Andrea Ferrari

progettista esterni ed interni case a Vicenza Andrea Ferrari Fratelli Pellizzari

Specializzazione: Pavimentazioni interne in ceramica, legno, veneziana ed esterne in porfido, pietra, autobloccanti

 

Andrea, nato a Cologna Veneta (Verona) ma cresciuto e tutt'ora residente a Gambellara (Vicenza), lavora da noi da quasi 20 anni ed è una delle colonne portanti dell'azienda.

Hobby & Passioni

Andrea ha due bellissimi bimbi, un maschietto ed una femminuccia che gli riempiono la giornata e sono il suo hobby preferito assieme alla pallavolo ed alla passione per l'arredamento. 

Tutti noi, in Pellizzari ammiriamo le sue visioni, il talento per l'arredamento, la passione per il suo lavoro, il saper "fare squadra" con i colleghi, il saper mettere a disposizione le proprie capacità e conoscenze con gentilezza e pazienza...  è un collega prezioso ed indispensabile.

andrea ferrari

Esperienze & Studi

La storia di Andrea alla Fratelli Pellizzari inizia durante gli studi, da un semplice stage estivo durante il quale ha dimostrato di essere volenteroso e serio. 

Conclusi gli studi di geometra ha iniziato a lavorare subito alla Pellizzari e contemporaneamente a frequentare un corso triennale di arredamento d’interni presso l'ISAI di Vicenza ed è riuscito a diplomarsi lavorando.

Andrea Ferrari interior designer alla Fratelli Pellizzari

Oggi

Andrea, oltre ad essere un capace consulente a disposizione dei clienti, è oggi responsabile dei progetti di pavimenti interni ed esterni della Fratelli Pellizzari nella sede di Gambellara. 
È ben conosciuto per la sua progettazione di pavimenti esterni, sia dal gusto classico che moderno.

Puoi ammirare i risultati in questo video dove abbiamo ripreso una casa realizzata a Lonigo >>>

Oggi il suo compito è quello di coordinare lo staff di progettisti dell'azienda monitorando e armonizzando i diversi progetti di pavimenti che vengono prodotti dai colleghi. Si coordina con Erica che svolge lo stesso compito per il mondo del bagno.

Guarda la Video Intervista ad Andrea

 

Il giorno di riposo di Andrea

Il giorno di riposo di Andrea è il lunedì: se passi in Showroom o lo chiami non lo troverai, sarà nella sua casa al lago di Garda a giocare con i suoi piccoli.

Se quindi avrai bisogno di lui il lunedì mandagli una mail, ti risponderà il martedì mattina.

A settimane alterne anche il sabato pomeriggio Andrea non è in Showroom, per essere sicuro di trovarlo il sabato passa la mattina o fissa un appuntamento, qui sotto trovi la sua mail!

 

 

Telefono
0444.649038

Andrea social

Ecco qui i link ai suoi social per poter conoscerlo meglio:

PROFILO INSTAGRAM DI andrea

&

PAGINA FACEBOOK DI andre

Intervista ad Andrea Ferrari

"Andrea, raccontaci del tuo arrivo in Pellizzari!"

Ricordo bene quei momenti, era l'estate del 1997, io ero un ragazzino e, spinto dalla voglia di fare, volevo trovarmi un lavoretto estivo, guadagnarmi qualcosa. Dato che stavo studiando Geometra ho pensato che mi sarebbe stata utile un po' di esperienza in un negozio di edilizia e così mi sono fatto forza, e col motorino mi sono presentato alla Fratelli Pellizzari di Gambellara.

 

"E qui hai fatto il tuo primo colloquio di lavoro?"

Si, anche se devi capire che ero un ragazzino, con la voce tremante e lo sguardo basso. Mi ricordo di aver detto qualcosa del tipo: mi chiamo Andrea, abito qui vicino, non è che per caso avete bisogno di un magazziniere nei tre mesi estivi?

 

"Eri un ragazzino ma devi aver fatto una buona impressione, visto che ti hanno assunto!"

E' stato il mio primo incontro con Michel Pellizzari. Mi è capitato, in seguito, di chiedergli cosa lo avesse convinto. Lui ricorda la mia voglia di darsi da fare e l'atteggiamento umile e rispettoso. In realtà credo fosse più "terrore" ma va bene così!

 

"Insomma, quei tre mesi estivi ti hanno cambiato la vita?"

Si, davvero! Ho iniziato quasi subito perché Michele mi richiamò al telefono dopo un paio di giorni chiedendomi di iniziare quanto prima. 

 

"Cosa ti ricordi di quei primi mesi?"

Sono stati mesi preziosi perché ho avuto come Tutor Sergio Girardi, che oggi è responsabile e saggio consigliere dei nostri cantieri. L'esperienza in magazzino mi serve ancora oggi perché ho maturato una conoscenza diretta di piastrelle, collanti, prodotti per l'edilizia... ho parlato con posatori, artigiani, muratori... Tutti mi chiamavano "Andrea Piccolo", era il mio soprannome. Ero affascinato dal mondo dei pavimenti e, preso il coraggio a due mani, ne ho parlato con Michele. Lui mi ha iniziato ad inserirmi in show room, a fianco di venditori esperti, e, mese dopo mese, questo è diventato il mio lavoro.

 

"E oggi che fine ha fatto Andrea Piccolo?"

Eh, ne sono passati di anni ed oggi sono Andrea e basta. Negli anni Michele mi ha dato sempre più responsabilità e spazio. Anche ora, dopo 20 anni passati in Pellizzari, ho ancora molto da imparare e sono perennemente curioso e assetato di novità.
Sono un appassionato di sport: mi piace il calcio il basket lo sci la vela..
I miei miti sportivi sono: 
Nel tennis decisamente Federer: stile ed eleganza assoluta. La dimostrazione che la classe, la genialità del colpo, vince contro la forza. 
Nella F1 adoravo Senna, sia perché era un pilota straordinario sia perché era un uomo carismatico che nascondeva le sue paure, per poi abbassare la visiera e diventare un tutt'uno con la macchina. 
La Pallavolo è il mio sport preferito, che tuttora pratico, e qui i nomi da citare sarebbero troppi.

 

"Parlaci della tua bellissima famiglia, Andrea"

Il tempo passa e i cantieri sono sempre di più, qualcuno sarà destinato a rimanere aperto a vita come quello di diventare un bravo papà. Non dovrei dire che i miei figli sono speciali, lo dicono tutti i genitori, però lo dico lo stesso: Nicolò e Noa sono unici!! 
Nicolò, il più grande, è precisino, attento, schematico, metodico e amante della routine: tutto sua mamma 
Noa, la più piccolina è terribilmente estroversa e testarda, dinamica, super competitiva, "andiamo" e "facciamo" sono le sue parole più usate: tutta sua papà.
Sono la mia vita.
 

 

"E quando devi raccontare a Noa e Niccolò il tuo lavoro?"

Ti faccio una premessa: credo di essere stato molto fortunato nel mio lavoro perché negli anni si è trasformato in qualcosa di completamente diversa da quando avevo iniziato.
Il ruolo di venditore "imbonitore" è sostanzialmente sparito ed è preistoria: oggi siamo più concentrati nel dare una consulenza, un'idea, un consiglio. Poi se il cliente considera buoni questi suggerimenti può decidere di acquistare. Certamente è più difficile ma molto, molto più stimolante. 
La mia soggettiva impressione che diventa proposta, discussione, poi progetto esecutivo e alla fine realizzazione. Questo spiego ai miei figli, la bellezza di avere l'idea giusta e di vederla concretizzata. Ed ho la fortuna di farlo tutti i giorni.

 

"Dicevi che il tuo lavoro è cambiato, mi spieghi meglio?"

Te lo spiego con una metafora: qualche anno fa viaggiavamo tutti sullo stesso treno. Il metodo di vendita era più o meno simile ed i clienti entravano in negozio attirati dalla serietà dell'azienda, mostravamo i pavimenti e mandavamo avanti gli ordini. Potevo rimanermene a fare quel lavoro, in una situazione di comfort zone su quel treno, nella carrozza comoda, con aria condizionata, pasto servito e farmi trasportare come tutti. Ma questo non era sufficientemente stimolante. Tutto troppo predeterminato. Sono sceso dal treno e sono salito su una macchina e ho deciso di viaggiare in modo diverso.. Più faticoso, più imprevisto, più difficile.. ma soprattutto più libero. 

L'azienda ha capito che potevo dare di più e mi ha dato la possibilità di crearmi una squadra, delle persone fidate, compagni di viaggio pronti alle sfide e che non hanno paura di essere molto spesso scomodi. Nel tempo, ho collaborato con: Erica Tregnago, Greta Rigolon, Martina Piovan. Loro, oggi, sono delle venditrici esperte in vari settori della Pellizzari ed oggi altre compagne di viaggio hanno preso il loro posto.

 

"Ecco, te lo stavo chiedendo... mi parli della tua squadra?"

Oggi la mia squadra è composta da:
Yasmine Benetti: Yasmine, non si tira mai indiretto, è la parte razionale dello staff. Tutto è possibile, una cosa alla volta. Questo è il suo modo di affrontare le cose per farle fatte bene e quello che lei fa, lo fa davvero bene. Ammiro la sua dedizione e come riesce a controllare la mia parte esuberante. Grazie Yasmine.  
Vanessa Zanetti: di giorno di notte in pausa... Se deve essere fatto e terminato un progetto non c'è orario che tenga. È giovane ma ha già l'occhio allenato per il bello e per i dettagli. I suoi consigli arricchiscono le idee. Grazie Vanessa. 
Giada Rossi. Giada è appena salita in questa macchina. In punta di piedi sta potenziando la nostra squadra con sensibilità, attenzione e dedizione. Grazie Giada. 

È bello guidare quando i compagni di viaggio sono speciali!

 [Alla radio - Thunderstruck AC/DC]
 

Tutti gli articoli di Andrea Ferrari