Pavimenti in legno: olio o vernice?

"Nel mattone si deve vedere il mattone,
nel legno il legno, 
nel ferro il ferro,
ciascuno con le proprie statiche.
Questa sì che è la vera semplicità
Ad essa dobbiamo dedicarci interamente, 
Sacrificando il nostro gusto per gli ingenui ricami della decorazione."

(Gottfried Semper, 1884)

07/12/2018

Proteggere il parquet da sostanze che potrebbero macchiarlo è fondamentale, ma quali sono i metodi migliori?

Parquet a Vicenza verniciatura
Argomento Wiki
Pavimenti in Legno

Parquet: olio o vernice?

È meglio un trattamento ad olio o a vernice? Su quale dei due si vede meno lo sporco? Quale dei due è più facilmente ripristinabile? Come la mettiamo con l'ecologia ed il benessere di chi ci abita? Ed il costo? 

Cercheremo di rispondere a queste e ad altre domande che i clienti ci pongono quando devono comperare un pavimento in legno e devono decidere quale tipo di finitura scegliere. 

 

Premesse: il parquet in legno va protetto!

Il sistema dei pori del legno è paragonabile a quello della pelle umana, quindi una delle prime esigenze quando si posa un parquet nella propria casa è di coprire la naturale “porosità” del supporto che essendo del tutto naturale, appare scabro e irregolare. Esso senza finiture assumerebbe in poco tempo una quantità di polvere e agenti macchianti che andrebbe a riempire le micro-cavità del tessuto legnoso, senza contare che l'assenza di protezione renderebbe molto difficile la pulizia del pavimento

Lo scopo delle finiture è quindi la chiusura dei pori, per ridurre e uniformare l'assorbenza del legno, di isolare il legno da sostanze macchianti o chimici, di conferire al legno un determinato aspetto estetico.  Le finiture quindi servono a proteggere il parquet da eventuali agenti aggressivi e macchie, ma anche a dare la tonalità di colore ed il riflesso luminoso desiderato. Essi hanno inoltre la funzione di rendere il pavimento facilmente pulibile mantenendone la bellezza nel lungo periodo.

Trattamento del parquet

 

Pavimento in parquet oliato

Iniziamo con il dire che le finiture a base oleosa non ricoprono la superficie come la vernice, non creano un film protettivo ma vanno ad impregnare le fibre del legno fino a saturazione. Questa impregnazione conserva la superficie naturale del legno ma può modificarne il colore in base ai pigmenti presenti nell'olio di finitura. 

L'uso di impregnanti a base “oleocerosa” permette risultati di grande interesse in primo luogo perchè - in caso di utilizzo di prodotti naturali - è consentita una più naturale manutenzione del pavimento ligneo.  Inoltre il ritorno ad utilizzare l'olio ha consentito effetti estetici prima sconosciuti privilegiando con applicazioni “sbiancanti” la figura o disegno, esaltati dal grado di porosità che ha un’eccellente risultato su alcune essenze (pensiamo al larice o al rovere).

Se la tavola ha subito lavorazioni, ad esempio una piallatura a mano,  l'olio va dato preferibilmente con il pennello in modo da riuscire a farlo penetrare omogeneamente. 

finitura olio naturale su parquet a Vicenza

 

Quale olio per il parquet?

Alcune aziende con cui collaboriamo (Salis,  Bauwerk e CP-Crespano) utilizzano oli naturali, quasi esclusivamente di origine vegetale, con una grande capacità di sottolineare la struttura del legno grazie ai colori intensi.

Che cosa intendiamo con l'aggettivo "naturali"? Da dove hanno origine questi oli? 
Generalmente sono delle miscele di olio di lino con olio di girasole e di soia. In qualche caso vengono aggiunti olio di cardo era anche delle cere, come quella di carnauba e di candelilla. 

Anche i pigmenti sono naturali: solitamente si utilizzano quelli dell'industria alimentare. 

L'olio più utilizzato e più valido è quello prodotto dall'azienda tedesca OSMO che vanta un'esperienza centenaria nel settore ed una vasta gamma di prodotti. Il prodotto da utilizzare è l'OLIO-CERA che abbina all'estetica anche una facile manutenzione.
Questo tipo di olio Osmo è utilizzato anche per i giocattoli in legno per i bambini. 

Oliatura dopo posa parquet

 

Vantaggi e problemi dell'olio

I punti a favore della finitura con olio sono:
► i graffi sono meno visibili e per nasconderli basta pulire periodicamente con un prodotto apposito,
► la parte superficiale del pavimento non è soggetta ad usura come nel caso della vernice
► la pavimentazione diventa più bella nel tempo, il calpestio genera una sensazione di anticatura, 
► il ripristino di una piccola zona danneggiata si può fare spazzolando e distribuendo l'olio mentre in caso di vernice occorre intervenire con il ripristino della pellicola in tutta la superficie
► l'olio non crea una pellicola come la vernice, ma lascia la normale microporosità del parquet che continuerà ad assorbire e a disperdere umidità
► la pavimentazione in legno oliata cattura la polvere ed è perfetta, quindi, in caso di bambini o adulti allergici alla polvere

Gli aloni che possono tipicamente svilupparsi per la dispersione di qualche goccia d’acqua sono molto facili da eliminare senza che la qualità dell’intero manufatto venga compromessa, semplicemente passando con un panno leggermente imbevuto dell'olio del trattamento.  

Quindi grazie a dei prodotti adatti, e con piccole accortezze, il parquet a olio resterà sempre luminoso negli anni.

Attenzione, però, queste accortezze non sono facoltative, ma indispensabili. In caso di trascuratezza il pavimento oliato si secca e con il tempo le fibre del legno, esposte, si possono staccare sotto forma di piccole schegge. Senza contare l'estetica che ne viene compromessa: il legno appare sbiadito, secco, non più luminoso.
Ma, ribadiamo, anche in caso di estrema trascuratezza non è difficile ripristinarlo.


FAQ: come si mantiene un pavimento oliato ? >>

 

Pavimento verniciato vantaggi e problemi

In questo caso uno strato di vernice viene steso nel parquet per creare un film superficiale, più o meno trasparente, che andrà a proteggere la superficie del legno da macchie, graffi e liquidi. Cosi come l'olio, oltre che una funzione di protezione la vernice contribuisce anche all'estetica finale del pavimento e ne condiziona la tonalità di colore.

Tutti i produttori hanno diversi tipi di vernici con cui realizzano serie di prodotti con caratteristiche peculiari.

Ad esempio Kährs differenzia tre tipi di vernice:

► l’acrilica semiopaca che è la più comune di protezione del legno: coniuga facilità nella pulizia, resistenza all’usura, ai micrograffi e alle macchie.
► la vernice acrilica opaca che è simile a quella semiopaca ma si differenzia per il grado di brillantezza che è inferiore, per chi preferisce un effetto opaco, naturale per ottenere un pavimento in legno che appare privo di ogni trattamento.
► Infine la vernice acrilica ultralucida che è molto resistente e facile da pulire e fa risaltare il trattamento superficiale “a specchio”, per chi cerca l'eleganza classica.

 

Vantaggi del parquet verniciato

I principali vantaggi della protezione del pavimento in legno mediante vernice stanno:

► nell'estrema facilità di pulizia: 
Sarà sufficiente un semplice panno appena umido per la pulizia settimanale. Mentre per la pulizia quotidiana si utilizzerà un mop catturapolvere o uno swifer. 
► nella resistenza al graffio:
La vernice odierna è molto resistente ai graffi, concede una ampia scelta della tonalità del colore e non ha bisogno di alcuna  manutenzione specifica periodica.
► nella ripristinabilità:
Vale la nota regola per cui sui pavimenti in legno, anche dopo molti anni, si può intervenire levigandolo e riverniciandolo e consentendo, così, di farlo ritornare al suo iniziale aspetto. Anche se, a differenza dell'olio, questo intervento dovrà coinvolgere l'intera superficie. 

Affinchè il pavimento sia rispettoso del benessere di chi ci abita è importante controllare che abbia una bassa emissione di VOC (sostanze volatili organiche).
E' sufficiente chiedere una scheda prodotto per verificare questa caratteristica. In Pellizzari selezioniamo in produttori anche in base alla sensibilità ambientale e controlliamo che il pavimento abbia una bassissima emissione di VOC.

 

Quindi? Meglio vernice oppure olio?

Il trattamento con vernici è il metodo più semplice per trattare il legno; le finiture mantengono l'aspetto estetico e non necessitano di trattamenti ma non soddisfano chi pretende trattamenti naturali. L'olio ad indurimento naturale è più laborioso sia nell'applicazione che nella successiva manutenzione ma il legno rimane legno, non vi sono sostanze chimiche ad interporsi tra il nostro piede scalzo e la natura. 

A voi la scelta! 

 

Manutenzione del pavimento trattato ad Olio

Come si capisce che occorre "nutrire" il pavimento oliato con un nuovo trattamento e come si effettua il trattamento di manutenzione. 

Olio o vernice ?

Michele Pellizzari - Fratelli Pellizzari

Specializzazione: Pavimentazioni tecniche, facciate ventilate, pavimenti sopraelevati, grandi cantieri.

Michele ha passato l’infanzia a Tezze di Arzignano ed ora abita ad Arzignano.

Commenti

Si può trattare con vernice un pavimento precedentemente trattato ad olio? E' necessario un intervento particolare?

12/06/2018 - maddalena fumagalli

Buonasera Maddalena, 
per verniciare un pavimento già trattato ad olio è necessario rimuovere completamente l'oliatura. Chiaro che darle una risposta qui non è facile. Bisognerebbe aver visto il pavimento ed avere testato su una tavoletta quanto le sto per dire. 
Sostanzialmente si tratta di levigare fino ad arrivare al legno vergine, togliendo completamente lo strato in cui l'olio si è impregnato. Questo significa, solitamente, asportare qualche millimetro di legno (in caso di levigatura di un legno verniciato per ri-verniciare si asporta qualche decimo di millimetro). 
Nel caso in cui si parli di un prefinito con uno strato di legno nobile di 4 millimetri questo potrebbe essere un problema. 
Nel caso in cui il legno sia invece massiccio bisogna considerare che questa levigatura "importante" può generare dei dislivelli nei confronti delle altre pavimentazioni della casa. 
Ultima osservazione: nel caso in cui il legno sia bisellato ovviamente il bisello verrà "cancellato" da questa operazione.
Spero di esserLe stato utile. 

Grazie per la domanda! 

Michele Pellizzari

 

14/06/2018 - manager

Buonasera,
mi hanno regalato dei vecchi palchetti in noce che vorrei recuperare per la mia nuova casa, hanno uno spessore di circa 2 cm., dopo averli ripuliti dello strato di vernice sovrastante, ho scoperto un colore unico, ma qualsiasi trattamento provato mi ha alterato il colore naturale, quello meno invasivo lo ha comunque reso più scuro, volevo chiederLe ci sono dei prodotti che mantengono il colore naturale del legno come appena levigato? grazie mille

24/09/2018 - Federica Montellato

Buongiorno Federica, 

per mantenere il tono naturale del suo parquet in noce ti suggerisco di utilizzare un prodotto di OSMO, l'olio-cera incolore.
Se fossi in te ne acquisterei, per provare, una sola confezione e proverei su un piccolo campione per vedere se l'effetto è quello desiderato.
Grazie per aver letto il mio articolo, 

buona giornata,

 

25/09/2018 - manager

Buonasera Sig. Pellizzari,
la seguo con molto interesse e vorrei da lei un consiglio.
Da oltre vent'anni ho un parquet, per tutta la casa, in doussiè africa. A suo tempo fu verniciato (non so come) ed il suo aspetto è sul rossiccio lucido. Nei punti di maggiore calpestio credo che la vernice sia andata ed ora appare un legno di diverso colore, più chiaro. Le chiedo, non volendo far lamare tutto il parquet, esiste la concreta possibilità di riverniciare le parti rovinate. E come?
Grazie mille.
Antonio B.

03/10/2018 - Antonio B.

Buonasera Antonio,
Grazie per essere un nostro lettore. Devo purtroppo darle una risposta negativa: la verniciatura della sola zona usurata darebbe un risultato estetico non accettabile.
Le consiglio decisamente la rilevigatura e riverniciata dell'intero pavimento.
Ma se lei assolutamente non vuole procedere con questo intervento potrebbe utilizzare un prodotto di Kerakoll: SILOVAX. E' una cera autolucidante che darà al pavimento usurato un aspetto lucido simile a quello della vernice. 
Non è la soluzione ottimale ma qualche cliente mi ha ringraziato per il consiglio, significa che tutto sommato non è così male. 
Grazie per la domanda, spero Lei continui a seguirci! 

Michele Pellizzari
 

03/10/2018 - manager

Buongiorno,
Casualmente ho avuto modo di leggere il vostro blog dove ho potuto apprezzare la Vostra competenza.
Se possibile, vorrei proporvi il mio quesito, in particolare si tratta di un pavimento di Doussié massiccio trattato con Oil Wood Traffic Opaco della Chimiver.
Con il calpestio diverse parti della superficie risultano grezze, lavando con uno straccio inumidito assorbono l'acqua invece di respingerla.
Non volendo levigare e riverniciare integralmente ho provato a stendere dell'olio naturale per legno Ikea ottenendo un buon risultato omogeneo, peccato però che la durata nel tempo sia risultata molto limitata.
Vorrei sapere da Voi se potrei ottenere dei vantaggi utilizzando l'OLIO-CERA della OSMO, nel caso quale dovrei acquistare, come mi consigliate di trattare il parquet.
Molte grazie, cordiali saluti
Roberto S.

09/10/2018 - Roberto Strambo

Buongiorno Roberto, 
Grazie che leggi i nostri articoli. Certamente l'olio-cera di OSMO è molto più performante rispetto a quanto hai utilizzato.
Mi pare di capire - da quanto scrivi - che tu sia in grado di farlo da solo, bene! 
In questo caso l'unico suggerimento è che tu lo distribuisca bene, meglio se con un pennello in modo da riuscire a farlo penetrare - grazie alle setole del pennello - anche nelle fenditure.
Non posso rispondere alla domanda "dove poterlo acquistare" perchè non so in che provincia tu sia...  per cui ti consiglio di chiamare l'importatore per l'Italia di Osmo che ti suggerirà il negozio a te più vicino:
Interwood s.r.l (IMPORTATORE OSMO PER L'ITALIA)
Via Torelli, 5/B
28100 Novara
Tel.: 0039/0321 393360
Se non te la senti di applicarlo da solo prova a chiedere al negozio che ti consigli un posatore di zona: sicuramente conosceranno qualcuno attrezzato ed in grado di fare questo intervento tutto sommato facile.
Grazie anche della domanda, spero di esserti stato utile! 

michele pellizzari
 

09/10/2018 - manager

Buongiorno, sono un’insegnante di danza classica, per noi le caratteristiche del pavimento di legno su cui lavoriamo sono fondamentali: l’ideale sarebbe lasciare il legno grezzo, ma per ovvi motivi, vorrei proteggere il mio bellissimo pavimento a tavole di abete, con un prodotto naturale, che NON lo renda scivoloso... Cisa mi consiglia? Può essere adatto questo olio? Grazie in anticipo.

06/11/2018 - Anna Zanconi

Buongiorno Anna,

grazie per averci letto e scritto.
In estrema sintesi quanto scrive è corretto: è sconsigliato l'uso di vernice e di cera mentre è consigliato l'olio che è un impregnante, quindi penetra la superficie del legno senza creare pellicole.
Vista la destinazione del pavimento (non c'è possibilità di incidenti con agenti macchianti o acidi come in una abitazione) non serve metterne molto: è sufficiente una sola mano e molto leggera.
Magari la prima volta è meglio se lo fa fare ad un posatore di legno esperto, poi, una volta imparato, potrà anche farlo da sola.

buona giornata e buone danze!  :) 

06/11/2018 - manager

Buongiorno Michele,
dato che ho trovato molto interessante il suo articolo le scrivo per chiedere un suo parere.
Stiamo pensando di posare un parquet in IROKO in tutte le stanze, bagni e cucina inclusi; purtroppo, ciò che mi ferma dall'acquisto è l'ossidazione dell'IROKO che mi hanno detto tendere al bruno scuro. Io vorrei lasciare il suo colore naturale che richiama venature color oro, qualcosa di verde e alcuni punti bruni.
Posso chiederle gentilmente di darci un consiglio su quale tipo di olio o verniciatura o altro utilizzare affinché il legno non perda la sua colorazione naturale che vediamo nel legno grezzo?
Grazie mille
Antonio L.

07/01/2019 - Antonio Leonetti

Buongiorno Antonio, 

mi spiace ma non saprei come aiutarla: l'Iroko, come le hanno detto, tende a scurire in modo importante e non mi risulta esistano prodotti in grado di mantenere la colorazione bionda che ha nelle prime settimane dopo la posa. 
Proverò ad informarmi e nel caso riesca a trovare qualche informazione le scriverò in privato. 

Grazie per aver letto il mio articolo e buona giornata! 

Michele

07/01/2019 - manager

Buonasera, dato che mi sono innamorata del parquet in rovere spazzolato, morciato, verniciato Marsiglia...vorrei sapere una vostra opinione a riguardo? Lo consigliereste? Che tenuta ha nel tempo rispetto agli altri? Grazie...

14/01/2019 - Debora

Buongiorno Debora, 

ottima scelta! CP Parquet ha ottimi prodotti e lavorazioni molto accurate. Le confermo che è una ottima scelta e che se lo godrà a lungo. 
Grazie per averci scritto

15/01/2019 - manager

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Ristrutturazione appartamento ad Arzignano (Vicenza)

    Un attico completamente ristrutturato dalla Fratelli Pellizzari

  • Pavimento pietra per piscina a Lonigo, Vicenza

    La piscina è un luogo di benessere, di ricreazione e di rigenerazione. Questa realizzazione, nel mezzo del verde dei colli di Lonigo, ha permesso di realizzare una piccola oasi ordinata, riservata e accogliente all’interno di un ambiente naturale.

  • quale luce usare in camera da letto

    Nella camera da letto è molto importante riuscire a gestire la luce per generare atmosfera, ma anche per i momenti dedicati alla lettura, alla visione di un film piuttosto che allo studio. In questa camera abbiamo adottato una soluzione ideale! 

  • Pavimento sasso di fiume Vicenza e Verona

    In questo cantiere abbiamo re-interpretato un materiale antico in chiave moderna. Dei ciottoli di bianco Carrara (detti anche sasso di fiume) sono stati posati in grandi cerchi concentrici con un decoro in mattoni. Il risultato è elegante e raffinato.