La sequenza corretta per la posa dei pavimenti in cantiere

Quando e come si posano i pavimenti?

25/10/2018

Quali sono le operazioni preliminari e le tempistiche corrette per la posa di un pavimento? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande.

tempistiche di un cantiere

Pavimenti: la sequenza corretta

«Qual è la sequenza corretta dei lavori in cantiere per la posa dei pavimenti?»

È una domanda che può apparire banale ai lettori esperti di edilizia ma per molti clienti privati, alle prese con la ristrutturazione o la nuova costruzione della propria casa, è invece importante. Risponderemo alle domande: 
► "Quando si posano i pavimenti?" e 
► "Quali lavori occorre siano effettuati prima di procedere con la posa dei pavimenti?”
 

Lavori preliminari, uno o due mesi prima


► IMPIANTI IDRAULICI ED ELETTRICI

Realizzazione Impianti

 

Circa un mese prima che sia possibile posare il pavimento vanno realizzati gli impianti: impianto idraulico (sanitario e di riscaldamento), quindi l’impianto elettrico ed eventuali impianti di aspirazione centralizzata.

Ma non si tratta solo di porre in opera le tubazioni: in questa fase, ad esempio, vanno fissati a parete eventuali “corpi ad incasso” di miscelatori a parete - spesso utilizzati specie nelle docce - così come le cassette wc ad incasso.  
Sempre in questa fase vanno posati i piatti doccia e vanno realizzati gli attacchi idraulici. 
Per consentire all'idraulico di realizzare gli attacchi dobbiamo aver già scelto ed ordinato i sanitari, la rubinetteria, i mobili da bagno e gli altri elementi dell'arredamento del bagno.

Se i lavori incombono ma non hai ancora scelto tutto l'arredobagno possiamo aiutarti con i prodotti in PRONTA CONSEGNA ->>


► FISSAGGIO TUBI E CHIUSURA TRACCE 

 

Chiusura tracce


Completati i lavori di impiantistica si procederà a "fermare i tubi", operazione preliminare alla stesura dei sottofondi. Si tratta di fissare e coprire i tubi che corrono sul pavimento della casa con della malta cementizia. Nello stesso tempo verranno chiuse le tracce aperte sulle pareti per far passare le tubazioni "riparando" i muri danneggiati.
Queste operazioni solitamente richiedono qualche giorno, sicuramente meno di una settimana in una casa di dimensioni normali.


► INTONACI

 

Intonaci

 

A questo punto si può procedere con la realizzazione degli intonaci. Si stenderà una malta cementizia oppure - meglio - a base calce che ha la funzione di rendere liscia la parete e di ricevere la tinteggiatura.
La stesura dell'intonaco in una abitazione può impiegare una o due settimane a seconda della tipologia di intonaco scelta e delle dimensioni.
Gli intonaci premiscelati a base cemento sono i più veloci (anche se i meno consigliati) mentre un intonaco a base calce richiede più tempo.  


► SOTTOFONDI

 

sottofondo

 

È il momento di realizzare il cosiddetto “sottofondo”, lo strato ha la funzione di inglobare definitivamente le tubazioni. Dovrà essere leggero per non appesantire il solaio e permettere l'ottenimento di una superficie abbastanza planare per poter proseguire con i lavori. Ma dovrà essere anche "non comprimibile" per evitare cedimenti a causa del peso del pavimento e dell'arredamento che dovrà sostenere.

Il massetto alleggerito Lecamix ->>

L'esecuzione dei sottofondi, in una abitazione di medie dimensioni, si realizza in due o tre giorni.   


La realizzazione degli impianti, la chiusura delle tracce e la realizzazione di intonaci e sottofondo richiedono, a seconda delle dimensioni dell’abitazione (e dell'abilità nel sincronizzarli) uno o due mesi di lavoro.
 


Nel caso ci sia l’impianto a pavimento

► POSA DELLA BARRIERA A VAPORE

 

Barriera Vapore

 

Va messa in opera una barriera al vapore con la funzione di isolare il futuro massetto radiante da infiltrazioni di umidità dal basso. 

 

► POSA DEI PANNELLI e DEI TUBI RADIANTI

 

impianto pavimento

 

Se il cliente ha scelto l’impianto a pavimento per scaldare la propria abitazione si procede con la stesura dei pannelli dell’impianto sul sottofondo, pannelli sui quali andranno successivamente fissati i tubi.

Leggi anche l'approfondimento: "L'IMPIANTO di riscaldamento a pavimento >>

 


► MASSETTO 

 

massetto

 

Non appena ultimato l’impianto radiante va realizzato il massetto cementizio, per evitare danneggiamenti ai tubi dell’impianto.
Si realizzano dai 50 ai 70 metri quadrati di massetto "tradizionale" al giorno. Nel caso di massetti autolivellanti pompati i tempi, invece, dimezzano. 

Leggi anche l'approfondimento: il MASSETTO per l'impianto di riscaldamento a pavimento >>
 

 


► SERRAMENTI 

montaggio serramenti

 

È vivamente consigliato che siano montati, se non i serramenti, almeno gli scuri, in modo che non possa piovere sopra al massetto
Dopo circa 20 giorni di maturazione il massetto è pronto per la posa della ceramica.

 



► SHOCK TERMICO 

shock termico

 

Per la posa del legno e del marmo  – trascorsi i 20 giorni di maturazione del massetto - va necessariamente eseguito il cosiddetto “shock termico” e cioè il riscaldamento per 15 giorni del massetto, con curva di temperatura crescente e, poi, decrescente. 
Una volta spento l’impianto, dopo un paio di giorni e raggiunta la temperatura di 20°C, è possibile posare il legno.

"Il ciclo di PRE-RISCALDAMENTO, perché va fatto e come?" ->>

Leggi la FAQ: "Posso NON fare lo shock termico ?" ->>
 

 


Questa fasi (realizzazione dell'impianto radiante, del massetto e la realizzazione dello shock termico)  richiedono, in linea di massima, due mesi trascorsi i quali saremo pronti alla posa dei pavimenti in ceramica, legno o marmo. Nei 60 giorni sono compresi anche i 20 giorni di maturazione del massetto. 
 



Riscaldamento a termosifoni
 

► MASSETTO 

 

MASSETTO


Nel caso in cui NON si faccia l'impianto di riscaldamento a pavimento e si scelga di scaldare la casa con i termosifoni si eseguirà il massetto sopra al sottofondo, con l’accortezza di inserire un materassino per la separazione dei due strati, con funzione acustica e di barriera al vapore.

Approfondisci: "ACUSTICA e pavimenti" >>

 

► SERRAMENTI 

Gli scuri vanno installati per evitare che i massetti vengano bagnati in caso di pioggia. 

 

Anche in questo caso si dovranno attendere 20 giorni per la maturazione del massetto prima di posare la ceramica. Per la posa del pavimento in legno si dovrà attendere che l'umidità del cassetto scenda sotto al 2%. Le tempistiche, in caso di massetto tradizionale, possono arrivare anche a 6 mesi (1 mese per ogni centimetro di massetto che deve asciugare). Per questo è assolutamente consigliata la posa di un massetto a rapida asciugatura che porta i tempi di asciugatura a 45 giorni, mediamente. 


 


Piastrelle
 

► POSA DELLE PIASTRELLE 

 

posa piastrelle


Trascorsi i 20 giorni dall’esecuzione del massetto si possono posare i pavimenti in ceramica in casa ed i rivestimenti nei bagni. Mentre per la posa del parquet occorreranno, come anzidetto, tempi differenti. 


► INSTALLAZIONE DEI SANITARI  

 

INSTALLAZIONE SANITARI

 

Ultimata la posa dei pavimenti e dei rivestimenti nei bagni l’idraulico potrà montare sanitari, rubinetteria, cassette esterne, mobile bagno e altri accessori di arredobagno.

► TINTEGGIATURE 

 

TINTE


Si potranno dipingere le pareti in quanto i posatori del legno (prefinito) non sporcheranno le pareti.


La posa delle piastrelle a pavimento e rivestimento richiede dai 3 ai 5 giorni per ogni bagno, a seconda della complessità dello stesso. Mediamente un posatore riesce a realizzare dai 25 ai 50 metri di pavimento in ceramica al giorno, a seconda del formato e della complessità dello schema di posa.

 


Parquet
 

► OPERAZIONI PRELIMINARI 

 

PRIMA DEL PARQUET

 

Per i pavimenti in legno è necessario che l'idraulico abbia ultimato di posare i sanitari e la rubinetteria nei bagni. Le tinteggiature dovranno essere ultimate così come il montaggio dei frutti dell'impianto elettrico e delle placche.
La posa dei pavimenti in legno è, infatti, l'ultima fase prima dell'arrivo dei mobili. 
 

Leggi l'approfondimento: Accortezze preliminari alla POSA del PARQUET >>

 

► POSA DEL PARQUET

 

POSA PARQUET



È giunto finalmente il momento di posare i pavimenti in legno

È chiaro che al momento della posa del legno dovranno essere tassativamente presenti i serramenti esterni perché il legno soffre anche l’umidità e lo sbalzo di temperatura.


Leggi l'approfondimento: "LEGNO ed UMIDITÀ" >>


La posa di un pavimento in legno prefinito richiede circa una settimana per una casa intera, due o tre giorni se limitata alla sola zona notte. 

 


 

A posa ultimata

Dopo la posa del legno si raccomanda di proteggere il pavimento con un tessuto-non-tessuto.

Evitate di utilizzare cartoni o tavole appoggiate direttamente sul pavimento che potrebbero nascondere, al di sotto, granelli di sabbia o frammenti di malta o cemento in grado di graffiare il pavimento. 

tessuto non tessuto

 

Sergio Girardi - Fratelli Pellizzari

Specializzazione: Responsabile tecnico di cantiere

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Cementine 20 Fioranese a Vicenza da Fratelli Pellizzari

    Le cementine da rivestimento o da pavimento sono in questo momento uno dei prodotti più richiesti per vivacizzare bagni ma anche zone living. Scopriamo in questo articolo le tre collezioni proposte da Fioranese, una in stile tradizionale, una seconda di design e la terza per chi ama il black&white... se non vi bastano le foto, venite a trovarci: le vedrete ambientate nei nostri due negozi.

  • pavimento esterno Vicenza vialetto giardino

    In questo articolo cercherò di darti alcuni consigli per progettare il percorso esterno di casa tua.
    In fondo all'articolo, troverai una gallery con alcune nostre realizzazioni nelle provincie di Vicenza e Verona.

     

  • piastrelle Hangar

    Flaviker presenta la nuova collezione Hangar, un gres porcellanato con un particolare effetto cemento. Questo grès è adatto a tutti gli ambienti esterni o interni di abitazioni o uffici.
    Per toccare con mano questa nuova collezione di piastrelle ti aspettiamo alla Fratelli Pellizzari.

  • pavimentazione esterna in pietra negozio e realizzazione a Vicenza provincia

    Pietra di Goya e porfido, una pavimentazione particolare che fa incontrare due materiali naturali.. bello da vedere e un divertimento per i piccoli di casa. In fondo all'articolo il video in cui Viola corre in questo esterno (se volete farvi due risate vi consiglio di guardare il backstage).