. 

Negli ultimi 100 anni, grazie a continue innovazioni tecnologiche, sono stati fatti passi da gigante e le piccole piastrelle sono diventate meravigliose, grandissime lastre, con caratteristiche di resistenza ed estetiche che le hanno rese protagoniste in diversi ambiti dell'arredamento interno.

Le moderne pavimentazioni in ceramica, sia residenziali, che per uffici, negozi o laboratori, debbono le loro caratteristiche ad una lunga storia, fatta di innovazioni, ricerche ed intuizioni. 

Ma come siamo passati dalle prime, rudimentali, ceramiche al moderno grès porcellanato? Quali sono state le innovazioni che hanno permesso al settore ceramico di arrivare a produrre le piastrelle per pavimento di oggi?
Abbiamo raccolto in questo articolo trovi tutte le informazioni: 

Storia della piastrella in ceramica

pavimenti piastrelle ceramica

Vicenza: pavimenti ceramica di grande formato

Le piastrelle in ceramica italiane

L'ho già accennato per cui non ti sorprenderà: l'Italia è riconosciuta per essere il leader mondiale nella produzione di piastrelle in ceramica e di impianti per la produzione di piastrelle grazie al distretto ceramico di Sassuolo, nel modenese.

UN TEMPO LEADER DI QUANTITA, OGGI DI QUALITÀ

Fino agli anni 1980/1990 la leadership del distretto delle piastrelle italiano era sia quantitativa che qualitativa: eravamo i primi produttori nel mondo. Oggi siamo stati superati, come quantità prodotte, dal gigante del sud-est asiatico, la Cina e da altri paesi in via di sviluppo. Ma rimaniamo un riferimento da imitare per quanto concerne la qualità, il design, la cura dei particolari e, soprattutto, l'innovazione. 

 
PIASTRELLE ITALIANE, LEADER NEL MONDO

L’industria italiana delle piastrelle di ceramica continua a promuovere innovazioni di prodotto e di processo. Il grès porcellanato è nato in Italia, così come qui sono nate le grandi lastre a spessore sottile, la decorazione digitale, le superfici rustiche e moltissime altre innovazioni.
Le piastrelle italiane sono riconosciute per essere le migliori e sono presenti in tutti i mercati mondiali. Nonostante ciò in Italia vengono vendute moltissime piastrelle economiche prodotte all'estero, nei paesi in via di sviluppo, e gli acquirenti probabilmente le acquistano perchè le scarse conoscenze del prodotto lasciano troppo spazio al fattore prezzo. 

 

PIASTRELLE ECONOMICHE e PIASTRELLE DI QUALITÀ

Alcune aziende italiane hanno abbassato il livello qualitativo per "star dietro" ai prezzi bassi imposti dai produttori stranieri scegliendo di produrre "piastrelle da brico" con grafiche che si ripetono anche ogni due o tre piastrelle (pochi stampi=minore costo) o temperature di cottura basse (meno gas = meno costo) che non garantiscono adeguate resistenze al graffio o alla caduta di oggetti. Per fortuna molte aziende italiane, quelle che noi abbiamo selezionato e chiamato "le migliori aziende produttrici di piastrelle",   hanno scelto di mantenere una elevata qualità. I prodotti sono molto richiesti dall'estero dove viene spedita più dell'80% della produzione nazionale di alta qualità.

 

IL SALONE MONDIALE DELLE PIASTRELLE

La gamma sempre più ampia e le caratteristiche tecniche continuamente migliorate dei prodotti italiani  consentono l'utilizzo delle piastrelle in nuovi ambiti e soddisfano anche le richieste di parecchi archistar mondiali che hanno scelto il made in Italy per rivestire le superfici interne ed esterne dei propri progetti. La principale fiera del settore in cui vengono presentate tutte le novità, il Cersaie, si svolge in Italia, a Bologna, alla fine di Settembre ed è frequentata da buyers e progettisti di tutto il mondo: dalle Americhe all'Asia. Questa fiera detta legge in termini di tendenze per le piastrelle del futuro, incorona i migliori designer e l'Italia è, da sempre, la protagonista. 


Ma come è riuscita l'Italia a guadagnarsi questo ruolo? E come mai quasi tutti i produttori sono concentrati in Emilia Romagna e, più in particolare, nei dintorni di Sassuolo? Quali sono le motivazioni che hanno fatto nascere e sviluppare il distretto della piastrella in ceramica di Sassuolo? 
Lo spieghiamo in questo articolo di approfondimento: 

Perchè la produzione di piastrelle si è concentrata proprio a Sassuolo?

 

Vicenza: piastrelle in grès per una casa moderna a Montecchio Maggiore

In questa realizzazione a Montecchio Maggiore, abbiamo lavorato sugli alti contrasti dei rivestimenti chiari con i pavimenti scuri. Si è optato per una pavimentazione moderna, con piastrelle di grande formato in grès porcellanato effetto ferro, che rivestono anche le scale interne e il bagno della zona notte.

Fatti ispirare da questa realizzazione:

Pavimenti per una casa moderna a Montecchio Maggiore

Quante piastrelle nel mondo?

Abbiamo detto che l'Italia è leader mondiale nel campo delle piastrelle in ceramica, anche se non ha più il primato "quantitativo" di maggior produttore mondiale. Nell'articolo che puoi leggere cliccando sul pulsante qui sotto puoi farti un'idea come si è evoluta la produzione di piastrelle, quante ne vengono prodotte e da quali paesi in questo articolo: Statistiche sulle piastrelle nel mondo

Soddisfatto l'orgoglio nazionale e stabilito che le piastrelle italiane sono le più amate nel mondo (anche se, proprio dagli italiani, le tradiscono per piastrelle di dubbia origine...) facciamo un passo indietro e torniamo a parlare di come si sceglie una piastrella in ceramica.  

Piastrelle effetto "legno invecchiato" per un bagno industrial

Abbiamo realizzato a Montebello un bagno estremamente creativo e dal forte sapore industrial. Scelta molto particolare delle piastrelle in grès ad effetto "legno invecchiato" dalle svariate sfumature di colore: un stile industriale che incontra ambientazioni antiche e calde.

Vedi più foto al seguente link:

Bagno realizzato a Montebello

Come si sceglie un pavimento in piastrelle?

Parto da una ipotesi e cioè che per te, questa, sia la prima volta in cui ti trovi a decidere il pavimento di casa. Ebbene credo tu sappia che il pavimento può essere realizzato con differenti materiali. Ognuno di questi materiali ha caratteristiche differenti e prezzi anche drammaticamente diversi e nella prima fase di scelta un bravo acquirente - come sicuramente sei tu - cerca di documentarsi su questi "pro e contro".

Come ci si documenta? 

Il primo passo che ti consiglio è sicuramente quello di recarsi in un negozio specializzato in pavimenti, come il nostro, e di farti spiegare le tecniche di produzione, le lavorazioni, le tecniche di posa in opera, i comportamenti e le problematiche dei vari materiali. Toccherai con mano i pavimenti in legno, i pavimenti in marmo, i pavimenti in laminato, il terrazzo alla veneziana... 
Se hai la fortuna di incontrare un venditore appassionato ti potrà dare tutte le indicazioni con cui farti un'idea di quale sia il pavimento "giusto" per casa tua. Oppure puoi trovare alcune informazioni qui:

quale materiale per il tuo pavimento?

Dovrai esaminare pro e contro dei vari materiali cercando di conciliare due funzioni:

  • la funzione estetica
  • la funzione tecnica

Mettiamo, per un attimo, da parte le questioni "estetiche" e ci concentriamo sulle funzioni tecniche. Per comprenderle meglio dobbiamo capire quanti tipi di pavimenti ci sono e quali sono le differenze tra di loro. 

Arzignano: piastrelle in grès effetto marmo per un bagno elegante

In questa realizzazione un grès porcellanato effetto marmo riveste una parte del pavimento, andando poi a salire sulle pareti. La stessa trama infatti ricopre le grandi lastre di grès sul lato della doccia walk-in.

Scopri il resto della realizzazione qui:

Pavimenti e bagni ad Arzignano

La "durezza" di un pavimento: le piastrelle e gli altri. 

Quando parliamo con un cliente, nel nostro negozio di piastrelle, il primo argomento è la durezza. 
Per durezza si intende, in buona sostanza, la resistenza al graffio, all’incisione, alla penetrazione di corpi appuntiti, alla scalfittura. I materiali vengono considerati tanto più duri tanto più sono resistenti, in generale, a queste sollecitazioni.

La durezza è spesso associata alla resistenza all’usura, una proprietà importantissima per le piastrelle in ceramica, perché un pavimento usurato, consumato, è un pavimento che perde la funzionalità estetica ma anche funzionale (può diventare scivoloso o, al contrario, eccessivamente ruvido e quindi trattenere lo sporco).

Quando si pensa ad un pavimento "duro" si pensa anche alla resistenza alla compressione: se appoggio un pianoforte non si devono creare deformazioni o punzonamenti nel pavimento. 

Il mercato offre anche dei pavimenti che non sono duri e che sono soggetti a consumarsi con l'abrasione da calpestio, ne sono esempi i pavimenti in parquet, quelli in resina, alcuni tipi di laminati, il telo di linoleum o gli LVT. 

Questi pavimenti sono più sensibili a tagli, incisioni, scalfitture e all'usura da calpestio. 

Piastrelle in grande formato per una magione da ristrutturare

A valorizzare la bellezza di questa costruzione rustica ci sono delle piastrelle in grès porcellanato effetto intonaco invecchiato, grandi lastre 120x120 che esaltano la grandezza degli spazi limitando le fughe di uno spesso minimo di 2mm. Un gioiello circondato dal verde, comprensivo di stalle e cavalleria.

Clicca qui per scoprire questa magione:

Pavimenti e bagni in una ristrutturazione a Montegalda

Quali tipi di piastrelle per pavimento vengono prodotte? 

Non tutte le piastrelle hanno la stessa durezza. 
Anche se c'è stata una notevole evoluzione e la produzione di piastrelle per pavimenti ha visto, specie negli ultimi 100 anni, dei cambiamenti rilevanti.
Vediamo allora quali sono le tipologie di piastrelle più adatte per pavimenti. 

Il primo prodotto utilizzato soprattutto per i rivestimenti ma anche, con le dovute limitazioni, come pavimento è stata la Bicottura. È un tipo di piastrella che viene ancora utilizzato, specie per produrre rivestimenti molto ricchi come, ad esempio, le maioliche amalfitane decorate a mano. L'utilizzo come pavimento è, ormai, talmente raro da essere scomparso. 
Se vuoi più informazioni sulla Bicottura trovorai tutto qui: La piastrella ceramica in Bicottura 

 

Una vera e propria rivoluzione è stata, negli anni '70, la produzione di piastrelle con la tecnica della Monocottura. Grazie ad un nuovo processo produttivo sviluppato nel distretto di Sassuolo, si sono realizzate delle nuove piastrelle in ceramica estremamente più resistenti della Bicottura e per questo più adatte ad essere utilizzate come pavimento. Le piastrelle in Monocottura si sono dimostrate più resistenti all'usura da calpestio, al graffio e alla caduta di oggetti delle bicotture.  
Finalmente era disponibile un prodotto in ceramica con uno smalto in grado di resistere alla caduta di un piatto o di un bicchiere.
La monocottura si diffonde nelle case degli italiani e diventa il prodotto per pavimento più venduto in assoluto. Estetica e resistenza non sono ancora del tutto soddisfacenti e la caduta di una pentola può "sbeccare" la piastrella. 
Per superare questi problemi dovremo aspettare l'arrivo del grès. 
Se, intanto, vuoi approfondire la monocottura, ecco qui l'approfondimento: La monocottura

 

Se la Monocottura fu una rivoluzione, il grès porcellanato rappresenta un vero e proprio cambio di paradigma. I primi grès si diffondono negli anni '90 grazie ad alcune innovazioni di processo. La piastrella in ceramica diventa un prodotto "a tutta massa", del tutto simile ad una pietra naturale, ad un granito. 
Il grès si afferma velocemente ed offre a produttori ed utilizzatori finali, una serie di vantaggi fino a pochi anni prima considerati incredibili. 
Può essere lavorato in superficie, come un marmo, e reso quindi lucido a specchio (si tratta del grès levigato) o strutturato per essere antiscivolo all'esterno. 
Il fatto di offrire resistenza meccanica, all'abrasione, al graffio, alla caduta di oggetti, la resistenza agli acidi e alle macchie lo rende un prodotto adatto a qualsiasi utilizzo, anche il più estremo.
Quando oggi, in uno dei nostri negozi di Vicenza, ci chiedono una "piastrella per pavimento" noi diamo per scontato che si debba trattare di grès porcellanato. Ormai la monocottura non si vende più e la si trova solamente in offerta a pochissimi euro in qualche Brico o nelle grandi catene francesi. 
Qui troverai informazioni su come è nato e sulle caratteristiche tecniche del grès porcellanato: Il grès porcellanato

Piastrelle in grès bicolore per una pavimentazione esterna

Una nuova pavimentazione esterna può dare nuova vita ad un'abitazione: così è stato per questa casa, dove è stato posato il grès con diverse colorazioni e consistenza. Una versione molto ruvida è stata usata nei tratti completamente esposti alla pioggia, quella più liscia e facile da pulire nella zona coperta dalla pompeiana, dove si pranza all'esterno.

Guarda tutta la realizzazione:

Pavimento esterno in gres a Montecchio Maggiore

Come si produce una piastrella in grès? 

Stabilito, quindi, che il grès è il prodotto da pavimento più richiesto oggigiorno, immagino che tu possa avere una curiosità... e cioè vedere, dal vivo, come si produce una piastrella in grès porcellanato per pavimenti. 
Nell'articolo che segue abbiamo cercato di risolvere questa curiosità.
Se clicchi sul pulsante qui di seguito potrai vedere tutte le fasi della produzione di un grès porcellanato. Abbiamo fotografato e filmato ogni passaggio e siamo sicuri che troverai affascinante scoprire come dalla terra si arriva fino all'inscatolamento del prodotto finito:

Piastrelle in grès: la produzione

La produzione di un materiale versatile e camaleontico come il gres viene spiegato nel seguente articolo, attraversando con attenzione le varie fasi che portano al prodotto finito da inserire nella pavimentazione interna o esterna di un edificio.

Con una ricetta a base di argille, caolini, feldspati, sabbie e altri minerali di varie colorazioni e granulometria, si da vita a varie pavimentazioni che possono assumere diversi "effetti" imitando altri materiali, quali: pietra, marmo, legno, cemento, ardesia. Fino a permetterci di creare lastre e piastrelle interamente personalizzate.

Come nasce una piastrella in grès

Piastrelle: aspetti ecologici e ambientali

Ma le piastrelle sono un prodotto ecologico? Rispettano l'ambiente? Produrle ed utilizzarle significa inquinare oppure fare del bene all'ambiente? Uno degli argomenti di cui si discute, specie quando si acquistano delle piastrelle effetto marmo, è proprio questo: se produrre delle lastre che imitano perfettamente il marmo abbia anche dei vantaggi in termini ambientali. 

Ne parliamo in questo articolo affrontando questo delicato tema: Aspetti ecologici e ambientali nelle piastrelle

Se vuoi essere sicuro di acquistare dei prodotti che rispettano l'ambiente verifica che sulle scatole di piastrelle in ceramica ci sia il marchio ECOLABEL oppure il marchio EMAS (o entrambi). Qui trovi le indicazioni sul significato dei marchi: Il marchio Ecolabel - il marchio emas

Pavimentazione del soggiorno in grès effetto cemento

Il pavimento in grès effetto cemento è molto adatto per un ambientazione moderna. In questa realizzazione sono state posate delle piastrelle in grès a grandi formati 80x80, un pavimento forte e deciso che salta subito all'occhio.

Guarda il resto della realizzazione: 

Pavimenti e bagni a Chiampo

Le caratteristiche tecniche delle piastrelle

Se devi acquistare una piastrella, sicuramente ti starai chiedendo quali sono le caratteristiche tecniche che devi considerare per poterla utilizzare tranquillamente a pavimento. Oltre agli aspetti estetici occorre, infatti, tenere conto di quali debbano essere i criteri tecnici e funzionali di una pavimentazione in ceramica. 

Il primo riguarda la resistenza della superficie al graffio che potresti provocare, ad esempio, con un semplice sassolino sotto alla scarpa. Nel bottone qui sotto trovi tutte le informazioni a riguardo: Resistenza al graffio della piastrella

Se il pavimento ceramico che stai pensando di realizzare è all'esterno devi sicuramente tenere conto della scivolosità della piastrella, sia in condizioni di asciutto che di bagnato. Ma anche nel caso che tu debba posare delle piastrelle in ceramica per interni va considerato l'ambiente di destinazione e l'utilizzo che ne fai, per evitare pericoli alle persone che ci transiteranno. 
Della scivolosità parliamo qui: scivolosità della piastrella ceramica

Infine un ultimo aspetto tecnico (ma ce ne sarebbero degli altri) riguarda l'igiene della pavimentazione ceramica che acquisterai. Anche qui ci sono state delle innovazioni che ti consentono di avere delle superfici molto più igieniche e facili da pulire grazie a delle formulazioni specifiche delle miscele di argilla. Trovi tutto in questo articolo: superficie antibatterica nelle piastrelle


L'estetica delle piastrelle da pavimento

Ma per quanto le caratteristiche tecniche siano importanti sarà l'estetica la prima cosa che ti cattura di un pavimento. Le piastrelle possono assumere l'estetica di un marmo, di una pietra, di una resina ed anche quella del legno. Qui ne trovate degli esempi:

Piastrelle in ceramica effetto marmo

Il grès porcellanato è un materiale camaleontico. Qui ne troviamo un chiaro esempio: la piastrella riproduce alla perfezione la trama e l'eleganza del marmo lucido grazie alla decorazione digitale.

I vantaggi delle piastrelle in grès sono diverse: minor peso, posa più semplice, le piastrelle non assorbono e quindi non si macchiano a differenza del marmo originale e un costo minore. In più l'impatto ambientale della produzione della piastrella in grès porcellanato è meno impattante a livello ambientale rispetto al procedimento necessario per ricavare il marmo.

Scopri di più al seguente link:

Piastrelle effetto marmo

Piastrelle effetto legno

In questo caso la piestrella in grès imita la pavimentazione in legno. Ideali per chi ama l'estetica del pavimento in legno, ma si preoccupa degli aspetti critici che può comportare posare un parquet vero e proprio: pensiamo alla discolorazione nel tempo, che è molto sensibile e tende a graffiarsi, che è incline a rovinarsi a causa dell'umidità.

La piastrella in ceramiche offre infatti molta più resistenza, è più facilmente lavabile e più funzionale. Non avrà lo stesso calore del legno, ma saprà sorprendervi per tante altre caratteristiche.

Per saperne di più clicca qui:

Piastrelle effetto legno

Piastrelle ceramiche effetto pietra

Se cerchi una piastrella in grado di imitare la pietra il grès porcellanato fa al caso tuo. Grazie alla decorazione digitale le piastrelle in grès riescono ad imitare in maniera piuttosto fedele elementi naturali come la pietra, portando diversi vantaggi: resistenza, durevolezza (data dalla sua alta resistenza meccanica) ed è praticamente inassorbente, quindi non dovrete preoccuparvi di macchiarlo o di pulirlo con detergenti specifici.

Un ottimo modo per riportare in casa sensazioni date da un elemento naturale come la pietra, ma senza le sue difficoltà.

Scopri di più nel seguente articolo:

Piastrelle effetto pietra

I problemi che possono sorgere in un pavimento in piastrelle

Veniamo agli aspetti dolenti: una cosa che dovresti studiare, prima di acquistare un pavimento in piastrelle, sono le patologie, i problemi che potrebbero insorgere. In questo articolo cerchiamo di analizzarli tutti, elencando - se possibili - anche le soluzioni. 

I problemi dei pavimenti in ceramica

 

La posa delle piastrelle in ceramica

Chi ha avuto la pazienza di leggere l'articolo suggerito al paragrafo precedente ha capito quanto sia importante la posa delle piastrelle. Moltissimi problemi possono essere evitati o aggirati in fase di posa con delle precauzioni che un bravo posatore sa mettere in atto. Ma anche tu, come cliente, puoi contribuire in modo determinante alla qualità del risultato finale, agendo PRIMA che i danni si rivelino.
Ti riveliamo come in questo articolo:

Precauzioni prima della posa di un pavimento 

 

Uno dei principali fattori a cui fare attenzione per ottenere un ottimo risultato finale è la qualità dei fondi su cui si va ad incollare il pavimento. Se devi ancora far realizzare i massetti di casa tua allora leggi questi articoli che il nostro tecnico di cantiere ha scritto spiegando caratteristiche e requisiti dei massetti:

Quale massetto per la posa di piastrelle in ceramica

Le piastrelle giuste per ogni ambiente! 

Quali piastrelle sono da utilizzare per il pavimento di un ristorante? E per una cantina vinicola? Per un garage? Ogni ambiente domestico o commerciale ha certe caratteristiche e richiede certi particolari tipologie di piastrelle. 
Cerchiamo, con questi articoli, di darti dei suggerimenti, di ragionare assieme a te su quali siano i migliori pavimenti in ceramica da utilizzare per ogni singolo ambito di applicazione. Ecco alcuni suggerimenti:

Piastrelle in grès per una pizzeria a Vicenza

Oltre a tener conto delle normative, il pavimento di un ristorante deve tener conto del traffico intenso a cui è posto. Questo grès porcellanato è stata la scelta ideale per questo ristorante-pizzeria a Vicenza.

Vedi altre foto al seguente link:

Pavimento di una pizzeria a cornedo  


Pavimenti in ceramica per esterno

A proposito di ambienti di destinazione: le pavimentazioni esterne sono quelle più soggette ad incidenti ed a sollecitazioni, basti pensare agli sbalzi termici estate/inverno o alle infiltrazioni d'acqua e successive gelate.
 
Per questo un pavimento in ceramica per esterno deve essere ben progettato e ben posato e la piastrella dovrà avere determinate caratteristiche. Uno dei prodotti che meglio si prestano a questo utilizzo è il grès spessore 20 mm di cui ci parla il collega Guido in questo articolo: Le piastrelle ad alto spessore per l'esterno

 

piastrelle ceramica pavimenti Vicenza Verona


Grandi lastre in grès per pavimento

L'evoluzione tecnologica consente oggi di produrre del grès di enormi dimensioni per realizzare pavimenti in ceramica mozzafiato. Sono le grandi lastre in grès: piastrelle che raggiungono dimensioni di 160x160 o, addirittura di 160x320 centimetri. Le grandi dimensioni di questi nuovi prodotti, combinati alla grafica digitale, hanno rivoluzionato il settore e ti consentono di realizzare pavimenti con pochissime fughe. 

Qui trovi tutte le informazioni: le grandi lastre in grès porcellanato 

 

Molto del successo di queste piastrelle di grandi dimensioni si deve alla decorazione digitale che ha consentito di replicare - sulla lastra di ceramica - foto ad altissima risoluzione. Venature di marmi preziosi, spaccature di ardesie, ma anche decorazioni colorate... tutto può essere facilmente riprodotto. Ne parliamo qui: Decorazione digitale delle piastrelle in ceramica 

Piastrelle in grès per un ufficio moderno a Vicenza

Di questo ufficio ci siamo occupati del pavimento e dei rivestimenti. Per la pavimentazione interna all'ufficio abbiamo concordato per le piastrelle in grès grigie con varie sfumature ad effetto metallico, adatte a resistere allo stress del traffico intenso dei dipendenti.

Vedi il resto della realizzazione qui:

Moderni uffici: pavimenti in grès

Pavimenti in ceramica personalizzati? 

Da quest'anno i "pavimenti pellizzari" sono personalizzabili! Questa è l'ultima frontiera nel mondo dei pavimenti: riuscire ad ottenere dei pavimenti personalizzati e cioè scegliendo una o più decorazioni e facendole replicare sul pavimento della propria casa o del proprio locale commerciale. Noi siamo in grado di fornire questo servizio ad un costo certamente elevato, ma meno di quanto si potrebbe pensare:

Le piastrelle in ceramica personalizzate

piastrelle ceramiche personalizzate Vicenza Verona


Pulizia dei pavimenti in ceramica

L'evoluzione nei pavimenti in ceramica richiede anche differenti metodi e prodotti per la pulizia. Se sulle monocotture a smalto lucido andavano bene detergenti con cera autolucidante, nei moderni grès porcellanati occorre utilizzare prodotti neutri, che non creino film protettivi superficiali.

Oltre alla manutenzione ordinaria occorre prestare attenzione alla prima pulizia, subito dopo la posa delle piastrelle. È una operazione tutto sommato semplice se eseguita con i giusti prodotti e metodi. Tutto questo è affrontato dal collega Roberto in questo articolo: La pulizia dei pavimenti in ceramica

 


 

Di seguito trovi altri articoli sull'argomento "pavimenti in piastrelle di ceramica". Se non trovi quello che stai cercando mandaci una mail e, se possibile, saremo lieti di aiutarti. 
Grazie!

Approfondimenti

  • L'eco-compatibilità dei prodotti è ormai un requisito fondamentale richiesto dai consumatori, Ecolabel è un etichetta ecologica attendibile. 

  • L'importanza della certificazione Emas per i produttori di piastrelle in ceramica. 

  • Dal tuo ordine fino al ritiro del materiale e alla consegna a casa tua.

  • "Mi serve una piastrella economica per il garage"...  È vero, non possiamo pensare di investire molto per il pavimento del garage ma va tenuto presente che il garage è l'ambiente più sollecitato della casa. Pertanto la piastrella deve avere alcune caratteristiche indispensabili, oltre a dover consentire un giusto risparmio.

  • Quantità prodotte, fatturato, principali brand e paesi protagonisti del settore delle piastrelle in ceramica. Le principali aziende ceramiche italiane, il loro fatturato, le esportazioni e gli altri importanti paesi produttori.

  • Pavimento per interni chiaro oppure scuro? Piastrelle di casa quadrate o rettangolari? Pavimento della cucina in grès di grande formato, ma bianco o nero?
    E così via fino al classico "to be or not to be?"... Molti sono i dilemmi che ci attanagliano quando dobbiamo scegliere un pavimento moderno per la nostra casa.

  • Il ruolo del bagno, in un ristorante, non è affatto secondario. Sono molti quelli che affermano di "valutare la qualità di un locale pubblico osservandone i bagni". In questo articolo affronteremo questo tema, dedicando particolare attenzione alle piastrelle da utilizzare cercando di rispondere alla domanda: con che criterio si scelgono i pavimenti ed i rivestimenti del bagno di un locale pubblico? 

  • Questo cantiere aveva due criticità: la prima era la necessità di sovrapporre il nuovo ad un vecchio pavimento lucido e degradato. La seconda di farlo nei tempi ristrettissimi dettati dalla committenza. Il grande formato 60x120 di Casalgrande è stato posato perfettamente e nei tempi previsti, pronto ad accogliere le nuove auto del tridente. 

  • Una casa dallo stile rustico: pavimenti in gres effetto cotto, rivestimento cucina con cementine colorate ed un arredobagno particolare.

  • A Castelgomberto abbiamo realizzato interamente questa abitazione curando i pavimenti, i rivestimenti e gli arredi dei bagni. Tutte le foto nella gallery in fondo all'articolo.

  • La resistenza al graffio è una delle caratteristiche più importanti di un pavimento. La piastrella offre, generalmente, una resistenza particolarmente elevata. Vediamola a confronto con gli altri materiali.

     

  • Ceramica e igiene sono sempre andati d'accordo, oggi ancora di più. Una nuova generazione di piastrelle in ceramica antibatteriche permetterà di realizzare superfici per le architetture interne ed esterne che, grazie a caratteristiche innovative, sono in grado di abbattere i principali ceppi batterici.

  • La normativa italiana sulle superfici antiscivolo è decisamente insufficiente. È necessario che il progettista vada oltre la normativa e che sia in grado di proporre dei pavimenti adatti specifiche condizioni di utilizzo. Magari considerando anche le normative - più evolute - utilizzate da altre nazioni in Europa. 

  • Quali accortezze mettere in atto prima di iniziare la posa delle piastrelle: controlli del supporto, delle piastrelle, scelta dei collanti e tutte le altre attività che un posatore deve svolgere prima della posa delle piastrelle.

  • Sempre più spesso i clienti vengono invitati a visitare le cantine, a camminare tra le botti, le vasche, i barrique e le bottiglie. Il pavimento di una moderna cantina deve, quindi, abbinare le doti meccaniche a quelle estetiche. Il gres ci viene in aiuto. 

  • La quantità di piastrelle da ordinare è una questione molto più importante di quello che sembra. Un numero insufficiente potrebbe trasformarsi in un grave problema se il tono della fornitura di completamento non è lo stesso di quello con cui si è già piastrellata buona parte dell'abitazione. Per evitare questi problemi occorre calcolare bene la quantità di piastrelle necessarie. Ma quante piastrelle vanno ordinate? che percentuale di spreco - o sfrido - bisogna ipotizzare? 

     

  • Il calcolo del peso delle piastrelle dipende da due elementi: il metro quadro come riferimento e lo spessore, elemento fondamentale.

    Vediamo infatti come a parità di metri quadri il peso aumenti all’aumentare dei millimetri di spessore.

  • Una casa moderna, uno studio di architetti giovani e proiettati verso il futuro, un cliente-imprenditore sempre di corsa... questi sono gli ingredienti di questo articolo con il quale Andrea ci regala anche foto, spunti e idee per chi deve far casa. 

  • Dalle preistoriche origini della ceramica ai primi rivestimenti in piastrelle, fino agli azulejos e alla nascita, all'inizio del secolo, delle industrie italiane. Dalle piastrelle liberty di inizio 1900 fino alle grandi lastre in grès di oggi.