Pavimenti esterni a Colognola ai Colli, Verona

"Sedere in un giardino è un sogno, il sogno della quiete e del riposo dopo il lavoro compiuto di un giorno,
dopo il lavoro compiuto di un anno, dopo il lavoro compiuto di tutta una vita."
_Gabriele Tergit_

28/06/2021

Andiamo a trovare Marco e Mara, una coppia con figli che si è affidata a noi per la realizzazione del loro pavimento esterno a Colognola ai Colli (Verona), con la compagnia del progettista Andrea e la disegnatrice Vanessa.

 

Ciao! Sono Andrea e oggi insieme a Vanessa ti porto a fare un giro tra i verdi colli di Colognola, nella bella provincia di Verona. Andiamo a trovare Marco e Mara, due clienti che si sono affidati a me e alla mia squadra per la realizzazione dei pavimenti esterni della loro casa.

Mi sono occupato della progettazione del pavimento esterno, così come del battiscopa della casa (che non ci ha dato pochi problemi). Il risultato finale è stato super apprezzato dai proprietari (e anche dai loro vicini a quanto pare!) e adesso siamo pronti a presentartelo.

Fatti avanti e scopri cosa abbiamo realizzato!

 

Guarda subito il pavimento esterno di Verona!

Pavimentare l'esterno: il nostro punto di partenza

Partiamo da Marco e Mara, una coppia con figli alla fine della ristrutturazione delle propria casa in provincia di Verona, pronti a barrare l'ultima voce della lista: il pavimento esterno. Così come per tutte le ristrutturazioni, la realizzazione dei pavimenti esterni arriva alla fine di ogni lavoro interno alla casa, dopo aver fatto i bagni e curato l'arredamento di soggiorno, cucina, camere da letto. Di norma vedo spesso le persone sottovalutare l'importanza di un esterno curato nei dettagli. Non ci si ferma sul particolare o eccessivamente sull'estetica, ma si cerca di portare a casa un elemento funzionale in maniera sbrigativa.

Vivo gli esterni un po' differentemente e così se ne sono accorti anche Mara e Marco, che sono arrivati alla sede di Gambellara con un'unica indicazione per me: pavimento in porfido. Mi hanno poi lasciato carta bianca. Prima di disegnare l'esterno sono andato con Antonio, il nostro responsabile cantiere per pavimentazioni da esterno, a valutare la base su cui avremmo dovuto lavorare. Abbiamo quindi rilevato due criticità:

  1. Lo spessore del sottofondo era minore del necessario per la posa di un classico pavimento esterno in porfido, ma abbiamo presto risolto optando per un porfido ribassato;
  2. Il tubo del gas che circonda una parte della casa era posto ad altezza differenti e avrebbe impedito la creazione di un battiscopa uniforme, presi nota che avrei dovuto includere nel progetto un battiscopa sagomato sul tubo del gas.

Trovati i problemi e le annesse soluzioni e dopo aver preso le misure in cantiere ero pronto a passare al passo successivo.

Il pavimento esterno prima del nostro intervento

Pavimento esterno: le due proposte

Dopo aver valutato le problematicità dell'esterno e aver ascoltato le richieste dei clienti, quindi, ho iniziato a disegnare. Volevo che l'esterno rispettasse la casa e la incorniciasse a dovere. La bella struttura che avevano da poco ristrutturato doveva risaltare. Il pavimento che avrei realizzato con la mia squadra avrebbe dovuto stare al passo con una casa che, pur apparentemente semplice, dimostrava carattere: dalla scelta dei serramenti colorati, alle cornici in pietra delle finestre, fino agli interni rinnovati, nulla era scontato e così anche la pavimentazione esterna avrebbe dovuto mostrare personalità. 

Ho proposto a Mara e Marco due soluzioni: la prima piuttosto semplice con un disegno ad incrocio determinato dai ciottoli di fiume, la seconda più particolare con un uso più ampio della candida pietra di Prun. Loro la scelta l'hanno già fatta, ma tu cosa avresti scelto al posto loro?

Scopri come progettare il tuo esterno: Progettare il pavimento esterno

Abbiamo scelto il nostro pavimento esterno!

Marco e Mara hanno optato per la seconda soluzione! Per loro molto più interessante, dinamica, unica e in linea con lo stile country-chic che volevano dare alla casa. Ci troviamo quindi in una situazione in cui porfido, ciottoli e pietra di Prun si mescolano per dare un valore aggiunto alla casa, senza dimenticare di praticità.

Materiali classici come quelli scelti rischiano di essere banalizzati nella progettazione dei pavimenti esterni. È usuale vederli a campo pieno, senza dettagli particolari, utilizzati come riempitivo immediato senza ben valutare l'importante impatto visivo della pavimentazione esterna sulla resa finale della casa. Così qui abbiamo cercato di impiegare in maniera innovativa ogni materiale naturale, per ricreare movimento e particolarità.

Inoltre, abbiamo curato l'illuminazione del pavimento esterno, inserendo faretti a terra come da progetto. La coppia apprezza particolarmente l'atmosfera che si crea la sera una volta che tutte le luci sono accese! Sicuramente di ottima compagnia durante le grigliate estive tra amici e parenti.

Pavimento esterno in pietra naturale

Porfido, acciottolato e pietra di Prun per l'esterno

Il porfido a cubetti, naturalmente variegato nella colorazione, viene impiegato come base di partenza. Sul lato della casa viene posato con uno schema di posa diritta e sfalsata, mentre il centro della piazzetta viene realizzato tenendo una linea diagonale che rende più dinamica la stessa. Il porfido in una versione squadrata, poi, viene utilizzato per incorniciare delicatamente il corpo centrale del pavimento esterno.

La pietra di Prun delinea il passo carrabile e stabilisce la forma della piazzetta nelle sue due varianti: spazzolata e levigata. L'alternarsi della pietra nei due formati e nelle due finiture rende sicuramente la vista più interessante, meno scontata.

Ultimo ma non meno importante: l'acciottolato. I ciottoli di fiume, affogati nella malta cementizia, ci accolgono all'entrata del cancello e stabiliscono i quattro angoli del retro della casa. Una pura funzione decorativa che, insieme alla pietra di Prun, rende questo esterno così accattivante nella sua essenzialità.

Pavimento esterno: dettagli dei materiali

Un pavimento esterno "poetico"

Mara mi ricorda di come le sia sembrato poetico il mio racconto in sede di progettazione: "Ci parlavi di questo pavimento esterno come di una poesia, raccontandoci quello che sarebbe stato come se fosse un'avventura!". Forse era un modo carino per dire che ero stato particolarmente logorroico, ma d'altro canto, lei mi dice aver apprezzato questo lungo favoleggiare su quello che sarebbe stato il loro esterno e le motivazioni dietro ogni scelta.

Mi confida di come sia stato bello per lei vedermi "preso" dal progetto e di aver percepito la bellezza di un lavoro intriso di passione, cura del dettaglio e creatività tesa a rendere la loro casa più bella. Così, sappilo, se avrai a che fare con me probabilmente mi dilungherò tanto a parlarti delle emozioni legate al tuo progetto: un pavimento esterno non è solo una semplice pavimentazione, ma rappresenta la cornice della propria abitazione, il biglietto da visita che le mura della tua casa porgono a chi passa e a chi viene farti visita, suscitando belle sensazioni e curiosità.

Questo pavimento non è stato solo una delle tante cose da fare per finire di ristrutturare casa, ma ad oggi è lo sfondo delle serate estive di tutta la famiglia, è la prima cosa che rivedono Marco e Mara quando tornano dal lavoro, un piccolo angolo di paradiso intimo e personale dove sedersi e prendere un lungo respiro di tranquillità. 

Pavimentazione esterna finita

Grazie! 🌳

In primis ringraziamo Marco e Mara: grazie per averci affidato la progettazione del vostro esterno e averci permesso di condividerlo con gli altri! Avete creato un piccolo angolo di paradiso dietro casa.

Ringrazio il team di posatori che da anni si imbarca con me nella realizzazione di progetti sempre più ambiziosi e contorti! Senza delle buone mani nulla di quello che progettiamo diventerebbe realtà.

Infine, grazie a te per aver letto tutto l'articolo! Spero che ti sia piaciuto e che ti abbia ispirato. Se avessi dubbi o domande puoi scrivermi qui sotto grazie al box dedicato ai commenti. Se invece vuoi prendere un appuntamento per progettare i tuoi esterni o la tua casa usa il form qui sotto, saremo felici di accompagnarti in questo viaggio mettendoci tutta la creatività che abbiamo in corpo!

Tieni presente, però, che noi siamo una piccola azienda, un team di arredatori. Ci piace trovare le giuste soluzioni e lavorare con i prodotti più belli e più nuovi, preferendo il Made In Italy a tutto il resto, quindi è difficile per noi utilizzare prodotti economici perché diamo una serie di servizi che sono "compresi nel prezzo" tra cui consulenza, progetto, sopralluoghi...

Se pensi che facciamo al caso tuo e abiti (o verrai ad abitare) nelle province di Verona e Vicenza puoi venirci a trovare nei nostri negozi e iniziare a trasformare la tua casa.

Eccoti gli indirizzi dei nostri negozi specializzati in pavimenti, rivestimenti, bagni e cucine:

FRATELLI PELLIZZARI spa
Bagni, Cucine e Superfici
VIA VIGNAGA, 31
36071 COSTO DI ARZIGNANO (Vicenza) 

[email protected]

Lavoriamo su appuntamento per poterci concentrare completamente su di te

FRATELLI PELLIZZARI  spa
Bagni, Cucine e Superfici
VIALE EUROPA, 2
36053 GAMBELLARA (Vicenza)

[email protected]

Lavoriamo su appuntamento per poterci concentrare completamente su di te

Potrebbe interessarti: pavimenti esterni in pietra e ciottolo a Verona

Pavimento esterno realizzato a Verona con decorazione a freccia, clicca per vedere foto e video dei lavori ultimati

Abitazione a Verona: porfido e decorazioni

 

 

Progetta con noi il tuo esterno:

Per fissare un appuntamento in una delle nostre sedi a Gambellara o Costo di Arzignano, in provincia di Vicenza, compila il seguente modulo e ti ricontatteremo entro breve.

Dove vuoi fissare l'appuntamento?
Quando?
Mi interessa
Scegli i settori per i quali vuoi chiedere informazioni cliccando su quelli che ti interessano.
Puoi specificare i dettagli della tua richiesta scrivendoli qui sotto:
 
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.

RUOLO: interior designer e venditore
AMBITI: Pavimenti interni ed esterni, Bagni, Arredo
SEDE: Gambellara

ANNO DI ARRUOLAMENTO: 1998
MOTTO: Siamo tutti apprendisti in un mestiere dove non si diventa mai maestri.

 

 

 

RUOLO: Venditrice progettista di case complete
SEDE: Gambellara

ANNO DI ARRUOLAMENTO: 2018
MOTTO: Assicurati di non fare mai meno del tuo meglio.

 

 

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • In queste scale i gradini sono stati realizzati in opera abbinando porfido e trani. Nel primo caso l'alzata in trani arriva fino al livello della pedata, mentre nel secondo caso l'alzata sostiene il gradino in porfido che sporge. 

  • La quantità di piastrelle da ordinare è una questione molto più importante di quello che sembra. Un numero insufficiente potrebbe trasformarsi in un grave problema se il tono della fornitura di completamento non è lo stesso di quello con cui si è già piastrellata buona parte dell'abitazione. Per evitare questi problemi occorre calcolare bene la quantità di piastrelle necessarie. Ma quante piastrelle vanno ordinate? che percentuale di spreco - o sfrido - bisogna ipotizzare? 

     

  • In Italia un terzo dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 sono dovuti alla scarsa efficienza dell’edificio. Secondo gli ultimi studi di settore in Italia più del 60% degli edifici rientra nell’ultima classe energetica (G). Sarebbero  sufficienti interventi minimi di riqualificazione energetica per diminuire di oltre la metà i consumi energetici e le corrispondenti emissioni di CO2. 

  • Lo sappiamo che la scelta può essere ardua: con questo articolo ti mostrerò i pro e i contri di una pavimentazione in legno e di un pavimentazione in grès "finto legno". Chi l'avrà vinta?