Gres porcellanato: la produzione

Grès porcellanato: la produzione

Sei pronto a visitare una fabbrica di piastrelle in grès porcellanato? Mi chiamo Michele Pellizzari, sono uno dei titolari della Fratelli Pellizzari ed ho iniziato a visitare stabilimenti di produttori di piastrelle da bambino. Ne ho visti parecchi e tuttora, prima di adottare un fornitore, vado fisicamente a vedere lo stabilimento in cui si produce il grès, ti assicuro che è sempre un esperienza affascinante. 
A proposito, se vuoi sapere quali sono i migliori produttori di grès porcellanato che ho selezionato nel tempo, nel link qui di seguito li troverai:

I migliori produttori di grès porcellanato
 

Ma tornando al processo produttivo... quello di cui ti renderai conto, leggendo l'articolo, è che il progresso ha raggiunto livelli impensabili e se un tempo erano il fattore umano e piccoli segreti professionali a fare la differenza tra un produttore ed un altro, oggi è la tecnologia a fare la differenza.
Un impianto per la produzione di grès nuovo, con macchinari all'avanguardia, consente un livello di qualità produttiva impensabile con impianti obsoleti. 

Sei curioso di sapere come si produce il grès? Sei pronto per la visita ad uno stabilimento? 

 

Le materie prime per produrre il grès

La produzione del grès porcellanato, per realizzare pavimenti in ceramica, inizia dallo stoccaggio nei silos delle materie prime.
Quali materie prime servono per produrre una piastrella in grès?

In ordine di importanza: argille, caolini, feldspati, sabbie e altri minerali di varie colorazioni e granulometria. Questi sono gli ingredienti base della "ricetta" per la produzione di una piastrella in grès. 

I silos delle materie prime per la produzione di ceramica

Dosaggio delle argille 

Gli operatori prelevano le materie prime nei silos e le immettono nei nastri trasportatori dotati di bilancia elettronica in grado di pesare i materiali, in modo da calcolare il dosaggio corretto tra le diverse materie prime in base al tipo di piastrella che si vuole realizzare.

Caricamento delle materie prime per creazione miscela

Macinazione delle argille

Una volta ottenuta questa miscela di argille, sabbie e minerali è necessario macinarle finemente in modo che sia possibile amalgamarle.

La macinazione è una fase molto importante: più piccola è la particella che si ottiene e meno aria vi sarà all'interno dell'impasto. Un impasto poroso comporterebbe tutta una serie di problemi per la piastrella, specie se di grande formato.

Per macinare le materie prime, negli impianti moderni, si utilizzano dei mulini continui: degli enormi cilindri che contengono acqua e corpi macinanti (principalmente sfere di allumina ma anche pietre dure). All'interno di questi  cilindri - in perenne movimento rotatorio - viene inserita l'argilla. Schiacciata dai corpi macinanti la terra si trasforma in un liquido denso, della consistenza di uno yogurt: la barbottina ceramica.

Macinazione delle materie prime nel mulino continuo

Fase di macinazione: spiegazione

Fase di macinazione: macchinari in azione

Grazie! 

Grazie per aver letto il mio articolo. Se ti interessa sapere di più sulle piastrelle in ceramica puoi trovare, qui di seguito, una pagina dedicata con diversi percorsi di approfondimento, buona lettura: 

Le piastrelle in ceramica

Atomizzazione della barbottina ceramica

La barbottina viene prelevata dalle cisterne e condotta all'atomizzatore una sorta di cono all'interno del quale viene sparata aria caldissima che fa evaporare l'acqua e asciugare l'argilla macinata e miscelata.

Atomizzatore e barbottina atomizzata

Pressatura delle piastrelle: spiegazione

Produzione del grès: pressa in azione

Le argille vengono depositate sui vassoi e pressate. La piastrella cruda esce dallo stampo e si dirige verso l'essiccatoio trasportata da nastri a rullo.

-

Pressatura per ottenere la piastrella cruda

L'argilla che fuoriesce dal fondo del cono dell'atomizzatore ha il giusto contenuto d'acqua per consentire la formazione di una piastrella in ceramica, o meglio, in grès porcellanato. Si tratta quindi di trasportarla negli stampi e, finalmente, di pressarla in modo da dare la forma di una piastrella alle nostre materie prime.

Oggi la pressatura avviene in due modi, quella tradizionale, su stampo, oppure la innovativa pressatura continua, che preferisco chiamare compattatura. Quest'ultima viene utilizzata per compattare un nastro continuo di argilla che scorre sotto a dei cilindri e consente di produrre piastrelle di ceramica di grandissime dimensioni, le cosiddette "grandi lastre".

La pressatura delle argille atomizzate produce piastrelle crude

 

Essicazione della piastrella cruda

Una volta pressata la piastrella uscirà dalla pressa e sarà pronta ad affrontare il viaggio che la porterà verso l'ultima fase, la cottura.
In questo stadio la piastrella in grès è, infatti, ancora cruda... si spezza facilmente con le mani.  

Ma prima, la nostra piastrella in grès, deve subire anche la fase di essiccazione. E' necessario, prima di affrontare la cottura, ridurre la percentuale di umidità all'interno della piastrella. 

Essiccatoio dove entrano le piastrelle crude ed umide per ridurre la percentuale di umidità

 

La piastrella viene smaltata passando sotto ad una cascata di smalto che cola da una "campana".

-

Stoccaggio delle piastrelle essiccate

Ed ecco il prodotto pronto per la cottura: pressato ed essiccato. Ma ancora non resistente come dovrà essere quando verrà posato a pavimento e dovrà sopportare transiti di persone, veicoli, cadute di oggetti...

Le aziende che producono piastrelle hanno bisogno di grandi spazi per stoccare le piastrelle essiccate: un polmone di semilavorato che serve per alimentare ininterrottamente il forno. 

Piastrelle essiccate

 

Il forno va alimentato tutti i giorni!

Il forno di cottura delle piastrelle va, infatti, alimentato continuamente, giorno e notte, sabato e domenica, a ferragosto e a Natale. Fermare un forno (ad esempio per fare manutenzione) e poi riaccenderlo, richiede due o tre settimane ed è un operazione estremamente laboriosa. 

Per garantire la continuità di alimentazione in qualsiasi momento le aziende di produzione del grès si sono organizzate con dei carrelli robot che continuano a prelevare  pile di piastrelle essiccate per portarle al forno.

Trasporto delle piastrelle essiccate al forno

La cottura delle piastrelle

Ed eccoci al forno. Questo è il cuore del processo produttivo di una piastrella: lungo oltre 100 metri, con migliaia di bruciatori in grado di raggiungere e superare i 1.200 gradi.
Sarà qui che il grès verrà temprato e acquisterà resistenza meccanica e all'abrasione.

Il forno a rulli per la cottura in continuo della piastrella

Il controllo di qualità 

Le piastrelle in gres sono ultimate. Si tratta ora di controllarne la qualità.

Questo controllo viene svolto innanzitutto da dispositivi elettronici che controllano la planarità, la regolarità dei bordi, il calibro, insomma la regolarità geometrica della piastrella.

Nelle aziende di alto livello il controllo viene fatto per ogni singola piastrella (non a campione).

Un secondo dispositivo elettronico, dotato di telecamera, verifica eventuali irregolarità estetiche.

Infine, nelle aziende più attente alla qualità, un ulteriore controllo viene realizzato da persone in carne ed ossa, solitamente delle signore armate di pennarello che individuano anche le irregolarità non rilevate dai dispositivi elettronici.

Una curiosità: il controllo viene effettuato da donne e non da maschietti: è dimostrato che il gentil sesso sia estremamente più dotato da questo punto di vista ed in grado di rilevare ogni minimo difetto o irregolarità.

Gres il controllo qualità

Imballaggio del grès

Se i controlli accertano che la piastrella è perfetta, si passa all'ultima fase del processo produttivo: l'inscatolamento e la disposizione su pallet. Anche in questo caso ci sono dei dispositivi automatici, come quello che vediamo qui sotto, che si occupano di questo lavoro, realizzando sia l'inscatolamento che la pallettizzazione.  

Queste sono le scatole che arriveranno a casa tua e che diventeranno il tuo nuovo pavimento in grès. Se sei curioso di sapere quanto è costata la tua piastrella fino a qui, puoi leggere lo studio: il prezzo di una piastrella

 

Inscatolamento delle piastrelle cotte

Grazie! 

Grazie per aver letto il mio articolo. Se ti interessa sapere di più sulle piastrelle in ceramica puoi trovare, qui di seguito, una pagina dedicata con diversi percorsi di approfondimento, buona lettura: 

Le piastrelle in ceramica

Approfondimenti