Le cassette di scarico

Caratteristiche, opzioni e differenze tra le cassette di scarico

04/01/2019

Esterne, a zaino, da incasso...ma anche sottili, con telaio premontato, mono o multi pulsante... l'elenco potrebbe continuare: le cassette di scarico per il wc si sono evolute e diversificate ed oggi abbiamo la possibilità di scegliere!

 

vari tipi di cassette di scarico
Argomento Wiki
Sanitari da bagno

La cassetta di scarico per il bagno

Compito della cassetta di scarico è quello di veicolare l'acqua all'interno del vaso consentendone la pulizia. Il funzionamento della cassetta è frutto del combinato disposto di due variabili: la quantità d'acqua che viene riversata e la velocità con cui l'acqua pulisce il vaso. 
Se da un lato il meccanismo di funzionamento è semplice, dall’altro le aziende costruttrici puntano ad una ricerca di miglioramento continuo sia in termini di funzionalità che con nuovi design che rendono meno impattante questo oggetto. 


Tipi di cassette di scarico

Possiamo dividere le cassette di scarico sostanzialmente in tre famiglie:

► cassetta a zaino
► cassetta ad incasso
► cassetta alta a catenella

L'ultima tipologia è quella di più antica provenienza, ormai sostanzialmente inutilizzata se si eccettua qualche bagno "English style" in cui ancora viene richiesta. 
 

La cassetta a zaino

Il modello "a zaino" prevede che la cassetta si appoggi direttamente sul wc e rimanga all'esterno del muro, quindi a vista. Le cassette a zaino possono essere:

► in ceramica
► in plastica 

Quelle in ceramica sono certamente più belle, anche perché il design viene pensato in relazione al modello del vaso,  mentre quelle in plastica sono più economiche e sono "standard", quindi non sempre si sposano correttamente con il design del wc. 


Cassetta di scarico ad incasso

Le cassette ad incasso, invece, spariscono all'interno del muro e dall'esterno vediamo solamente una placca che ci permette di comandare lo scarico dell'acqua. 
 

Funzionalità della cassetta di scarico

Se l'aspetto estetico non va sottovalutato, è soprattutto la funzionalità che viene richiesta quando si deve acquistare una cassetta di scarico. É, infatti, della massima importanza che ci garantisca da eventuali perdite o malfunzionamenti, specie nella versione ad incasso.  

Non solo: oggi per funzionalità si intende anche la possibilità di avere delle cassette esterne di dimensioni più ridotte, per adattarsi agli spazi limitati delle abitazioni moderne ed in grado di poter essere applicate anche nei divisori sottili cosa che un tempo era impossibile. 
Funzionalità significa anche la capacità di rispondere alle esigenze dell’installatore in termini di rapidità di montaggio e semplicità nella manutenzione e di intervento in caso di necessità. 

Alcune aziende hanno lavorato molto bene su tutti questi aspetti offrendo dei prodotti che sono facili da installare e da manutenere, eccellenti sotto il profilo della durata e della robustezza costruttiva ed in grado di poter essere installati anche in uno spazio ridotto.
Tra tutte ci sentiamo di consigliare la (solita) Geberit, azienda svizzera che, a nostro avviso, è in grado di offrire la massima affidabilità.
 

Cassetta di scarico: i materiali più utilizzati

Ma ricerca tecnologica significa anche studio ed utilizzo di materiali sofisticati.

In questo la storia della cassetta di scarico è emblematica, dalle origini in rame, nei primi anni quaranta al passaggio negli anni sessanta alla plastica, per approdare, oggi, ai materiali plastici come l’abs che, insieme ad una maggiore durata e robustezza, garantiscono una corretta dismissione a fine vita.
Il rispetto ambientale è importante!  


Caratteristiche

Una evoluzione ha visto protagonisti anche i metodi di trattamento dei materiali che costituiscono una cassetta e ne assicurano la coibentazione (che deve essere anticondensa) resistenza nel tempo e soprattutto insonorizzazione.
Quest’ultima, insieme al risparmio idrico, è la tematica che di recente è emersa come quella più tenuta in considerazione dalle case produttrici che propongono soluzioni tecnologiche molto interessanti.
 

Compatibilità tra cassette e vasi

Generalmente le cassette sono progettate per essere compatibili con moltissime tipologie di vasi esistenti nel mercato: nella scheda tecnica si trovano i singoli modelli compatibili ed anche le regolazioni sulla quantità d'acqua da impostare per il vaso installato.


Leggi anche "Il bidet: si o no?" >>

 

Monolith cassetta di scarico Geberit

Geberit ha studiato e prodotto Monolith, contribuendo così ad inventare un nuovo linguaggio formale per il design del bagno. La combinazione tra funzione e design è perfetta e la cassetta si può abbinare a numerosissimi sanitari in ceramica offrendo così al cliente un'ampia libertà di scelta.

Anche l'installazione è semplice, sia nelle nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni.
Non sono richieste modifiche strutturali nè opere murarie, anzi l'obiettivo di questa cassetta è proprio quello di evitare demolizioni di pareti e rifacimento di impianti.
I meccanismi sono nascosti in modo da non essere visibili, ma sono facilmente accessibili dal pannello in vetro frontale.

Monolith può essere accessoriato con portasalviette, ripiani, vani portaoggetti, luci.

 

CEADESIGN: La placca nasconde un idroscopino

Disponibili sia in versione lucida che satinata, le nuove placche in acciaio inossidabile AISI 316/L di CEADESIGN sono compatibili con vari tipi di cassette, tra cui Geberit, Tece, Viega e Grohe. Caratteristica è la presenza di un idroscopino a scomparsa per la pulizia del WC e per l'igiene intima. In questo modo possiamo utilizzare l'idroscopino anche nelle ristrutturazioni in quanto l’idroscopino si può collegare alla presa acqua della cassetta WC.

Insomma, niente interventi murali, niente orrendi portascopini a fianco del wc, niente bidet ! Risparmio e minimalismo.

 

progettista interni case arredo bagno Vicenza Greta Rigolon

Specializzazione: Progettazione di interni e consulenza bagni, anche chiavi in mano

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • progetti bagno rendering progettare disposizione materiali bagni Vicenza Verona

    Raccolta dei progetti bagno di Giulia, progettista di interni raffinata e sorridente. Lasciatevi ispirare dal suo gusto minimal e chic.. e se qualche progetto vi ispira particolarmente, fateglielo sapere commentando qui sotto o venendo a conoscerla di persona!

  • progetto mini piscina esterna con gazebo

    Un angolo relax direttamente nell'esterno di casa tua. Mini piscina Jacuzzi contestualizzata in un portico che sa di ferie estive.

  • pavimenti per uffici Cromaplast a Vicenza

    Nella nuova sede della Cromaplast un gres di grande formato riveste tutte le superfici e consente di ottenere un effetto metallico e tecnologico, grazie ad uno smalto luminescente.