Le lavorazioni di superficie del pavimento in legno

"Il falegname piega il legno, 
l'arciere crea le frecce, 
il saggio modella sé stesso."

(Buddha)

25/10/2018

Esistono numerose lavorazioni ed interventi che si possono compiere per modificare l’aspetto superficiale del legno. Servono a dare al pavimento un aspetto vissuto, oppure rustico o, infine, per renderlo moderno. 

lavorazioni superfici parquet Vicenza e Verona
Argomento Wiki
Pavimenti in Legno

Parquet: finiture e lavorazioni

A parità di essenza esistono varie lavorazioni che differenziano anche notevolmente una pavimentazione in legno. Alcune riproducono antiche lavorazioni, altre rendono il legno più moderno. Vediamo, in questo articolo, quali sono le più diffuse ed i vantaggi e svantaggi che comportano.

 

Lavorazioni sul parquet

 

Finitura spazzolata del parquet

La spazzolatura del legno è oggi molto diffusa. Si tratta di un particolare metodo lavorativo in cui la struttura naturale del legno, con tutte le sue tipiche venature, viene messa maggiormente in risalto così che anche al tatto risulti più accentuata, quasi ruvida. Si realizza utilizzando delle spazzole a rotazione in acciaio che rendono il parquet quasi opaco e che asportano le parti più morbide della tavola, lasciando in rilievo quelle più dure. 

Macchina per spazzolare il parquet

 

Bisellatura delle tavole prefinite

Questa lavorazione può essere eseguita sia lateralmente che frontalmente e ha sia uno scopo tecnico che estetico. È utilizzata per smussare gli spigoli così che la doga non si scheggi nel trasporto e che anche dopo anni di calpestii non si distacchi. La bisellatura, quindi, conferisce durabilità e stabilità al prodotto ed inoltre ne marca i confini definendo meglio le dimensioni della tavola. E' consigliata, infatti, per grandi formati. Infine rende più tollerabile la fessurazione del legno su impianto radiante: inevitabile al momento dell'accensione dell'impianto. Inoltre la bisellatura gioca con la luce radente rendendo ancora più bello il pavimento.
 

Bisellatura parquet

 

Parquet colorato

“Non voglio cambiare il carattere originale del legno ma voglio personalizzarlo”, una frase frequente tra i nostri clienti ed è un ottimo presupposto per consigliare di usare delle miscele di diversi pigmenti. Come si costruiscono dei prefiniti multicolor ? Si stende una prima mano di protettivo incolore per evitare chiazze o disomogeneità del colore , dopo un giorno verrà passata la seconda mano colorata e per i legni meno assorbenti (faggio, quercia, frassino..) si procede ad una terza mano di colore. Quindi verniciatura finale ed il prodotto è pronto per ravvivare le vostre case. 


 

Parquet colorato

 

Superfici del parquet piallate a mano

Grazie alla superficie irregolare del legno, la piallatura a mano crea un effetto particolare che richiama quello tipico dei tavolati antichi. Risulterà un parquet irregolare, più o meno ondulato (a seconda della forza esercitata durante la piallatura) con un sapore artigianale ed elegante. Se la piallatura viene effettuata dopo la colorazione del legno consentirà di attenuare la forza del colore, con un effetto stonalizzato ed irregolare.  La fessura tra una tavola e l'altra sarà ondulata, più ravvicinata in certi punti e più spaziosa in altri. 
 

Piallatura parquet

 

Antichizzare le tavole in legno

Il passato ha sempre un certo fascino e per gli amanti del design vintage la tecnica dell’antichizzazione del legno è di certo la più apprezzata. Si otterranno colorazioni più scure, in qualche caso tendenti al brandy in altri tendenti al testa di moro o al grigio scuro. Ogni legno, infatti, reagisce a suo modo. L'antichizzazione del legno viene realizzata principalmente somministrando raggi ultravioletti che "abbronzano" la superficie imitando processi naturali che impiegherebbero decine e decine di anni. Altri produttori cospargono di una sostanza chimica le tavole che si "bruciano" in superficie, con risultati abbastanza simili. 

 

Parquet anticato

 

Effetto riverstone o effetto onda

Diverso è il nome che danno i produttori a questa lavorazione ma il risultato è simile. In sostanza si tratta di piallare in modo differenziato la tavola con delle piallature più profonde in alcuni punti e più leggere in altri. Il risultato finale sarà un aspetto vissuto, quasi come se il calpestio di un secolo avesse consumato il legno creando degli avvallamenti.


Leggi anche: "Camminare SCALZI sul legno: i benefici" >>

 

Riverstone

 

Effetto piano sega sulla doga in legno

Un meraviglioso colpo d’occhio ed una piacevole sensazione distinguono le superfici trattate con questa tecnica. Nel trattamento piano sega il legno viene lavorato in modo da ottenere un aspetto grezzo, che ricrea la naturalezza della superficie della tavola appena tagliata, anche se in realtà il risultato è un pavimento che solo all'apparenza è non lavorato. In realtà è una lavorazione che consente anche una facile manutenzione ed un aspetto tattile gradevole.  Si percepisce il carattere forte di questo pavimento, per questo motivo ci si immagina questi pavimenti in luoghi carichi di tradizione e storia.

 

Parquet con piano sega

 

Inserti dal sapore antico sul parquet

Per chi ama il legno antico, per chi desidera un parquet che trasmetta calore, comodità e personalità. I tasselli quadri da legno oppure il tassello a forma di coda di rondine vengono realizzati artigianalmente ed aggiungono ai pavimenti quel qualcosa in più. 

Inserti parquet

 

Morciatura e tarlatura del parquet

La morciatura consente di far acquisire al parquet un'affascinante patina antica, come se il pavimento in legno avesse più di cento anni. Pochi maestri artigiani sono in grado di padroneggiare questo speciale trattamento che viene svolto completamente a mano, tavola per tavola utilizzando strumenti antichi e terre coloranti. L'applicazione non è omogenea, per questo ogni tavola sarà diversa dall'altra.

Spesso è abbinata alla tarlatura: una lavorazione che riproduce gallerie e fori dei tarli, realizzati artigianalmente e che rendono ancora più autentico l'effetto anticato. 

Morciatura

 

 


FRATELLI PELLIZZARI spa
VIA VIGNAGA, 31
36071 ARZIGNANO (Vicenza)
TEL. 0444459011 

 

FRATELLI PELLIZZARI spa
VIALE EUROPA, 2
36053 GAMBELLARA (Vicenza)
TEL. 0444649038  

 

 

Torna alla pagina: "Pavimenti in legno" >>

 

Roberto Marin progettista interni case Vicenza

Specializzazione: Pavimentazioni interne ed esterne


Il responsabile del settore parquet della Fratelli Pellizzari è Roberto.

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Tinteggiatura capannone industriale

    Abbiamo rinnovato il nostro capannone utilizzando delle pitture antimacchia di colore grigio scuro. Il risultato è un immobile più moderno e grintoso. 

  • sezione di una briccola veneziana forellata

    Gli insetti xilofagi, principalmente tarli e termiti, nell'immaginario collettivo rappresentano la principale motivazione per cui un elemento il legno si può degradare o rovinare. È così anche per i moderni pavimenti in legno?

  • bagno chiavi in mano a Vicenza

    Prima le demolizioni e poi l'idraulico, l'elettricista, gli intonaci, il piastrellista, il pittore e poi chi installa il mobile, chi il box doccia, l'idraulico per i sanitari, poi di nuovo l'elettricista per le luci, insomma rifare il bagno è uno stress!
    A meno che...

  • Posa della palladiana di marmo in un pavimento esterno a Vicenza

    In questo intervento abbiamo posato una palladiana di marmo burattato con degli inserti in listelli di cotto, le foto nella gallery in fondo all'articolo.