Pavimenti esterni in grès ad alto spessore

09/30/2019 - 07:34

Per realizzare una nuova pavimentazione esterna o per sostituire i (vecchi e brutti) piastrelloni in cemento o ghiaino lavato che fanno molto "anni '60" esiste oggi un prodotto innovativo, ingelivo, antimacchia ed indistruttibile... si tratta delle piastrelle ceramica ad alto spessore o "grès spessorato", che offrono numerose possibilità applicative.

Grès spessore 20 millimetri per esterno 

Stai pensando di realizzare un pavimento esterno in grès? Allora non perderti questo articolo in cui ti parlo di una novità che noi stiamo proponendo con sempre maggiore successo nei nostri negozi di Vicenza e Verona. 
Si può dire che questo prodotto abbia realmente rivoluzionato il mondo delle pavimentazioni per esterno. Si tratta del grès porcellanato ad alto spessore che molti chiamano "grès spessorato".
 

grès spessorato per esterni
Il grès ad alto spessore per esterni: una rivoluzione nel mondo dei pavimenti.


Per alto spessore intendiamo uno spessore variabile tra 18 e 20 millimetri, ma per ambienti a traffico carrabile molto pesante esistono anche grès di spessore 3 centimetri.
Questo elevato spessore non solo rende estremamente resistente la piastrella, rendendola perfetta per il traffico carrabile, ma ne cambia la tecnica di posa! Infatti con questi elevati spessori la piastrella diventa "autoportante", per cui non devi più realizzare obbligatoriamente un massetto su cui incollarla... ma la puoi posare a secco, su dei supporti in plastica o gomma, oppure direttamente su sabbia o ghiaia. 

Questa prospettiva rende questa piastrella adatta a sostituire altri materiali  (piastrelloni in cemento, lastre in marmo, decking in legno o WPC) che fino ad oggi erano le uniche opzioni per un pavimento galleggiante a secco.

Vediamo, allora, le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi di questo fantastico prodotto.  

Posa di grès spessore 2 cm. su supporti in un terrazzo a Vicenza

Grès spessore 20 mm: com’è fatto?

Il grès spessorato viene prodotto utilizzando argilla, feldpsati (un minerale che contiene quarzo) e sabbia.

La prima operazione è quella di macinazione: è importante ridurre l'argilla in particelle estremamente minute in modo che il grès spessorato non sia poroso. All'esterno la porosità di un grès mette a rischio la durabilità del pavimento. 
In questa fase un nastro trasportatore porta i vari materiali (pesati secondo una ricetta ben definita) al mulino di macinazione.
Viene aggiunta acqua e, all’interno, delle sfere di allumina macinano finemente le materie prime che vengono ridotte in particelle finissime.
In questo modo si ottiene la barbottina, dalla consistenza di uno yogurt, che viene stoccata in vasche sotterranee e che deve essere tenuta costantemente agitata per non far depositare la polvere a terra.

Grès spessore 20  macinazione
La macinazione dell'argilla nei mulini continui


 

La seconda fase è quella di ottenimento dell’atomizzato. In questa fase la barbottina viene spruzzata all’interno dell’atomizzatore. Un potente getto di aria calda asciuga la barbottina, l’acqua evapora e la parte solida cade sotto forma di polvere.
La polvere così ottenuta viene definita atomizzato e viene stoccata in vari silos (a seconda dei colori ottenuti) in attesa di essere utilizzata.

produzione gres 20 mm. atomizzatore
La fase di atomizzazione della argilla per la produzione del grès


 

La terza fase è quella della pressatura che darà origine alla piastrella cruda di grande spessore. Si tratta di miscelare preventivamente vari atomizzati per dare origine all’impasto del colore desiderato.
Le polveri miscelate vengono portate alle presse, viene riempito lo stampo di atomizzato dopodichè il pistone esercita una forza di circa 500 kilogrammi in un centimetro quadrato. Questo permette di formare il corpo della piastrella ed anche la struttura superficiale.

grès 20 mm di spessore, la produzione mediante pressatura
La pressatura: l'argilla collocata in uno stampo prende la forma della piastrella

Creare la piastrella è un po’ come fare una palla di neve: se l’atomizzato è troppo secca o troppo umida il risultato non sarà come quello richiesto.

Prima di affrontare l’ultima fase, quella della cottura, la piastrella cruda deve essere “essiccata”. Viene quindi inserita in un essicatoio in modo da ridurre il contenuto di acqua.
Ma è necessario pensare anche all’estetica, prima di cuocere la piastrella in gres
Grazie alla tecnologia di stampa digitale vengono applicati degli smalti che si combineranno con i diversi stampi in modo da dare origine a piastrelle di aspetto completamente naturale.
Gli smalti applicati sulla superficie si compenetrano con il supporto e, durante la cottura, diventeranno tutt’uno con il supporto.

la fase di cottura in forno delle piastrelle
L'ultima fase, la cottura, avviene in lunghissimi forni a tunnel dove le temperature raggiungono e superano i 1.200 gradi.


Siamo giunti all’ultima fase: la cottura. Viene eseguita inserendo la piastrella all’interno del forno in cui la temperatura cresce progressivamente fino ad arrivare a 1200 gradi. La piastrella si riduce dalle dimensioni a crudo di circa il 7%.
Il risultato è il nostro gres porcellanato di spessore 2 centimetri: un prodotto che vanta assorbenza d’acqua infinitesimale al punto che può essere utilizzato tranquillamente in esterno anche in condizioni estreme.

Al termine della produzione il materiale viene controllato pezzo per pezzo, classificato a seconda della scelta, del tono e del calibro.

Pavimento in grès spessore 2 centimetri con ciottolini

Grès da 20 mm per pavimento esterno: quali caratteristiche?

Caratteristiche del gres 2 cm.


Un pavimento esterno in grès porcellanato a spessore 20 mm. deve poter vantare alcune caratteristiche imprescindibili per garantirne la durabilità:

►  1. deve essere in grado di resistere agli sbalzi termici e...

Gres spessore 20 mm.: resistenza agli sbalzi termici


►  2. resistere agli eventi atmosferici  

Il grès spessorato non deve, cioè subire lesioni a seguito di stress di temperatura o a causa di eventi metereologici - anche estremi - in grado di determinare rapide variazioni di temperatura superficiale.

Gres 20 mm resistenza grandine



Inoltre
►  3. il grès spessorato deve essere resistente al gelo e cioè resistere, senza danni, alle basse temperature invernali.

grès da 20 mm. caratteristiche: gelo


Ma il nostro grès ad alto spessore da esterni deve anche essere in grado di:

►  4. resistere alla scivolosità consentendo il giusto livello di sicurezza a chi si trova a doverci camminare sopra in condizioni critiche: durante una pioggia o in un'umida giornata di nebbia.

resistenza allo scivolamento


 
Altre caratteristiche che deve avere un buon grès ad alto spessore da esterno sono:

► 5. la resistenza alla macchia: se cade una bevanda o un agente macchiante, il grès non deve assorbire!

Antimacchia


► facilità di pulizia, che deve essere possibile mediante una normale idropulitrice ma anche con spazzolone e straccio.

pulizia grès da 20 mm. esterno



Infine è importante: 
► la resistenza ai prodotti acidi 

resistenza del grès agli acidi


► ai trattamenti diserbanti o pesticidi in quanto il materiale potrà essere posato nei pressi di giardini.

grès resistente ai diserbanti


► la resistenza chimica all'azione del sale che si può rendere necessario spargere, durante l'inverno, per sciogliere il ghiaccio che si forma sopra al grès spessorato. 

grès 20 mm. resistenza al sale

 

 

I grès 20 mm. che offriamo, di qualità e di fabbricazione italiana, sono certificati per resistere a tutte queste situazioni. 

Un pavimento esterno in grès spessore 2 centimetri con ciottoli

Il gres spessore 2 cm: quali vantaggi? 

I nuovi grès per esterno ad alto spessore introducono una nuova prospettiva progettuale. Propongono nuovi concetti architettonici e sono pronti ad occupare ambiti dai quali la piastrella in ceramica era esclusa. 

I progettisti ed i committenti da oggi possono disporre di un materiale non solo estremamente resistente ma anche in grado di garantire continuità cromatica tra spazi interni ed esterni. Le collezioni per esterni sono, infatti, quasi tutte abbinabili con gli equivalenti grès di spessore normale utilizzati per la pavimentazione interna. 

Gres 20 mm. abbinabile a interno



Rispetto al grès di spessore normale, il grès porcellanato a spessore 2 centimetri ci consente degli utilizzi inconsueti. Come si vede dalla foto che segue possono essere abbinate soluzioni di posa a colla con percorsi a secco su ghiaino colorato o bianco. 
 

Posa del gres 2 cm. di spessore

 

La posa del grès spessore 2 centimetri

Come abbiamo detto i nuovi gres ad alto spessore rappresentano non solo una soluzione perfetta per gli spazi esterni che necessitano di elevate performance tecniche e di resistenza, ma offrono nuove possibilità.

Questo grazie a tre modalità di posa in opera:

► POSA A SECCO DI PAVIMENTO ESTERNO

Grès spessorato posa a secco su ghiaia

Il grès di grande spessore può essere posato a secco direttamente su sabbia, ghiaia o fondo erboso consentendo di ottenere un pavimento immediatamente calpestabile senza la necessità di un massetto e senza l'uso di massetti e collanti.

► POSA A COLLA DI PAVIMENTO ESTERNO

Grès spessorato con posa a colla

Se preferiamo la posa tradizionale, lo spessore di 2 cm di questi nuovi gres, abbinato alla posa a colla tradizionale,  permette di realizzare superfici estremamente resistenti capaci di sostenere senza problemi il passaggio la sosta di autoveicoli.

 

► POSA SU SUPPORTI DI PAVIMENTO ESTERNO

Gres spessorato posa su supporti

Infine le lastre di gres ad alto spessore si integrano perfettamente con evoluti sistemi di supporti che permettono di creare pavimentazione sopraelevate capaci di risolvere efficacemente situazioni di planarità e di alloggiare impianti elettrici ed idrici

Nei successivi paragrafi vedremo le tre modalità di posa per capire meglio vantaggi e svantaggi di ognuna. 

Posa di grès spessore 20 mm a secco

La forza dello spessore 2 centimetri permette di utilizzare le lastre di gres direttamente su di un fondo senza che sia necessario usare i collanti. Questa tecnica di posa si rivela particolarmente versatile su alcuni comuni sottofondi degli ambienti esterni quali l'erba, la ghiaia e la sabbia.

Posa gres 2 cm. su sabbia o su ghiaia

a) Posa a secco di grès su erba

Partiamo dalla prima, la posa su erba, che può essere eseguita in due modi: la posa diretta su manto erboso o la posa su sottofondo drenante e compatto e successiva ricrescita dell'erba.

Posa grès 20 mm. su erba

► Nel primo caso la piastrella di ceramica ad alto spessore viene appoggiata direttamente sul manto erboso. È opportuno lasciare delle fughe di almeno 5 centimetri tra una lastra e l'altra in modo da consentire la crescita dell'erba. Il risultato avrà una buona durata ma sarà soggetto ai movimenti del terreno e con il tempo le lastre perderanno la complanarità che avevano al momento della posa in opera. 

posa del grès su erba


Va, però, detto che è facile porre rimedio a questa situazione: basterà sollevare la lastra e aggiungere o togliere terra fino a riportarla in una situazione di planarità.

grès spessorato posa su erba

► Nel secondo caso (posa di grès spessorato su fondo drenante e successiva crescita dell'erba)  l'obiettivo è lo stesso, ovvero quello di lasciar crescere l'erba tra una piastrella e l'altra, ma si ottiene con un metodo più corretto che garantisce una maggiore durata del pavimento. Si procede a rimuovere l'erba sotto alla sagoma della piastrella, quindi si scava il terreno per circa 5/7 centimetri e si riempie questo spazio con della ghiaia in grado di fungere da superficie drenante. Quindi si appoggiano le lastre, lasciando sempre 5 centimetri circa di spazio tra una piastrella e l'altra. Infine si inserisce del terreno e si semina l'erba nello spazio tra una piastra e l'altra. Il pavimento così realizzato è più stabile. 

b) Posa a secco di grès su ghiaia e/o risetta

grès spessore 20 mm. su ciottolo

Ma il sottofondo ideale per la posa delle piastrellone in grès, a nostro avviso, è la "risetta". Si tratta di un pietrisco che viene macinato finemente fino a raggiungere le dimensioni di poco più di un chicco di riso. Questo sottofondo consente un perfetto livellamento e "tiene fermo" il pavimento in gres.

Grès spessorato posa a secco

La posa si esegue scavando il terreno per circa 12 centimetri e compattando il fondo del terreno che dovrà prevedere una pendenza in grado di far defluire l'acqua. Sul fondo compatto si stende un tessuto-non-tessuto che ha la funzione di impedire la crescita di erbe infestanti e quella di mantenere separato lo strato drenante dal terreno. Sul tessuto si cosparge uno strato di ghiaia di circa 6 centimetri. La ghiaia avrà una granulometria di 4-8 millimetri, sufficiente per garantire un buon drenaggio. Al di sopra della ghiaia si stende un pietrisco macinato fine con la granulometria di un chicco di riso, per questo detto "risetta".

Grès spessorato posa a secco

 

La risetta dovrà essere compattata e dovrà avere una pendenza di un centimetro per ogni metro in modo da evitare il ristagno dell'acqua sui soprastanti piastrelloni. Le lastre in ceramica ad alto spessore verranno posate utilizzando dei distanziatori di almeno 2 mm. in grado di realizzare una fuga di circa 2,5 mm. Le fughe potranno essere "stuccate" spazzandovi all'interno della sabbia, anche colorata. 

grès spessore 2 cm posato a secco

In molti casi si lasciano fughe di dimensioni superiori - 3/5 centimetri - e vengono riempite con granuli di marmo o ciottoli di fiume per un diverso effetto estetico. Perfetto per realizzare un effetto "pavimento di un giardino giapponese". 

Perché scegliere la posa a secco del grès 20 mm? 

La posa a secco comporta numerosi vantaggi: innanzitutto è semplice, modificabile in ogni momento e consente il drenaggio dell'acqua. La semplicità della posa ha come conseguenza che la pavimentazione può essere realizzata senza ricorrere a posatori professionisti ma rappresenta anche un ulteriore risparmio per l'assenza di collante. Senza contare i tempi di posa, molto più ridotti, è l'immediata usufruibilità del pavimento, senza i tempi di attesa necessari in caso di collante.

gres spessorato, la posa è semplice

 

Quando non va utilizzata la posa a secco

Non tutti gli spazi esterni sono adatti per la posa a secco, dipende dall'utilizzo che facciamo della porzione di spazio da pavimentare. Nel caso si decida di realizzare un patio per poter pranzare all'aperto, magari anche con gli amici, è consigliata una posa a colla su massetto. Questo per evitare che cibo e bevande si infilino tra una piastrella e l'altra oppure sotto alle stesse. 

grès spessorato: quando è un problema

Quando, invece, va usata la posa a secco

La posa a secco è, viceversa, consigliata negli spazi pedonali destinati a vialetto o marciapiede dove la possiamo trovare posata a giunto aperto per consentire la crescita dell'erba o per essere decorata con dei ciottoli o granuli di marmo colorato. Se non vi sono ambienti interrati la posa a secco garantisce costi minori, facilità di intervento nel caso si rendesse necessario far passare cavi o tubazioni ed anche un estetica più "naturale". 

Grès porcellanato spessorato: utile per il passaggio cavi

Gres spessore 2 cm. posato a secco su sassi

Posa di grès spessore 2 cm. a colla

Il gres ad alto spessore, se posato a colla in esterno, garantisce una resistenza ai carichi davvero importante: riesce resistere ad un carico di rottura di più di 1000 kg per singola lastra. 

Le elevate caratteristiche tecniche delle collezioni di grandissimo spessore 20 mm permettono di generare, quindi, superfici eccezionalmente resistenti in cui sia richiesta la resistenza a sollecitazioni importanti.

grès porcellanato resistenza a peso importante

 


Possiamo anche pensare ad utilizzi differenti rispetto al classico pavimento esterno dell'abitazione.

Si pensi, ad esempio, alle sollecitazioni a cui è esposto un pavimento di una azienda vinicolaQuesto è un caso in cui al pavimento è richiesto di essere antiscivolo e di essere in grado di resistere al passaggi di carrelli elevatori, al peso di botti fatte rotolare magari di taglio, allo spostamento di grandi silos o contenitori di vino. Non solo... Il pavimento dei locali in cui si produce il vino deve anche essere facile da pulire, non si deve macchiare con il vino e deve presentarsi bene quando i clienti vengono a visitare la cantina. Sono frequenti, infatti, le visite dei clienti in occasione di eventi, feste, meeting o "cantine aperte". Le piastrelle di gres ad alto spessore riescono a soddisfare queste esigenze estetiche e riescono anche a resistere alle sollecitazioni meccaniche.

Il pavimento perfetto per una cantina vinicola


Grès spessorato: come si incolla?

Tornando alla posa a colla: come si posa un grès da 20 mm a colla?

La realizzazione è del tutto simile a quella di un normale pavimento in piastrelle di normale spessore, anche se va tenuto conto di alcune osservazioni.
► La prima è che il materiale è molto pesante e la movimentazione è più difficoltosa
► Va inoltre tenuta presente anche la difficoltà nel taglio e nelle altre lavorazioni delle lastre.

Queste due condizioni rendono la posa a colla delle piastrelle ad alto spessore più costose rispetto ad una piastrella sottile.

come si taglia il grès ad alto spessore
Il taglio e la lavorazione di una piastrelle in grès ad alto spessore è una operazione più complessa e quindi più costosa, rispetto ad una piastrella di spessore normale.

Infine, visto che l'esigenza è di avere un pavimento estremamente resistente, ha senso che anche il massetto sia rinforzato. L'ideale è inserire una rete elettrosaldata diametro 5, in acciaio, maglia 5x5. 

Massetti rinforzato con rete

Le piastrelle in gres spessore 20 millimetri incollate sono in grado di sopportare agevolmente il passaggio di autoveicoli pesanti. Sono ideali quindi per passaggi carrai e, nella versione 30 mm. diventano adatti anche a pavimentare piazze, strade, viali. 

posa gres spessorato a colla

I vantaggi della posa su massetto con colla dei gres di spessore 20 mm sono:
► massima stabilità nel tempo
► massima resistenza in caso di superfici carrabili
► ideale in caso di traffico intenso


 

posa a colla del gres 2 cm

La posa su supporti

La posa su supporti garantisce un enorme vantaggio:  la possibilità di creare un intercapedine tra il livello del pavimento finito ed il fondo - in cui alloggiare eventuali impianti - combinata alla possibilità di rimuovere, ispezionare e poi riposare in modo estremamente facile il pavimento in gres

 

Gres 2 cm sopraelevato

 

Solitamente la struttura di sostegno è costituita da supporti portanti in polipropilene che si appoggiano su un fondo che può anche essere una guaina impermeabilizzante incollata a caldo.

Questi supporti solitamente sono regolabili e consentire la realizzazione del pavimento su qualsiasi sottofondo. Il vantaggio del sopraelevato è, come dicevamo,  quello di consentire il passaggio impianti elettrici o idrici nell'intercapedine sottostante e di aggiungerne di nuovi senza dover demolire il pavimento.

 

 

Supporti per gres spessorato sopraleelevato, disposizione.

 

Per quanto riguarda l'altezza che occorre tenere rispetto al livello del sottofondo noi consigliamo di attenersi alle seguenti disposizioni:
► massimo livello di sopraelevazione del piano di calpestio rispetto al sottofondo= 10 cm. 
► durante le operazioni di posa (per evitare rotture da eccessi di carico dovuti alle lavorazioni e alle movimentazioni) utilizzare un 5° supporto centrale provvisorio 
► se sono previsti carichi maggiori o intercapedini maggiori (fino a 50 cm. di altezza dal sottofondo) per maggiore sicurezza si raccomanda di posare su un foglio di lamiera zincata. In questo caso non serve un ulteriore supporto centrale.

Gres Porcellanato posa su supporti


La posa sopraelevata consente l'accesso ad alcuni VANTAGGI tra i quali:

► alloggiare impianti elettrici e tubazioni  
► ispezionare con facilità questa intercapedine 
► ottenere un drenaggio dell'acqua ottimale 
► avere una maggiore resistenza alla dilatazione termica 
► ottenere una riduzione dei tempi e
► dei costi di messa in opera ed
► una diminuzione del carico di peso, dovuta all'assenza del massetto cementizio. 

 

 

Supporti per gres spessorato sopraelevato rettangolare, disposizione

I pezzi speciali in grès spessore 20 millimetri

Una delle cose fantastiche del grès di alto spessore sono i pezzi speciali che le aziende (non tutte, ma quelle brave si) mettono a disposizione. 
Sono studiati per rifinire gli spazi esterni con dettagli raffinati e sicuri. Ma consentono anche di ottenere soluzioni estetiche e tecniche per integrare con coerenza pavimenti alle forme e caratteristiche delle parti architettoniche esterne come i muretti e piscine.

 

pezzi speciali

Il prezzo del grès spessorato per esterno

Il prezzo, come sempre, dipende dalla qualità del materiale, dalla temperatura di cottura e dalla durata della cottura, dal design più o meno impegnativo, dal formato (il formato 60x60 è il più economico), dal colore... insomma da una serie di variabili.

I nostri clienti sanno che noi, nei nostri negozi di Vicenza, non abbiamo prodotti di qualità scadente e che non facciamo mai questioni di prezzo, ma semmai ricerchiamo i prodotti più belli, più nuovi e più performanti.
 
Ma per dare una risposta, seppure indicativa, possiamo dire che il prezzo di un gres spessore 2 cm. per esterno di buona qualità e nel formato 60x60 parte da circa 30 euro al metro quadrato, iva esclusa, fino a circa 45 euro al metro quadrato per i prodotti più belli. 

Gres spessorato effetto legno


Il prezzo aumenta nel caso in cui si voglia utilizzare un formato rettangolare, come quello degli effetto legno in grès formato 30x120 o 40x120. In questo caso dovremo spendere circa cinque/dieci di euro in più giustificati dai maggiori costi produttivi che comportano i formati rettangolari. 

Bordo naturale o bordo rettificato?

Nella scelta di un grès spessore 20 millimetri una delle cose che dobbiamo considerare è l'alternativa tra bordo naturale o bordo rettificato. Il bordo naturale è quello tipico della piastrella ad uscita forno. Quando parliamo di bordo rettificato intendiamo dire che la piastrella viene "ritagliata" in modo da avere un bordo perfettamente diritto e rettilineo. 

bordo naturale o rettificato gres spessorato

Il bordo naturale è meno spigoloso se ci dobbiamo caminare a piedi scalzi, risulta essere quindi più gradevole.
Inoltre permette, grazie alla rotondità dello spigolo della piastrella, un miglior deflusso dell'acqua superficiale.
Dal canto suo il bordo rettificato è più "aguzzo" nello spigolo ma offre una maggiore precisione delle fughe, una migliore geometria. In caso di posa sopraelevata su supporti il grès rettificato facilita le cose al posatore e consente una migliore riuscita del pavimento. 

Alternative al grès porcellanato 2 centimetri di spessore, vantaggi e svantaggi

Il gres spessore 2 centimentri è una valida alternativa alla pietra naturale. Anche la pietra, o il marmo, possono essere tagliati con spessori elevati e possono essere posati galleggianti (su supporti, su sabbia, su ghiaia o su erba).
Rispetto alla pietra il gres non è soggetto ad assorbire sostanza macchianti, né a deteriorarsi a causa di infiltrazioni d’acqua che gelano.

Un'altra opzione alternativa sono le lastre di cemento colorato (oppure le varianti con la superficie ricoperta di graniglia di marmo o di ghiaino lavato). Anche questi prodotti possono essere posati galleggianti. Ma offrono una estetica molto più limitante e sono caratterizzate da assorbenza e da durabilità più limitata.

Il gres 20 mm offre, rispetto ai materiali alternativi infinite soluzioni estetiche, resistenza al gelo, inassorbenza, resistenza al graffio e  durabilità senza uguali.


Grazie! 

Grazie per aver letto il mio articolo. Spero tu abbia trovato degli spunti utili o che ti abbiano fatto venire buone idee.

Se vuoi aiutarci commenta qui di seguito suggerendoci contenuti, domande ed anche critiche: c'è sempre da imparare e da migliorare.

Puoi anche commentare chiedendo un preventivo anche se ti suggeriamo di venirci a trovare nei nostri negozi di Arzignano (VI) e di Gambellara (VI). 

Come sempre noi, in Pellizzari, diamo la possibilità, a chi vuole risparmiare, di trovare dei gres ad alto spessore da esterno nel nostro outlet pavimenti da esterno.
In questo caso il costo del prodotto scende a circa 24/26 euro al metro quadrato perchè acquistiamo dai produttori, a metà prezzo, dei fine partita, dei prodotti fuori catalogo o fuori tono consentendo ai nostri clienti di fare degli "affari d'oro".

Puoi accedere direttamente all'outlet cliccando qui.

Buoni affari! 



FRATELLI PELLIZZARI spa
VIA VIGNAGA, 31
36071 ARZIGNANO (Vicenza)
[email protected]

 

FRATELLI PELLIZZARI spa
VIALE EUROPA, 2
36053 GAMBELLARA (Vicenza)
[email protected]

Scegli formato e colore del tuo gres da esterno, fissa subito il tuo appuntamento

Per fissare un appuntamento in una delle nostre sedi a Gambellara o Costo di Arzignano, in provincia di Vicenza, compila il seguente modulo e ti ricontatteremo entro breve.

Dove vuoi fissare l'appuntamento?
Quando?
Mi interessa
Scegli i settori per i quali vuoi chiedere informazioni cliccando su quelli che ti interessano.
Puoi specificare i dettagli della tua richiesta scrivendoli qui sotto:
 
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.

Specializzazione: Pavimenti in piastrelle di ceramica

 

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...