Come disinfettare efficacemente gli ambienti domestici

“La pulizia è la più ordinata forma di paura.”

(Richard Krause)

04/09/2020 - 18:27

Guida alle buone abitudini ed ai corretti comportamenti da adottare durante le pulizie domestiche.
In queste righe troverai dei suggerimenti utili a rendere più "sicura" la tua casa, creando un metodo di pulizia pratico ed intuitivo e non confusionario ed approssimativo.

Argomento Wiki
Bagno Cucine

Pulire ed igienizzare il pavimento della propria abitazione

 

I pavimenti sono un ricettacolo per germi e batteri, soprattutto se non abbiamo la buona abitudine di toglierci le scarpe prima di entrare nella nostra abitazione. Infatti, per strada e nei luoghi pubblici raccogliamo una quantità ingente di germi e batteri, oltre a terra, sabbia e sporco. Diventa così fondamentale lavare spesso e adeguatamente queste superfici.

 

  1. Riordina: la prima cosa da fare è liberare l’area da lavare, spostando sedie, cesti/vasi, divani e mobili leggeri;
  2. Rimuovi la polvere: la seconda fase consiste nel rimuovere sporcizia e polvere che possono essersi accumulati (terra, sabbia, briciole, residui di cibo ecc.).
    Gli strumenti ottimali sono l’aspirapolvere e la scopa elettrica; in loro assenza possono andare bene anche la scopa tradizionale e/o un panno elettrostatico. L'ideale sarebbe raccogliere i residui più grossolani per primi con la scopa, passare all'aspirapolvere ed ultimare con il panno elettrostatico ma, quando il tempo stringe, uno dei tre metodi è sufficiente.
  3. Lava il pavimento: la fase del lavaggio vera e propria necessita di spazzolone, straccio, ma, soprattutto un buon detergente. In base alla tipologia di pavimento (marmo, parquet, cotto, gres porcellanato ecc.) che ci apprestiamo a pulire, è buona norma utilizzare un detergente specifico. I detergenti che si trovano nella grande distribuzione sono spesso aggressivi e contengono additivi base cera. Questi se da un lato rendono più "brillanti" i pavimenti, dall'altro lasciano patine oleose sulle superfici e, di fatto, stratificano di lavaggio in lavaggio imprigionando lo sporco sotto queste barriere.

    Ti consiglio di procurarti detergenti prodotti da aziende specializzate, tra le altre FILA, che trovi ovunque, oppure BELLINZONI (più specifici e professionali). 
    Procurati anche dei disinfettanti certificati, riconosciuti come presidi medico-chirurgici.
    A questo punto utilizzate i prodotti nelle dosi consigliate e spazzolate a fondo i pavimenti, aiutandovi con le mani nei punti più difficili da raggiungere.

 

  1. Arieggia il locale: in assenza di VMC, lasciate arieggiare l’ambiente per favorire il ricircolo dell’aria viziata e velocizzare il processo di asciugatura dei pavimenti.
  2. Lava spugne e stracci: infine, è necessario lavare gli stracci utilizzati in lavatrice a 60°, approfittando per lavaggi simili (tappetini del bagno, strofinacci ecc.)
     
igienizzare casa pavimento legno pulizia

 

Se il tuo pavimento di casa è un parquet in legno non devi esagerare con i lavaggi: il legno soffre l'eccesso di lavaggi come abbiamo spiegato in questo articolo in cui spieghiamo come si effettua correttamente la pulizia dei pavimenti in legno:

La pulizia dei pavimenti in legno

Germi e batteri nel bagno: dove si accumulano e come eliminarli

 

Il bagno, assieme alla cucina, a causa di umidità e presenza di acqua e condutture di scarico, è l’ambiente della casa in cui proliferano più germi e batteri. Diventa, quindi, fondamentale avere un bagno non solo pulito ma anche, e soprattutto, disinfettato.

 

  1. Riordina: anche nel caso del bagno, prima di lavare il pavimento e altre superfici, è buona norma liberare l’area di interesse e riporre oggetti e vestiti negli appositi contenitori (cassetti, cesto della biancheria ecc.)
     
  2. Pulire sanitari e lavabi: per pulire le superfici in ceramica o altri materiali tecnici (corian e resine varie), si possono utilizzare degli sgrassatori disinfettanti ad azione antibatterica, che vanno poi rimossi e risciacquati con una spugna morbida o con un getto d’acqua (vasca e doccia). Inoltre in presenza di vasche idromassaggio è necessario, in base alla frequenza di utilizzo ma almeno 1 volta ogni 2-3 settimane, fare un ciclo di disinfezione dell’impianto di pompaggio dell’acqua al fine di eliminare i batteri che si accumulano nelle tubazioni.
    Alcune aziende sono molto attente a questa tematica e nella produzione delle loro vasche da bagno utilizzano tubi in particolari materiali plastici antibatterici impiegati soprattutto nell’industria alimentare. Nonostante ciò, non è possibile eliminare totalmente la minaccia anche se con l’impiego di prodotti, come ad esempio IDRO SANIT SHOCK, si aiuta a conservare al meglio l’integrità di tubi e guarnizioni oltre che igienizzare la tua vasca.
     

Anche la rubinetteria può essere disinfettata con sgrassatori e detergenti neutri, da evitare Viakal ed in generale miscele troppo aggressive che rischiano di danneggiare irrimediabilmente le superfici verniciate o cromate, oltre ad emanare maleodoranti fumi chimici che sono nocivi per l’uomo.

Pulire la rubinetteria

 

igienizzare bagno pulizia


Discorso a parte merita l’interno del wc, nel quale è opportuno utilizzare prodotti più concentrati e specifici vista la sensibile area di intervento.
 

  1. Lava pavimenti e rivestimenti: come per il resto dei pavimenti della casa, dopo un’accurata rimozione di polvere e residui, con l’ausilio dell’aspirapolvere potrai procedere al lavaggio con acqua e detergente diluito nelle dosi raccomandate. Nel caso di pavimenti in gres la stessa soluzione utilizzata a terra potrà essere usata anche per detergere il rivestimento. Ai pavimenti in grès abbiamo dedicato uno specifico articolo: 

La pulizia dei pavimenti in gres

4. Lava e cambia spesso i tessuti: asciugamani, accappatoi, tappeti per vasca/doccia, salviette e tende vanno cambiate e lavate con frequenza. Tra le fibre dei tessuti si accumulano polvere, capelli, peli, cellule di pelle morta e microorganismi che proliferano a causa dell’umidità.

5. Arieggia il locale: in assenza di VMC, dopo aver fatto la doccia/vasca aprite le finestre e lascia arieggiare l’ambiente per favorire il ricircolo dell’aria umida; eviterai così la formazione di condense e muffe.

 

igiene a casa come pulire


Germi e batteri in cucina: dove si accumulano e come eliminarli

 

La cucina, assieme al bagno, è l’ambiente dove a causa della presenza d’acqua, di alimenti e dei loro processi di trasformazione e cottura si accumulano più sporco e batteri. È il cuore della casa e probabilmente è l'ambiente più vissuto.

Mentre la pulizia del piano cucina ed utensili è necessaria dopo ogni processo di cottura, la frequenza del lavaggio di griglie e fornelli dipende dalla tipologia di cottura adottata e dalla mole di utilizzo della cucina stessa. Il prodotto più adatto alla pulizia di superfici, utensili elettrici ed oggetti vari, che non possono essere lavati in lavastoviglie o nel lavello con acqua bollente e detersivi, è un buono sgrassatore disinfettante.

In base alla tipologia di piano di lavoro, invece, è consigliabile utilizzare prodotti specifici, non acidi, per marmo ed agglomerati: detergenti neutri, prodotti naturali a base di aceto e limone o acqua calda se hai scelto un top cucina in gres porcellanato e sgrassatore disinfettante per corian, fenix o altri materiali.
Assieme al piano, è bene lavare approfonditamente e con molta frequenza anche il lavello avendo cura di non accumulare e lasciare troppo a lungo stoviglie sporche e residui di cibo.

pulizia lavello cucina


Un altro ricettacolo di sporco e batteri è la cappa; in base alla sua tipologia (integrato al piano cottura, down draft, sospesa o ad incasso, i suoi elementi possono essere rimossi e lavati o con sgrassatori o direttamente in lavastoviglie.
Tra i vari elettrodomestici per la cucina, la cappa è quello su cui si depositano in maggiore percentuale grassi di cottura e polvere che è bene rimuovere con una frequenza proporzionale a quella di utilizzo del piano (almeno 1 volta al mese).

Scopri di più sulla nuova cappa cucina Bora


Infine, muffe, cattivi odori e cibi scaduti in fase di putrefazione sono il sintomo lampante che il frigorifero necessita di un’accurata disinfezione. Il vano dovrà essere necessariamente svuotato di tutti i cibi e dei vari ripiani e cassetti. Ogni componente dovrà essere lavato con acqua e detergenti disinfettanti, così come le pareti interne del frigo andranno sfregate con panni morbidi (non pagliette abrasive) e sgrassatori/detergenti, sciacquate con acqua tiepida ed in fine asciugate.

pulizia cucina igienizzare

 

Animali domestici no problem: cosa fare con gli amici a 4 zampe

 

Se in casa sono presenti animali domestici, soprattutto cani e gatti, ecco di seguito alcune precauzioni e buone abitudini che possiamo adottare per evitare che i nostri amici a quattro zampe rendano non salubre la nostra abitazione, complicando la corretta pulizia e disinfezione degli ambienti:

 

  1. Aspirapolvere: in presenza di animali non sarà necessario lavare troppo spesso i pavimenti della nostra abitazione, ma, sarà sicuramente consigliabile aumentare la frequenza nell’utilizzo dell’aspirapolvere per raccogliere peli, polvere, terra e sabbia provenienti dal loro manto e dalle loro zampe.
  2. Cucce e tappetini: sbattere e lavare periodicamente cucce e tappetini dove i nostri animali dormono e si rilassano, sarà utile ad evitare che peli e sporco si accumulino e propaghino all’interno della casa.
  3. Salviette igienizzanti: alla fine delle passeggiate e dopo essere stati in giardino, è consigliabile pulire le zampe e le parti intime dei nostri quadrupedi, ci proteggerà da una grossa quantità di germi e batteri.
  4. Divani e tessuti: se i nostri animali sono autorizzati a salire sul divano o si stendono abitualmente su tappeti e altri tessuti presenti in casa, è bene circoscrivere la loro area di azione con teli, che identifichino dove possono sdraiarsi, che dovrai sbattere, cambiare e lavare di frequente. Inoltre, le fodere di divani, tappeti e tende andranno necessariamente lavate in lavatrice, stando attenti alle indicazioni di lavaggio consigliate.
  5. Spray disinfettanti: un altro utile strumento per combattere la proliferazione di batteri che dia un’immediata igienizzazione, e che permetta di pulire e disinfettare anche gli oggetti ed i supporti più difficili, è lo spray disinfettante. Con questo tipo di prodotto, preferibilmente certificato e riconosciuto come presidio medico-chirurgico, si possono velocemente annientare colonie batteriche pericolose.
    Lo spray è adatto sia a superfici morbide e tessuti (rivestimenti tessili, poltrone, sedie, peluche, testiere di letti, cuscini, materassi, tende, moquette e tappeti, sedili auto, tappeti auto, passeggini, seggiolini ecc.) sia a superfici dure (tavoli, maniglie, ringhiere, pattumiere, telefoni, sanitari, accessori animali, giocattoli ecc.).

 

disinfettare casa con animali cane
Lui è il mio cane, Spencer, e so bene come pulire la mia casa da quando è diventata anche casa sua. Clicca sulla foto per scoprire un po' di più di me attraverso il racconto della mia casa

 

Luoghi comuni sull’igiene a casa

 

Molti credono che il luogo in assoluto dove si accumulano e proliferano più germi e batteri sia il wc di un bagno pubblico. In realtà non è così, il wc è “superato” per quantità di batteri da altri spazi più graditi da questo tipo di microrganismi.

batteri a casa igienizzare pulizia


Di seguito alcuni esempi di oggetti particolarmente interessati dalla proliferazione di colonie batteriche:

  • Seggiolini per bambini: mediamente il seggiolino dell’auto in cui viaggiano i nostri figli è infestato dal doppio dei batteri che si riscontrano nella tazza di un bagno pubblico;
  • Cuscini: dopo soli 2 anni di utilizzo, il peso di questi oggetti aumenta a causa della concentrazione tra le sue trame di batteri, residui di pelle morta, saliva, peli, capelli e acari della polvere. Se riflettiamo su questa constatazione, capiremo come mai i cuscini risultano in questa lista;
  • Borse della spesa riutilizzabili: quanti di voi lavano le shopping bag regolarmente? Infatti, da una ricerca dell’università dell’Arizona, emerge che sulla superficie delle borse riutilizzabili in cui riponiamo cibi e bevande che acquistiamo nei supermercati si depositano, tra gli altri, addirittura batteri fecali;
  • Spugne e strofinacci: sono gli ausili più sporchi di tutta la casa. Paradossalmente sono utilizzati per pulire oggetti e superfici, ma, l’umidità che li caratterizza è un ambiente favorevole alla proliferazione dei batteri.
  • Cellulari: qui, si depositano 10 volte tanto i batteri che infestano il sedile di un wc pubblico. Basti pensare a quanto spesso si pulisce il cellulare e a quanto spesso si disinfetta un sanitario. Lo stesso discorso vale per altri oggetti come i telecomandi, soprattutto quelli di hotel e luoghi pubblici. Se a questo aggiungiamo che il cellulare è molto spesso utilizzato quando si va in bagno, è facile immaginare come mai è tra i più infestati da germi e batteri.
  • Spazzolino da denti: stafilococchi, coliformi, lieviti, sono solo alcuni dei batteri riscontrati tra le setole degli spazzolini da denti. Questo dipende da mani poco pulite quando lo impugniamo e micro gocce che si diffondono nel bagno quando tiriamo lo sciacquone. La proliferazione di questi batteri si può limitare con risciacqui accurati, bagni in collutorio, un asciugatura a setole all’insù e senza cappuccio (l’umidità favorisce la proliferazione).
    Ovviamente lo spazzolino non si condivide mai!
  • Banconote e monete: sulla superficie del denaro che ci scambiamo e che passa quotidianamente di mano in mano sono stati ritrovati più di 3000 tipi di batteri diversi.
  • Tastiera del computer: supporto che, assieme al telefono, è il più sporco dell’ufficio. Maniglie di porte, manopole di rubinetti, non scherzano! Neanche a dirlo, la superficie più pulita dell’ufficio è la tavoletta del wc.
pulire igienizzare

 

Per coloro che, arrivati a questo punto stanno rischiando l'infarto o vorrebbero correre disperatamente a farsi una doccia o un bagno nell'Amuchina, non disperate, la convivenza con germi e batteri, se in quantità controllate, è del tutto normale!

Questi suggerimenti hanno lo scopo di sensibilizzarti ad una pulizia consapevole che, come spesso accade nella maggior parte delle situazioni che ci troviamo ad affrontare quotidianamente, non deve essere una pulizia domestica matta e disperatissima. Con costanza ed investendo poco tempo, ma frequentemente, è possibile vivere serenamente in un ambiente salubre e accogliente, senza dover ricorrere a metodi drastici ed a prodotti troppo aggressivi o nocivi.

Un ultimo consiglio che ti lascio è quello di leggere questo articolo per saperne di più sulle piastrelle antibatteriche. Da questi pavimenti avrai un aiuto potente per l'igiene della tua casa:

tutto sulle nuove piastrelle antibatteriche

Specializzazione: progettazione e consulenza per ristrutturazioni chiavi in mano di case private ed uffici

 

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Le modalità sono varie, le raggruppo in 3 specifiche soluzioni: doccetta, doccino, soffione. Ma possono, devono, anche coesistere.

  • Il legno massiccio è stato sostituito dal prefinito che garantisce velocità, stabilità e perfezione nei trattamenti di finitura. Ma il parquet massiccio (o tradizionale) è da molti considerato il vero pavimento in legno, la soluzione più pregiata. Vediamone le caratteristiche. 

  •  Dall'acqua è nato e nasce ogni cosa e senza acqua tutto muore.

    Il potere rigenerante dell'acqua si combina oggi con il benessere (Wellness) che tutti vogliamo provare in doccia e che diventa accessibile. 

     

  • Un negozio di ottica moderno ma non freddo: da questa richiesta sono iniziate le mie proposte che si sono concluse con il risultato che vedete nella gallery a fine articolo.