Realizzare un bagno turco o una sauna in casa: vantaggi e problemi

10/16/2019 - 12:12

Realizzare un bagno turco o una sauna in casa

Stai pensando di realizzare un bagno turco in casa? Oppure una sauna in casa? O sei indeciso tra installare il bagno turco o la sauna?

In questo articolo impareremo a conoscere meglio questi due elementi, fonti di benessere e che migliorano lo stile di vita e la socialità. Sono un arredatrice e mi occupo prevalentemente di bagni ma mi capita anche di progettare dei piccoli centri benessere, ad uso famigliare, nelle abitazioni.

Le domande che mi fanno i clienti le ho utilizzate per scrivere questo articolo che spero ti sarà utile! 

Bagno turco Megius

 

Bagno turco e sauna: le domande

Se mi stai leggendo probabilmente anche tu hai intenzione di dedicare uno spazio, in casa tua, per realizzare un piccolo centro benessere personale.
Magari in una camera da letto non più utilizzata o nel tuo bagno, magari al posto di una vasca che non usi oppure in una stanza libera. 

È un ottima idea investire sul benessere tuo e della tua famiglia, ma immagino che tu ti stia facendo molte domande, per esempio:

  • quanto costa una sauna?
  • quanto costa installare un bagno turco? 
  • quanta energia elettrica mi serve per farla funzionare?
  • quale manutenzione necessitano? 
  • lo userò davvero questo centro benessere personale oppure continuerò ad andare a quello della palestra? 

Cercherò di rispondere a questi e ad altri dubbi in questo articolo. Buona lettura!

bagno turco e doccia

 

Sauna e bagno turco per la casa, come scegliere?

La realizzazione di un centro benessere coinvolge diversi aspetti e molti prodotti ma qui mi concentrerò su bagni turchi e saune, i due protagonisti indiscussi di un centro benessere, seppure personali, a misura di famiglia e amici. 

Ti darò delle indicazioni per realizzare questi ambienti (che non costano poco) evitando errori e mettendoti a conoscenza delle funzionalità, delle caratteristiche e delle differenze tra le varie opportunità.

spa bagno turco sauna in casa


Elenco argomenti:

Sauna in legno e minipiscina Jacuzzi

Sauna o bagno turco in casa? Quali differenze?

Iniziamo con il conoscere, quindi, questi due protagonisti e per prima cosa spieghiamo la differenza tra bagno turco e sauna. Spesso, infatti, li si confonde l'uno con l'altro

Sono, invece, due cose ben differenti: 
► il bagno turco presuppone una temperatura più bassa ma un alto tasso di umidità (una vera e propria nuvola di vapore)
► la sauna ha un basso tasso di umidità ma una temperatura più elevata che può raggiungere anche i 100°.
 

sauna o bagno turco

 

Sauna e bagno turco: quali materiali?

Anche gli ambienti ed i materiali che utilizzeremo per realizzarli sono piuttosto differenti tra loro:

► la sauna è una sorta di casetta in legno con delle panche anch’esse in legno disposte in due altezze. In legno sono anche gli appoggiatesta o le maniglie delle porte. 
Il legno, che è un cattivo conduttore termico, ci permette di non scottarci nonostante le alte temperature. 
All'interno di questo cubicolo di legno (in qualche caso di vetro) troviamo il cuore della sauna: una stufa che produce il calore necessario. 

Sauna e minipiscina in un piccolo centro benessere privato



► il bagno turco, per l’alto tasso di umidità, va progettato con materiali completamente differenti dal legno che, come sappiamo, teme l'umidità.
Come vedremo lo possiamo rivestire con il mosaico ceramico o vetroso, oppure con gres ad effetto pietra, o con marmi e pietra vera.
Anche all'interno del bagno turco troveremo delle panche - ma sempre rivestite con i materiali appena nominati - ed una fontanella con dell’acqua fresca che serve per rinfrescarsi e per sopportare al meglio il calore.

bagno turco in pietra


Capito il funzionamento dei due differenti ambienti, quali sono, però,  i benefici? Perchè dovresti utilizzare la sauna e non il bagno turco o viceversa?
 
Vediamoli, iniziando dal bagno turco... 

Bagno turco in casa: come funziona? 

Il bagno turco - che qualcuno chiama anche impropriamente hammam (termine arabo) -  è un trattamento che si svolge in una stanza  con un grado di umidità vicino al 100%. La temperatura non supera i 48-50°.

Nell'ambiente, saturo di vapore acqueo, si forma una nebbia calda,  a temperatura stratificata (dai 20 gradi a livello dei piedi ai 40/50 all'altezza della testa) che, depositandosi sulla pelle, stimola in particolare la traspirazione, la depura e favorisce la regolazione del ph cutaneo.

bagno turco in casa

Bagno turco in casa, quali benefici?

L'azione contemporanea del vapore e del calore non solo hanno effetti importanti sulla pelle (la purifica dilatando i pori ed eliminando le impurità, dona luminosità ed elasticità, ottimo per acne e secchezza della pelle). Questi effetti, contemporaneamente, aiutano a stimolare la circolazione sanguigna.

Ma il bagno turco regala anche  altri benefici "secondari":

  • Ha un effetto benefico per il sistema respiratorio: il vapore caldo aiuta a liberare le prime vie respiratorie con un'azione di fluidificazione delle secrezioni per cui è un ottimo coadiuvante nelle cure delle affezioni dell'apparato respiratorio. Per questo è adatto a chi soffre di irritazione ricorrenti delle vie respiratorie e a chi deve stare molto tempo al freddo. 
  • Effetto tonificante (migliora il proprio aspetto fisico, per chi pratica molto sport il bagno turco come la sauna sono molto importanti).
  • Riduce lo stress
Nostro progetto per un bagno turco a Trissino (Vicenza)
Nostro progetto per un bagno turco a Trissino (Vicenza)

Come si utilizza un bagno turco da casa?

Prima di utilizzare il bagno turco si dovrebbe fare una doccia, quindi frizionarsi il corpo con l'asciugamano e poi entrare. Se si tratta di un bagno turco pubblico è importante pulire il posto su cui ci si siede e disinfettare i piedi. Chiaramente questo non serve se abbiamo la fortuna di avere un bagno turco privato. 

Una volta seduti si respira in modo lento e regolare e si rimane seduti (o distesi) per circa 15/20 minuti. Quindi si esce e ci si rilassa - senza fare la doccia - per altri 15/20 minuti.
Il periodo di riposo è fondamentale!
 

bagno turco


Usare il bagno turco a casa: l'alimentazione

È importante la reidratazione, dopo il bagno turco, e una doccia fredda da fare dopo 15/20 minuti di riposo.
Nel progettare il bagno turco di casa tua io ti consiglio di prevedere anche una piccola area tisane (è sufficiente una mensola sufficientemente grande) in cui poter mettere una tisaniera, dell'acqua naturale, succhi di frutta o frutta. Quando si esce dal bagno turco, infatti,  non bisogna dimenticare di idratarsi per ristabilire il giusto equilibrio.

Lo vediamo all'interno delle molte palestre che si stanno rimodernando inserendo all’interno un’area wellness. Questa è una tendenza che aggiunge valore all'esperienza sportiva: dopo una giornata di lavoro e un allenamento intenso dedicare un paio d’ore in un area wellness ha enormi benefici. Anche in questo caso le strutture mettono a disposizione frutta o tisane. 

Come realizzare un bagno turco a casa?

Il "bagno di vapore" si può realizzare in vari modi. Uno dei più semplici è quello di acquistare dei box cabinati che abbiano già in dotazione l'erogazione di vapore caldo.
Il vantaggio di questi cabinati è quello di avere in poco spazio sia la funzione bagno turco che doccia. Le piccole dimensioni sono anche uno svantaggio perché impediscono di fruire il bagno turco stando sdraiati o in compagnia di altre persone.

Si può rimediare a questo allestendo una piccola stanza a bagno turco, in modo da avere spazio anche per ospitare i tuoi amici o amiche. In questo caso la stanza va progettata e allestita in base alle personali esigenze.

Qui possiamo esserti d'aiuto, progettando assieme la tua stanza-bagno-turco, a patto che tu abiti nelle nostre zone di Vicenza o di Verona, dove operiamo.
 

bagno turco in casa
Progetto bagno turco che realizzeremo a breve a Vicenza, le altre viste del bagno le trovi nella gallery qui in fondo

 

Sauna in casa: come funziona?

La sauna, diversamente dal bagno di vapore, è un bagno di puro calore effettuato all’interno di una stanza. Per questo serve una temperatura molto più alta - dagli 80 ai 100 gradi. L'umidità dovrà essere, invece, molto bassa. 
Ma cosa succede al nostro organismo quando facciamo una sauna? 

sauna jacuzzi

 

Sauna a casa: il sistema circolatorio

Il cuore è il primo organo che reagisce quando ci si trova in una sauna.
Il cuore ha la funzione di far circolare il sangue in modo adeguato portando a tutti gli organi in continuità una quantità regolare di ossigeno e togliendo loro le scorie e l’anidride carbonica.

In presenza dello shock calorico che avviene quando si entra in una sauna avverrà una vasodilatazione e, immediatamente dopo, una ipersudorazione allo scopo di raffreddare il corpo e tentare di mantenere la temperatura interna costante.

sauna in casa

 

Questo determina una rapida perdita di liquidi, che il corpo va a cercare da altri tessuti causando una caduta della pressione arteriosa.

Il cuore aumenta il battito, aumento lo sforzo di produzione di ossigeno e glucosio.
Insomma abbiamo capito che per il cuore affrontare una sauna significa fare un ottimo allenamento e perché può prevenire delle patologie cardiache.

sauna jacuzzi prezzi
Uno dei modelli di sauna Jacuzzi che installiamo in bagni e SPA privati


Avere una sauna a casa: i benefici

► Attiva il sistema linfatico, aumenta le difese immunitarie prevenendo le infezioni come influenze, raffreddori.
► Da sollievo in caso di malattie reumatiche, con un effetto lenitivo al dolore
► Attenua il dolore premestruali, e regolarizza il flusso
► La pelle acquisisce più elasticità, favorendo la diminuzione di cellulite, malattie cutanee come i foruncoli, acne. Aiuta i ristagni adiposi, e le problematiche di noi donne.
► Migliora il metabolismo si alcuni organi come i reni e il fegato, grazie all’aumento della circolazione sanguigna: elimino più velocemente le scorie, le tossine e l’acido lattico.
► Rilassa il sistema nervoso
► Decontrae i muscoli (particolarmente indicato per chi pratica sport e ha un intenso sforzo muscolare con accumulo di lacido lattico)
► Miglioramento dell’umore :)

 

sauna in casa
Sauna installata a casa di una coppia di nostri clienti a Verona

Sauna Finlandese per la casa

Quando diciamo "Sauna", intendiamo "sauna finlandese".
Come dice la parola stessa, questa attività nasce in questo bellissimo paese nordico.
Pensate che in questo paese è così sentito il culto per la sauna che sono moltissimi i residenti che possiedono un locale-sauna di proprietà magari fuori, in giardino o nelle vicinanze della casa.

Un antico detto finlandese ci dice: "Prima si costruisce la sauna e poi la casa

sauna finlandese in casa
Una tipica sauna finlandese in legno di Abete nordico

 

La temperatura della sauna Finlandese varia dai 80-100°, l’umidità è bassa circa al 10-20%. L’umidità sale quando si getta dell’acqua nelle pietre calde al di sopra della stufa. Questo antico rito si chiama Aufgusso gettata di vapore in sauna, c'è un intero sito che spiega i benefici. Se vuoi saperne di più clicca qui.

A proposito di stufa: all'interno del locale sauna la stufa può essere a legna (molto rara) oppure elettrica (più comune).

 

Sauna per la casa: quali legni? 

La sauna Finlandese al suo interno odora di legno, i legni maggiormente utilizzati sono l’abete nordico che è un legno profumato, si presenta con i nodi, da un effetto rustico, tipicamente Finlandese.

Un altro legno è l’hemlock, un legno canadese particolarmente ‘pulito’ privo di nodi, molto pregiato, anch’esso è profumato il colore leggermente rosato. Anche questo legno, come l'abete nordico, non emette odori cattivi se riscaldato e non "scotta" se ci si siede sopra ad alte temperature.

Un più più raro trovare Saune con altri legni, come il legno di cedro derivante dal Canada, anch’esso profumato, ha un aspetto molto elegante, in genere utilizzato per saune ‘su misura’. Oppure il frassino che viene termo-trattato e quindi assume un aspetto brunito.

 

Sanarium, biosauna

Esiste anche la biosauna, un prodotto di recente concezione, che è una via di mezzo tra la sauna e il bagno turco. Al suo interno abbiamo una temperatura che varia dai 50 ai 60° e un tasso di umidità dal 30 al 50%. La sudorazione è meno intensa e la permanenza all’interno della struttura può essere maggiore.

Un particolare che possiamo trovare nella bio sauna è il bagno di fieno o essenze: il vapore generato dalla stufa può profumare di erbe aromatiche che vengono inserite in un apposito contenitore.

 

Sauna e bagno turco: vanno bene per tutti?

Chi utilizza la sauna e il bagno turco deve essere in un buon stato di salute.
Valgono alcune controindicazioni che sono abbastanza note: chi soffre di patologie al sistema cardiocircolatorio e vascolare dovrebbe evitare o quantomeno limitarsi alla biosauna.
Meglio evitare qualsiasi trattamento nel caso in cui ci siano condizioni febbrili bronchiti, asma e tosse.
Anche in caso di malattie veneree o ferite non ancora rimarginate.
Controindicato anche per chi è in gravidanza e bambini. Il bagno turco è sconsigliato anche per chi ha la pressione bassa.

 

Bagno di vapore, sauna e attività fisica

Il bagno turco è particolarmente indicato per chi pratica sport, i benefici che derivano sono:

  • Potenzia il sistema cardiovascolare: dopo aver effettuato sport, il bagno turco aiuta ad allenare il battito cardiaco, diminuendo la pressione sanguigna, i vasi si dilatano naturalmente
     
  • Rilassa i muscoli in tensione: dopo l’allenamento il muscolo in tensione si rilassa naturalmente
     
  • Migliora la respirazione: aiuta la pulizia dei polmoni e dei bronchi, il motore che ossigena il sangue

 

A casa è meglio bagno turco o sauna?

E chi lo può dire? C’è chi preferisce i benefici del bagno di vapore, quindi temperatura più bassa ma con una maggiore grado di umidità, e c’è chi preferisce invece la sauna con temperature che possono raggiungere anche i 100°.

È quindi molto personale, ma io ammetto di preferire il bagno turco! 

 

Prima bagno turco o sauna?

Il bagno di vapore è la tappa iniziale nel percorso spa, perché prepara la pelle in modo graduale, dilata i pori e da un effetto elasticizzante. Successivamente al bagno turco possiamo prepararci per la sauna.

Tra un trattamento e l’altro è fondamentale rispettare i tempi, andare per gradi, preparare il corpo e la mente ad una condizione termale che per noi non è ottimale. È bene che ogni individuo ‘si ascolti’ e non sottovaluti lo stato fisico. Le pause, l’idratazione sono fondamentali. Utilizziamo le zone relax, svuotiamo la mente e impariamo ad ascoltare ciò che il nostro corpo vuole dirci.

Grazie! 

Grazie per aver letto il mio articolo. Spero tu abbia trovato indicazioni utili anche se l'argomento richiederebbe molti più approfondimenti. Se abiti a Vicenza o a Verona, puoi raggiungermi facilmente nel negozio Pellizzari di Gambellara dove potremo valutare assieme l'opportunità di inserire in casa tua un bagno turco o una sauna, capirne i costi ed i tempi di realizzazione.
In ogni caso ti auguro un sacco di benessere! 

 

 

SPA progettata per una casa privata a Vicenza

Sauna installata in un bagno realizzato a Verona

Bagno turco e sauna - progetto per una cliente di Vicenza

Sauna su misura ad angolo

Sauna in legno installata

Giulia Panato - Fratelli Pellizzari - Gambellara (Vicenza)

Specializzazione: Progettazione di interni, con specializzazione nella consulenza per bagni fantastici, anche chiavi in mano

Commenti

sono interessato a realizzare a casa desidero essere contattato grazie 

09/24/2019 - 11:42 - bruno ruotolo

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Nell'immagine si vede un pavimento in prefinito 3 strati

    Il legno è da sempre utilizzato per le costruzioni di ogni genere, una delle più antiche è proprio per i pavimenti. Nelle zone di Vicenza e Verona, dove operiamo, ci troviamo a realizzare oramai quasi solamente pavimentazioni in legno prefinito. Approfondiamo qui le caratteristiche di una tipologia di legno prefinito, quello a tre strati.

     

  • pavimento esterno giardino pavimentazione porfido trani Vicenza Verona

    Un porfido squadrato utilizzato per decorare, assieme al trani,  una pavimentazione esterna: le linee del viale carraio si congiungono in una piazza circolare. 

  • Mobile da bagno aperto o chiuso Pellizzari Fratelli Gambellara

    Mobile da bagno aperto o chiuso? Con cassettone? Con antine? Che dilemma! Vediamo in questo articolo quali sono le caratteristiche, pregi e difetti di ogni tipologia.

  • simbolo della discoteca boom di vicenza

    È stata la discoteca più conosciuta della provincia di Vicenza: alla fine degli anni '90 abbiamo fatto i pavimenti all'interno. Conserviamo poche immagini ed il ricordo, nostalgico, dei momenti trascorsi lì dentro a cercare la morosa (o il moroso, a seconda dei gusti).