Posa di pavimenti in ceramica

Posa piastrelle

Siamo consapevoli che la qualità del risultato finale, del pavimento, sia frutto di diversi fattori: serve un buon progetto, delle piastrelle di qualità, dei materiali per incollare e stuccare affidabili e, soprattutto, un bravo posatore. 
La posa è fondamentale per la riuscita del lavoro e va effettuata da persone preparate, capaci e stimolate a lavorare al meglio. 

In questa pagina parleremo di come evitare di incappare in problemi ed errori, di quali accortezze vanno utilizzate in cantiere, di quali attrezzature dovrebbe essere dotato il tuo posatore e, insomma, di come puoi riuscire ad ottenere una piastrellatura, sia a pavimento che a rivestimento, soddisfacente e durevole. 

Ecco gli argomenti. 

 

Una corretta posa evita futuri problemi...

Errori nella posa di piastrelle 

Sono molti anni che facciamo esperienza, più di 50, eppure c'è sempre da imparare. Posare i pavimenti non è un lavoro facile e nonostante 50 anni di esperienze non siamo infallibili.

Tieni presente che cambiano continuamente anche i materiali, siamo passati in pochi anni da piastrelle per pavimenti in cui lo standard era il formato 30x30, a lastre di grandissime dimensioni, con formati che arrivano e superano il 120x120. 

Per questo è importante fare formazione e tenere aggiornati i posatori: al cambiamento dei materiali dovrà corrispondere un cambio di metodi di posa, di tecniche e di tecnologie utilizzate, di collanti e di stucchi in grado di sopportare stress maggiori. 

Nonostante ciò alcuni problemi possono sorgere, molti dei quali sono risolvibili, alcuni non lo sono.
Ne parliamo approfonditamente qui:

Problemi di posa di piastrelle
 

Un posatore...giardiniere!

Posa di piastrelle: quale tecnica? 

Sono molte le tecniche per posare le piastrelle, anche se le principali sono tre:

  • la posa a secco (galleggiante o flottante o sopraelevato)
  • la posa a sabbia e cemento
  • la posa a colla

La posa a secco di piastrelle avviene, per esempio, con il grès di grande spessore per esterni, che viene posato su supporti (PVC o gomma) oppure su pietrisco o, infine, direttamente su terra. Di questo tipo di posa parliamo nell'articolo dedicato a questa particolare tipologia di piastrelle:

posa di grès ad alto spessore

Se, invece, si vuole che la piastrella aderisca al fondo di posa, occorre utilizzare una delle altre due tecniche: la posa a sabbia e cemento oppure la posa a colla su massetto. Le recenti normative Uni, e prima ancora la prassi, spingono ad abbandonare la posa a sabbia e cemento e ad adottare la posa a colla. Noi già da 20 anni posiamo solamente a colla su massetto per garantire una maggiore durabilità dei lavori. 
Se vuoi approfondire la questione trovi tutte le informazioni qui:

sabbia e cemento oppure colla?

 

Posa piastrelle effetto ferro, Arzignano

Posatori di piastrelle e posatori di massetti... 

Se l'abitazione è nuova oppure se hai deciso di demolire completamente il pavimento, dovrai scegliere come realizzare il massetto e a chi affidarne la messa in opera. Se vuoi conoscere i massetti e le caratteristiche che devono avere puoi iniziare da qui:

il massetto

Una cosa importante: noi ti sconsigliamo nel modo più assoluto di affidare il massetto ad un interlocutore e la posa del pavimento ad un altro, insomma di avere due diversi interlocutori. Questo è un errore comune ma grave, che è dovuto al fiorire di aziende che realizzano solo il massetto e che si interfacciano con imprese e progettisti suggerendo l'affidamento in quanto "specializzati".

Purtroppo vediamo continuamente casi di "rimpallamento" delle responsabilità: a massetto ultimato e pagato, eventuali problemi, purtroppo, ricadono sul cliente finale. 
Quindi, ripetiamo, il consiglio è quello di affidarti ad un unico operatore, in grado di realizzare sia il massetto sia la posa delle piastrelle. Se hai un unico interlocutore avrai anche un unico responsabile in caso di problemi.
Riceviamo decine di richieste ogni anno, anche dal sito, di consulenze per problemi in cui non si riesce a stabilire di chi sia la colpa, se del massettista o del posatore. Per questo, lo ripetiamo ancora una volta, il pavimento va pensato come un elemento unitario che non può essere spaccato in due.

Ti dirò di più: se riesci fatti scrivere in fattura "esecuzione in appalto di pavimento in piastrelle comprensivo di massetto, posa in opera e materiali" (o una frase simile). In questo caso sarai garantito al 100%, anche in caso di causa giudiziaria: l'esecuzione "in appalto" pone in capo a chi la esegue una serie di obblighi e di responsabilità a tua tutela. 

Posa piastrelle dal grande formato, Arzignano (VI)

Fondo di posa per le piastrelle

Un fattore fondamentale, per la buona riuscita di un pavimento in piastrelle, è il fondo su cui andremo ad incollarle.
Anche qui ci sono diverse possibilità ma le più comuni sono due:

  • posa in sovrapposizione su un vecchio pavimento esistente
  • posa su di un massetto, quindi su un fondo "nuovo" 

In caso di ristrutturazione è frequente il primo caso in cui ci si trova a voler sostituire il pavimento vecchio con una nuova piastrella. Tutti i clienti si pongono il problema di capire se demolire il pavimento completamente e poi rifare il massetto ed incollarci sopra, oppure se tenere il pavimento vecchio ed andare in sovrapposizione.

Chiaramente quest'ultima soluzione è - economicamente - preferibile perché si risparmiano i costi di demolizione e di smaltimento del vecchio pavimento. Ma non sempre è percorribile, specie quando si devono posare piastrelle di grandi o grandissime dimensioni ed il vecchio pavimento presenta problematiche.

Se hai intenzione di sovrapporre le piastrelle su un pavimento esistente non perderti questo articolo: 

sovrapposizione su pavimento esistente 

Chiaramente, se ti è possibile, ti consigliamo di demolire completamente il vecchio pavimento rifacendo anche il fondo di posa che potrà, così, essere assolutamente planare, compatto, solido e garantirà un miglior risultato. Il fondo su cui si incolleranno le piastrelle viene chiamato "massetto" e può essere realizzato in differenti modi. Ne parliamo nel successivo paragrafo. 

Incollaggio di piastrelle in sovrapposizione

Ad ogni piastrella il suo massetto? 

Beh, non è proprio così anche se ci sono molti tipologie di massetti. La scelta di quale realizzare dipende da vari fattori: tempistiche, tipo di impianto di riscaldamento, esigenze acustiche, esigenze di peso nei solai... 

Ma a prescindere dal tipo di massetto scelto, occorrerà che esso rispetti alcune fondamentali caratteristiche e prima di iniziare a posare le piastrelle il posatore dovrà fare alcuni controlli:

controlli da fare sul massetto

Posa di piastrelle all'esterno con cunei livellatori

Posa di piastrelle e rispetto dei giunti

Oltre alle fughe, lo spazio tra una piastrella e l'altra, un pavimento in piastrelle deve anche prevedere dei giunti. Si tratta di tagli profondi, che interessano anche il massetto, e che dividono il pavimento in varie porzioni. Il giunto andrà poi riempito con materiale elastico in modo da consentire alcuni (piccoli) movimenti alla pavimentazione senza che si creino fratture. 

Lo studio dei giunti va effettuato prima della posa in modo da non "rovinare" lo schema di posa delle piastrelle. Spieghiamo tutto qui:

giunti su massetto e piastrelle

Giunti da incubo...

La posa di piastrelle a regola d'arte

Per riuscire ad ottenere un migliore risultato esistono oggi delle tecniche e delle attrezzature in grado di aiutare il posatore a curare meglio alcuni dettagli ed a farti ottenere un pavimento (quasi) perfetto. Scriviamo "quasi" perché non va mai dimenticato che in questo settore i lavori sono fatti a mano, sono artigianali e non si può pretendere una "tolleranza zero" o avere aspettative di perfezione assoluta. Impossibile. 

Ma il risultato certamente migliora se utilizziamo delle tecniche opportune. Noi ad esempio ti consigliamo di pretendere che il tuo posatore utilizzi i cunei livellatori, un ottimo sistema per migliorare il risultato finale:

Posa di piastrelle con cunei livellatori

Posa piastrelle con cunei livellatori

Posa di piastrelle di grande formato

Quando il gioco si fa duro i duri entrano in gioco, diceva qualcuno... Ebbene con l'arrivo delle piastrelle di grande formato la posa è divenuta molto più complessa. Quando noi parliamo di "posa di piastrelle" intendiamo non solo il momento dell'incollaggio della lastra a pavimento o a rivestimento. Certo, questa è la parte più importante, ma non vanno sottovalutate le altre fasi, specie se dobbiamo occuparci di incollare delle piastrelle le cui dimensioni a pavimento, superano il formato 90x90 e divengono 120x120 o addirittura 160x160. 
Dobbiamo pensare alla difficoltà di trasportare all'interno dei locali la piastrella, di movimentarla, di spalmarci l'adesivo sul retro, di sollevarla e poi adagiarla sul letto di posa... tutto diventa estremamente più complesso. 

la posa delle grandi lastre

Per fortuna anche in questo caso ci viene in aiuto la tecnologia ed oggi abbiamo tutta una serie di attrezzature che ci permettono di trasportare e movimentare le piastrelle di grandi dimensioni, dei supporti che ci facilitano le operazioni di spalmatura dell'adesivo, degli strumenti che permettono, dopo la posa, di vibrocompattare o di avvicinare due lastre già posate. 
Capisco che tu possa pensare che questo è di competenza del tuo posatore, ma ti invito comunque a dare un'occhiata a questo articolo in modo che tu possa valutare il tuo posatore dall'attrezzatura con cui si presenta a casa tua. Se non ha la giusta attrezzatura... forse è meglio che ne cerchi un altro! 

attrezzature per grandi lastre

Posa piastrelle a Cologna Veneta

Posa e stuccatura delle piastrelle

Una volta che le piastrelle sono posate bisogna pensare a come sigillare la fuga e cioè la fessura che viene lasciata, obbligatoriamente, tra due piastrelle. La norma Uni stabilisce che la fuga minima a pavimento deve essere di almeno 2 millimetri. Noi sappiamo bene che la fuga è la principale nemica di ogni casalinga, per cui abbiamo investito tempo ed energie per cercare i prodotti più validi, quelli che riescano a garantire una facile manutenzione nel tempo. Iniziamo con il dire che i prodotti per stuccare i pavimenti in ceramica hanno fatto passi da gigante e che oggi esistono delle stuccature, a base di resine epossidiche, che sono completamente inassorbenti, elastici e che "ceramizzano" in superficie, al punto che la pulizia è semplice tanto quanto quella di una piastrella. Ma... costano di più. Qui trovi tutte le informazioni:

la stuccatura delle piastrelle

Fughe da incubo...

Posa delle piastrelle: i costi

Se dovessi rispondere in estrema sintesi alla domanda "quanto costa posare una piastrella?", direi che nel 80% dei casi il costo rientra nel range tra i 18 ed i 25 euro al metro quadrato. 

Ma, chiaramente, pur comprendendo che questo sia l'argomento più interessante per te che stai leggendo, devo dirti che è anche quello dove è più difficile darti delle risposte certe.

Posare un pavimento in piastrelle è un attività soggetta a molte variabili, alcune delle quali possono essere previste, altre richiedono per forza un sopralluogo. Poi ci sono dei fattori rilevanti, ad esempio la quantità di pavimento da fare o il formato della piastrella. Posare le piastrelle di un supermercato da 2.000 metri con delle piastrelle 20x20 costerà meno di 15 € (al metro quadrato) mentre posare 50 metri di piastrelle 100x100 nella zona giorno di casa tua costerà più di 20€.

Per riuscire a darti delle risposte più precise abbiamo scritto questo articolo in cui, grazie a delle ipotesi, tu ti possa fare delle idee sui costi di posa.

quanto costa posare le piastrelle?

Ma se stai cercando di risparmiare sui costi di posa, permettimi di riferirti quanto mi ha detto un cliente di una certa età: "non voglio sconti sulla posa! sono troppo povero per comprare le piastrelle due volte..." 

Le piastrelle vanno posate con amore

La posa delle piastrelle: consigli ed idee

Se sei arrivato fino a qui ed hai letto tutti gli articoli suggeriti avrai le idee molto più chiare su come funziona la posa delle piastrelle e delle cose da fare o non fare a casa tua. 
Ma ci sono altri articoli che ti mettiamo a disposizione, li trovi qui di seguito.
In questi articoli ti raccontiamo i nostri lavori, le cose che ci sono riuscite bene ma anche i nostri errori per evitare che succedano anche a te.

Abbiamo cercato di semplificare i contenuti per non rischiare di essere incomprensibili o noiosi ma ti accorgerai che dare un occhiata a questi articoli ti sarà utile quando dovrai affrontare il lavoro di posa delle piastrelle di casa tua. 

Un ultima annotazione: noi posiamo piastrelle solo nelle provincie di Vicenza e di Verona ma posiamo solamente piastrelle acquistate da noi, di cui conosciamo qualità e caratteristiche. Questo perché vogliamo e dobbiamo poter garantire la qualità e la durata del pavimento finito. 

Grazie per aver letto questa pagina e... buona posa!! 

Posa piastrelle in un sottotetto a Vicenza

Fissa il tuo appuntamento in negozio

Per fissare un appuntamento in una delle nostre sedi a Gambellara o Costo di Arzignano, in provincia di Vicenza, compila il seguente modulo e ti ricontatteremo entro breve.

Dove vuoi fissare l'appuntamento?
Quando?
Mi interessa
Scegli i settori per i quali vuoi chiedere informazioni cliccando su quelli che ti interessano.
Puoi specificare i dettagli della tua richiesta scrivendoli qui sotto:
 
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.

Approfondimenti

  • Movimentazione, taglio, installazione... operazioni abbastanza facili con i formati tradizionali ma che diventano difficili e rischiose quando i formati delle piastrelle in grès superano 100x100 centimetri. Per facilitare la posa in opera esistono apposite attrezzature di cui il posatore moderno deve dotarsi. 

  • Quali sono gli errori più comuni che si compiono quando si posa un pavimento in PVC? Te ne presento alcuni in questo articolo.

  • Il pavimento sopraelevato è una tecnica di installazione dei pavimenti nata per consentire di poter alloggiare gli impianti tecnologici in una intercapedine accessibile sotto al pavimento. Utilizzati specialmente negli spazi commerciali e direzionali hanno la finalità di rendere estremamente flessibile lo spostamento degli impianti - e quindi delle postazioni degli uffici - nel tempo. 

  • Prima della posa di un pavimento, specie se in legno o in marmo, è obbligatorio effettuare il ciclo di preriscaldamento o ciclo di "preaccensione" o "shock termico" per prevenire conseguenze future sui pavimenti. 

  • Quali sono le operazioni preliminari e le tempistiche corrette per la posa di un pavimento? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande.

  • Noi la usiamo soprattutto in due casi, ma una membrana desolidarizzante può aiutare a risolvere i problemi di posa in casi complessi di sovrapposizioni su fondi non coerenti o in cui sia richiesta una velocità di realizzazione. 

  • Tra i vari rumori disturbanti esamineremo in questo articolo quello creato con il calpestio che può essere un problema nel caso superi certi limiti. In questo articolo scopriamo quali sono le modalità per realizzare un pavimento che riduca i rumori e contribuisca all'isolamento acustico degli ambienti.

  • Nuovi sistemi di posa consentono di livellare le piastrelle ed evitare fastidiosi "dentini" tra le stesse. Questi gradini, infatti, oltre ad essere antiestetici possono compromettere la funzionalità di un pavimento o essere addirittura considerati difetti che compromettono la funzionalità del pavimento.

  • Per evitare problematiche o false attese è bene approfondire almeno alcune caratteristiche di base delle piastrelle in ceramica. I nostri piccoli consigli vi eviteranno imprevisti o malumori...

  • La moderna posa a colla è lo standard per la posa di gres, specialmente all'esterno o in caso di grandi formati, ma sono ancora molti i casi in cui viene utilizzata la posa a sabbia e cemento, specie per motivi economici.

  • Con materiali di qualità, gli strumenti più adatti ed i giusti metodi è possibile risolvere anche i problemi di infiltrazioni più complicati. Ecco un esempio di intervento su un terrazzo con perdite.