Isolamento termico a cappotto: interno o esterno?

Confronto tra le caratteristiche di un cappotto esterno ed interno

10/25/2018 - 15:00

In Italia un terzo dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 sono dovuti alla scarsa efficienza dell’edificio. Secondo gli ultimi studi di settore in Italia più del 60% degli edifici rientra nell’ultima classe energetica (G). Sarebbero  sufficienti interventi minimi di riqualificazione energetica per diminuire di oltre la metà i consumi energetici e le corrispondenti emissioni di CO2. 

Argomento Wiki
Cappotto termico

Cappotto interno o esterno?

L’isolamento termico può essere realizzato posizionando i pannelli sul lato esterno o interno della parete oppure nell’intercapedine della doppia muratura. Vediamo quali sono i pro ed i contro delle tre soluzioni.
 

Isolamento a cappotto interno

Se il pannello viene applicato all’interno dell’ambiente, questo potrà essere riscaldato molto velocemente, ma non verrà sfruttato il volano termico della parete per cui il raffreddamento sarà altrettanto rapido.

Questa soluzione può essere quindi consigliata in ambienti abitati per pochi giorni come case di montagna usate solo nei week-end.
Il difetto più evidente di questa soluzione sta nello spazio occupato dal pannello e quindi la riduzione volumetrica dell’ambiente abitativo.

cappotto interno


Isolamento nell'intercapedine

Se il pannello viene posizionato nell’intercapedine della parete si aumenta l’inerzia termica della stessa, ma non si riescono ad eliminare i ponti termici: ovvero quelle parti della struttura di un edificio che presentando delle discontinuità nell’isolamento termico costituiscono una dispersione di calore da e verso l’esterno.

 

cappotto intercapedine


Cappotto esterno

Se il pannello viene posizionato all’esterno secondo il “sistema a cappotto” i ponti termici possono essere eliminati e con essi la formazione di condensa, muffe e macchie. I muri svolgono la funzione di volano termico, accumulando calore e cedendolo lentamente, riducendo quindi le ore di funzionamento dell’impianto di riscaldamento e migliorando l’inerzia termica anche nelle stagioni più calde e soleggiate. Inoltre limitando le dilatazioni termiche, si riducono i movimenti interstrutturali degli edifici evitando così il generarsi di fessurazioni.

 

cappotto esterno

 

Leggi anche: Isolamento a cappotto, caratteristiche e consigli >>

 

 

Specializzazione: cappotti, cartongesso, pitture

 

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...