Rivestimento cucina

15/09/2021

Rivestire le pareti non attrezzate della tua cucina crea maggiore sicurezza durante la trasformazione e la cottura dei tuoi piatti. Scopri leggendo questo articolo le diverse soluzioni di rivestimenti cucina!

Argomento Wiki
Cucine

Il rivestimento cucina

Proteggere le pareti della cucina con un rivestimento che sia facilmente pulibile è importante, ma lo è altrettanto trovare un prodotto che si abbini correttamente con i mobili scelti e li metta in risalto.
In questo articolo ti mostreremo alcuni dei rivestimenti cucina a cui potresti ispirarti e tra i quali scegliere quello che meglio si sposa con la tua nuova cucina.
Prima, però, cerchiamo di capire meglio quali sono le pareti da proteggere con il rivestimento.

 

Quali pareti o porzioni di parete rivestire in cucina?

Oggigiorno, per contenere la spesa, è frequente la scelta di non rivestire tutte le pareti della cucina, ma di intervenire solo sulle parti a vista.


Per fare un esempio: se la tua cucina è in linea, chiusa da pareti ai lati e composta da una parte inferiore (basi e piano) ed una parte superiore (pensili) potresti rivestire solamente la fascia centrale e frontale, una superficie davvero minima rispetto alla stanza.

Quanti metri di rivestimento cucina?

Il calcolo dei metri quadrati di rivestimento necessari, nel caso in cui tu decida di rivestire solo la porzione tra piano e pensili, si calcola misurando  innanzitutto l'altezza della porzione da rivestire. Generalmente si parte da 80 centimetri di altezza da terra e si arriva a 160 centimetri di altezza. In questo modo avremmo circa 10 centimetri di rivestimento che si infilano sotto alle basi ed altri 10 centimetri che si infilano sotto al pensile. 

A questo punto si calcola la lunghezza della parte da rivestire che equivale alla lunghezza della cucina a cui, però, vanno tolte eventuali porzioni coperte da colonne (colonna frigo o colonna forno) che non necessitano di rivestimento dietro.

Ricordarti che se la cappa della cucina è a vista comunque dovresti rivestire anche la parte superiore ai 160cm di altezza dietro alla cappa, per dare la sensazione di un rivestimento totale.

 

Rivestimento cucina in legno

Rivestimento cucina in legno, lo stesso legno utilizzato a pavimento, che va a ricoprire il vano a giorno tra le colonne e la zona frontale del bancone cucina.

Clicca qui per continuare il tour di questa abitazione: Casa nuova a Cerea

Rivestimento totale o parziale?

Dal punto di vista economico è chiaro che un rivestimento parziale consente di ottenere un risparmio importante rispetto al rivestimento totale delle pareti e, una volta installata la cucina, non si vedrà alcuna differenza.

A favore, invece, della scelta per il rivestimento totale delle pareti della cucina vi è la libertà di cambiare disposizione dei moduli dell'arredamento o, addirittura, di sostituire i mobili della cucina senza che sia necessario sostituire il rivestimento.

Generalmente il costo del rivestimento cucina è limitato rispetto al costo della cucina per cui i clienti, nel rifare la cucina, preferiscono rifare anche il rivestimento delle pareti. Ma va valutato il disagio di avere un muratore e poi un posatore in casa. Oltre all'aspetto economico.

Rivestimento cucina in grandi lastre di gres

Rivestire la parete dietro il lavello ed i fuochi con la stessa piastrella in gres porcellanato dal grande formato con cui abbiamo realizzato l'isola della cucina? Sì, è fattibile!

Clicca qui per vedere di più: Cucina su misura a Gambellara

Quale spessore per il rivestimento cucina?

Una delle domande che spesso mi fanno i clienti è se sia necessario chiedere al produttore della cucina lo spessore corretto del rivestimento. Il dubbio viene dal fatto che il pensile nella parte superiore viene appeso al muro mentre nella parte inferiore appoggia sul rivestimento.
In realtà la parte superiore del pensile viene agganciata a delle barre che vengono fissate a parete e che sono adattabili in base allo spessore del rivestimento scelto. Per cui non è necessario sapere in anticipo lo spessore ma si andrà ad adattare, in fase di montaggio della cucina, il pensile al rivestimento.

Rivestimento vano a giorno in legno

Vano a giorno progettato nel mezzo della struttura a colonne e rivestito interamente in legno di rovere sbiancato, lo stesso utilizzato per il pavimento, ed illuminato da un led perimetrale.

Per saperne di più su questo progetto: Ristrutturare casa ad Arzignano

Finitura laterale del rivestimento cucina

Come va terminato a lato il rivestimento cucina? Deve sporgere rispetto ai mobili oppure non si deve vedere? In realtà, secondo noi, la soluzione migliore è che il rivestimento termini a filo della composizione della cucina, magari con un profilo in acciaio a delimitare la chiusura laterale.

Nel caso di penisola il rivestimento dovrebbe essere a filo del bancone e scendere anche nella parte inferiore a vista.

Rivestimento cucina in due materiali, Vicenza

Rivestimento cucina in due materiali, se guardiamo più attentamente in realtà sono tre, per il vano a giorno con piano di lavoro nascosto da due ante a scomparsa.

Vuoi scoprire quali sono i materiali? Clicca qui: Casa nuova in provincia di Vicenza

Cucina senza pensili, come rivestire la parete?

E se i pensili non ci sono? Se sopra alle basi hai semplicemente un piano cucina e magari una bellissima finestra che guarda sul giardino?
In questo caso potresti decidere di salire con un fascione di circa 30 centimetri di altezza, rispetto al piano. Nel caso ci sia una finestra dovresti pensare di rivestire anche le spallette di quella finestra.

Ma potresti anche pensare di "arredare" questa parete, dal momento che non ci sono i pensili, come un rivestimento di impatto, magari ricco di decorazioni, di immagini o di motivi geometrici.  

Rivestimento cucina con grande lastra, Vicenza

Quali materiali per il rivestimento cucina?

I materiali oggi disponibili sono molti:

  • pannelli in plastica stampati
  • pannelli di corian, in modo da poterli abbinare, saldandoli, al piano cucina
  • pannelli di conglomerati di marmo, anche in questo caso per poterli utilizzare in perfetto accostamento con il piano cucina
  • piastrelle in ceramica
  • grandi lastre in ceramica
  • applicazione di resina in parete
  • marmo o granito
  • legno verniciato

Nel confrontare i diversi materiali dobbiamo tenere conto di tre differenti aspetti:

  • tecnico: quali materiali sono migliori per pulibilità, resistenza agli acidi, macchiabilità, resistenza al calore
  • estetico: quali materiali si abbinano meglio ai mobili per la cucina scelti
  • economico

Il nostro consiglio è quello di utilizzare lo stesso materiale scelto per il piano, che dovrebbe avere già superato la valutazione tecnica ed economica e che esteticamente non va ad aggiungere altri colori/materiali in cucina.

Se, invece, questa possibilità non c'è il consiglio è quello di utilizzare le piastrelle in grès porcellanato in uno dei tanti formati e stili disponibili.

Cucina moderna senza rivestimento, Vicenza

Questa cucina moderna è stata progettata predisponendo lavabo e fuochi nell'isola, inoltre all'interno delle ante rientranti i vano a giorno è estraibile quindi non è stato necessario rivestire nessuna delle pareti cucina.

Clicca qui per continuare il tour di questa cucina: Ristrutturare attico a Vicenza

Quali piastrelle per il rivestimento cucina?

Per prima cosa dobbiamo considerare il formato delle piastrelle che possono essere:

  • molto piccole, come le tessere di mosaico bisazza 
  • piccole, come le piastrelle 10x10 cm che era un tipico formato da rivestimento cucina
  • standard, 20x20 cm circa, più o meno decorate, oppure
  • un grande formato, che potrebbe  andare dagli 80x80 cm o 60x120 cm
  • le grandi lastre in grès nel formato 80x240 cm o 120x240 cm

Io ti consiglio di stare sui grandi o grandissimi formati. Un grande formato significa meno fughe da pulire. Se ti piacciono i piccoli formati oppure il mosaico è bene pensare ad una stuccatura epossidica: a fronte di una piccola spesa in più otterrai una fuga più facile da pulire e che si conserverà sempre del colore originario.

Oltre al formato andrà scelta la superficie. Esistono piastrelle:

La superficie che ti consiglio per la cucina è la lappata oppure la levigata. Queste superfici molto lisce sono più facili da tenere pulite.

Infine occorre abbinare la piastrella allo stile dei mobili per la cucina scelti. In questo articolo ti diamo alcune indicazioni a riguardo:

5 stili per il tuo rivestimento cucina

Rivestimento cucina basso ad Arzignano

Cucina realizzata su misura, sfida difficile a causa di pareti fuori squadra, ad Arzignano - Vicenza. Il gres effetto metallo utilizzato come piano di lavoro per la cucina lo abbiamo posato anche verticalmente per creare il giusto rivestimento cucina.

Se vuoi vedere più foto di questa realizzazione, clicca qui: Una cucina su misura ad Arzignano

Perchè scegliere le piastrelle per il rivestimento cucina?

Innanzitutto per un motivo economico: le piastrelle in grès porcellanato sono utilizzate comunemente e probabilmente se stai costruendo casa sono il prodotto "da capitolato" già previsto dal tuo costruttore.
Le piastrelle hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo, inoltre loro superficie non permette allo sporco di fare presa, non assorbono unto e grassi e sono facilmente pulibili.
Quelle prodotte con la tecnologia del "grès porcellanato" hanno anche una ottima resistenza meccanica

Non sono propriamente un prodotto per il "fai da te" per cui a meno che tu non abbia già una certa dimestichezza nel posarle sarà bene che ti affidi a dei posatori. Abbiamo stilato una lista dei posatori di Vicenza e dei posatori di Verona per dare una mano a chi li sta cercando qui, nelle nostre zone.

Rivestimento cucina in gres effetto metallo

Rivestimento cucina in gres effetto metallo corten, stessa piastrella che riveste il piano dell'isola, intervallato da una comoda mensola in vetro bronzato e rifinito da un pannello in legno di rovere scuro.

Clicca qui per vedere l'intera cucina: Casa nuova a Malo Vicentino

Devo posare prima il rivestimento o installare la cucina?

Posto che si possono fare entrambe le cose è sempre preferibile rivestire prima la parete, soprattutto se si parla di grandi formati. Questo per evitare che si possano danneggiare i mobili della cucina durante il montaggio del rivestimento (alcuni posatori si rifiutano di posare il rivestimento cucina proprio perchè rischiano di fare danni).
Inoltre devi tenere conto del fatto che il rivestimento andrà forato per le prese elettriche e stuccato in prossimità dei mobili...

Grazie!

Grazie per aver letto il mio articolo! 

Spero di aver soddisfatto alcune delle tue curiosità nel mondo dei rivestimenti cucina e ti aspetto qui, nel nostro negozio, per farti esplorare tutte le possibilità che oggi esistono per rivestire le pareti della tua nuova cucina e, perchè no, progettare tutto l'arredamento su misura se non hai ancora acquistato la cucina.

Eccoti gli indirizzi dei nostri negozi specializzati in pavimenti, rivestimenti, bagni e cucine:

FRATELLI PELLIZZARI spa
Bagni, Cucine e Superfici
VIA VIGNAGA, 31
36071 COSTO DI ARZIGNANO (Vicenza) 

[email protected]

Lavoriamo su appuntamento per poterci concentrare completamente su di te

FRATELLI PELLIZZARI  spa
Bagni, Cucine e Superfici
VIALE EUROPA, 2
36053 GAMBELLARA (Vicenza)

[email protected]

Lavoriamo su appuntamento per poterci concentrare completamente su di te

Fissa qui il tuo appuntamento per il rivestimento e l'arredamento della tua cucina:

Per fissare un appuntamento in una delle nostre sedi a Gambellara o Costo di Arzignano, in provincia di Vicenza, compila il seguente modulo e ti ricontatteremo entro breve.

Dove vuoi fissare l'appuntamento?
Quando?
Mi interessa
Scegli i settori per i quali vuoi chiedere informazioni cliccando su quelli che ti interessano.
Puoi specificare i dettagli della tua richiesta scrivendoli qui sotto:
 
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.

RUOLO: Venditrice progettista di case complete
SEDE: Gambellara

ANNO DI ARRUOLAMENTO: 2018
MOTTO: Assicurati di non fare mai meno del tuo meglio.

 

 

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • In questo articolo ti faremo ricredere su tutti i pregiudizi che hai sui bagni rosa! Il rosa, se impiegato intelligentemente, può essere elegante, soffice, rilassante. Scopri insieme a noi perché il tuo bagno avrebbe bisogno di un tocco di rosa in più!

  • In questa casa a Montemezzo c'era un sottotetto da rendere abitabile: una sfida a cui abbiamo fatto fronte così!

  • Da studio medico anni '70, inpersonale ed un po' dimesso, a dimora di una coppia che, a lavori finiti, si fa una promessa. La ristrutturazione ha dato alla casa una nuova, solare personalità ottenuta grazie al grande lavoro e alla dedizione dei committenti e all'amore che le hanno dedicato.

  • Per gli amanti del decoro e della lucentezza il pavimento in legno di Olmo è di certo la scelta perfetta per la propria casa. Vediamo quali sono le caratteristiche di questo legno e analizziamone pregi e difetti, unitamente alle differenti origini