Piastrelle: orizzontalità

Il pavimento in piastrelle di casa mia "pende"... cioè nell'ingresso è più alto e poi si percepisce che scende passando dalla cucina e poi ancora passando al soggiorno. Non ci sono dislivelli o denti ma una lenta e continua pendenza. C'è una norma che stabilisce che il pavimento debba essere orizzontale? Come si misura? 

Pendenza in un pavimento interno

Certamente esiste una norma: è la Uni En 11493-1 che ha recepito la giurisprudenza ed ha determinato che lo scostamento massimo ammissibile debba essere inferiore a ± L/600 dove L è la lunghezza del tratto misurato. Per comprendere meglio serve un esempio: se misuriamo un tratto di 4 metri il valore L sarà uguale a 4.000 millimetri. Il massimo scostamento sarà 4000/600 = 6,6 millimetri. Se il pavimento presenta un andamento in pendenza superiore a 6,6 millimetri si considera non ammesso. 

Piastrella posata male con pendenza

 

Attenzione, la norma stabilisce che:

► debbano essere effettuate almeno 2 o tre misurazioni per ogni 25 mq. di superficie
► Che l'orizzontalità è influenzata dall'orizzontalità del supporto
► Che tale metodo ovviamente non si applica su piastrellature effettuate volutamente in pendenza

 


Continua con:   "Posa di piastrelle in ceramica: approfondimenti" >>

Oppure 

Torna a:  "Le Piastrelle" >>