Cucina su misura e arredamenti ad Arzignano (Vicenza)

Le persone si sentono al sicuro e felici a casa,
ma non tutti i posti sono uguali:
è facile trovare un posto dove abitare,
ma è difficile trovare una vera casa.

11/20/2019 - 18:46

Un ragazzo giovane, un gusto eclettico, un appartamento dove avevano vissuto i genitori, da sistemare. Questi gli ingredienti della storia che ti raccontiamo oggi: un attico che da "brutto anatroccolo" diventerà, come nelle favole, un bellissimo cigno. 

Arredamenti e cucine su misura? Ma non vendete bagni? 

In questo articolo ti parlerò della bellissima cucina che abbiamo realizzato per N. oltre che dei bagni, delle superfici in resina e grandi lastre e del resto dell'arredamento e dei lavori della ristrutturazione di questo attico in provincia di Vicenza

Tutto ha inizio da una telefonata. 
La mamma di N. mi chiama all'inizio dell'inverno del 2018, dicendo che una sua amica le aveva "caldamente" consigliato di rivolgersi a noi per il servizio ristrutturazioni chiavi in mano (noi lo chiamiamo Atelier Casa Pellizzari). La cliente è simpatica e molto diretta, mi dice che ci conosce per i pavimenti ed i "bellissimi bagni che fate". Ma non sapeva che facessimo anche ristrutturazioni chiavi in mano comprese di arredi. Mi dice che ha sentito dire che progettiamo e realizziamo anche cucine su misura: "è vero?", mi chiede. 

, rispondo: "facciamo anche i contract, quindi possiamo realizzare sia i lavori interni di cartongesso e impianti che l'arredamento e le cucinetutto chiavi in mano". Continuo spiegando che "non lo pubblicizziamo perché è una formula che non possiamo estendere a tutti i clienti: è un compito gravoso ed impegnativo e, per farlo bene, richiede una dedizione tale da lasciare ben poca energia ad altro".

Prima di spiegarti meglio come è andata questa ristrutturazione ti anticipo alcune foto dei lavori ultimati... insomma, partiamo dalla fine! 

La cucina su misura: le foto a lavori ultimati

Cucine su misura, arredamento e finitura con la formula contract

Come ho spiegato alla mamma di N. realizzare arredamenti e cucine su misura ed inoltre seguire tutti i lavori di ristrutturazione è un compito difficile ed impegnativo. Quando me ne faccio carico so bene che richiede oltre a capacità tecniche ed organizzative, anche molta energia per "far andare avanti il cantiere".
Tutti hanno sempre mille scuse per rimandare e posticipare e bisogna tenere tutti concentrati e "sul pezzo"

Spiego alla cliente che lo facciamo solo per i clienti che già ci conoscono, con cui abbiamo già lavorato. Perché per affrontare un lavoro di questa entità deve esserci come presupposto una fiducia reciproca, ci dobbiamo essere già conosciuti ed avere imparato a lavorare assieme. Non me la sento di affrontare una cosa difficile come ristrutturare una intera abitazione se non ci conosciamo e non c'è feeling.

Su questo ci siamo: abbiamo già lavorato assieme per realizzare i pavimenti della casa dei genitori di N. 

Fissiamo un appuntamento e mi preparo i genitori ed il figlio N., che non conosco: l'appartamento da ristrutturare - e per quale studierò la cucina e l'arredamento su misura - diventerà la sua futura casa. È importante che ci sia feeling soprattutto con lui. 

Prima della ristrutturazione dell'attico: cucina e soggiorno

Cucina, superfici e arredi: la scelta dello stile

L'incontro va bene: i genitori sono persone squisite, tutti lavoratori, impegnati nell'azienda di famiglia ma che vogliono dedicare tempo e attenzione anche alla ristrutturazione di questa abitazione per il figlio.
Anche se N., a dire il vero, non sembra necessitare dell'aiuto dei genitori perché dimostra da subito una capacità di scegliere prodotti e soluzioni ed un buon gusto (anzi, un ottimo gusto) per prodotti e materiali davvero non comune. 

Mi confessano di essere stati tutti al Salone del Mobile perché volevano farsi un'idea degli stili di arredamento e delle possibilità oggi disponibili. Mentre parliamo mi guardo le foto dell'attico e la piantina con la disposizione attuale delle stanze.  

Già da questa fase iniziano a delinearsi le esigenze del figlio di ristrutturare per avere una abitazione più moderna ma anche più calata sulle sue esigenze. Il papà fa presente che anche gli impianti sono ormai obsoleti e necessitano di un totale rifacimento.
Questo mi lascia più libertà progettuale, bene!  

Arredamenti e spazi riprogettati: una rivoluzione!

Dopo quasi tre settimane di lavoro, durante le quali mi sono sempre confrontata con N., sono in grado di presentare il progetto dei nuovi spazi e degli arredi. È un progetto di ristrutturazione piuttosto rivoluzionario (nel senso che rivoluzionerà gli spazi in modo importante) ma tiene conto di tutte le richieste ed esigenze che N. ha espresso. 

Ammetto che ero piuttosto tesa prima della presentazione. Il progetto mi piaceva un sacco e sapevo che sarebbe piaciuto al figlio ma temevo la reazione dei genitori. Si trattava del loro appartamento, ci erano vissuti per molti anni, ed ogni modifica che proponevo poteva rappresentare una critica alle loro scelte del tempo. 

Inizio a presentare il progetto e la reazione di N., come mi aspettavo, è super positiva. Ma la vera sorpresa è la reazione dei genitori! Pensavo di scontrarmi con delle obiezioni, pensavo sarebbero stati più "conservatori",  ed invece sposano la rivoluzione che avevo programmato per il loro appartamento. 

"Ora ci occuperemo della scelta di tutti i materiali, fino al minimo dettaglio", spiego.

Sono felice! Felice di aver fatto il primo passo.

Smarcato l'aspetto della nuova organizzazione degli spazi interni passiamo ad analizzare materiali, superfici, arredi... Insomma, fatto il dovere ora tocca alla parte più piacevole. 

Progetto dell'arredamento della zona living

Progetto della cucina su misura con top in grès

Arredamento su misura per la camera

Arredamenti su misura anche per il bagno

Facciamo spazio per i nuovi arredamenti! 

I progetti approvati dai clienti con la nuova disposizione dei locali e dei bagni, implicano la necessità di demolire alcuni divisori e di ripensare gli impianti. Pertanto si procede con la prima fase dei lavori: la demolizione totale dei pavimenti esistenti, dei massetti e delle pareti interne interessate dalla trasformazione.
Trattandosi di un appartamento all'ultimo piano non è stato semplice gestire la movimentazione e lo smaltimento delle macerie, ma ci siamo riusciti.💪

Le nuove pareti in cartongesso dell'attico

Ultimate le demolizioni si parte con la definizione dei nuovi spazi mediante le nuove pareti che realizziamo in cartongesso. I divisori vengono costruiti nei tempi previsti e secondo il progetto. Quando entro nell'appartamento al termine dei lavori quello che mi ero immaginata al momento della progettazione lo vedo realizzato.
Chiaro: mancano ancora finiture e arredamento, ma la percezione degli spazi c'è... e sono quelli che mi aspettavo.

Bene. Ora si parte con gli impianti. 💪

Ristrutturazione dell'attico: le pareti in cartongesso

Arredamenti, pavimenti, bagni e... impianti! 

I ragazzi della nostra squadra che si occupano di impianti elettrici ed idraulici sono in gamba: li conosco bene e ormai ci capiamo al volo. Ci teniamo in contatto, risolviamo qualche inghippo ma il lavoro prosegue spedito e siamo abbastanza in linea con il programma di lavoro. Ho studiato sia la distribuzione dei punti presa che dei punti luce.
L'illuminazione l'ho particolarmente curata e sarà preziosa per mettere in evidenza alcuni particolari decorativi ed elementi di arredo. 

Ecco alcuni dei corpi illuminanti una volta installati:

Arredamenti e...illuminazione su misura!

Ristrutturazione ad Arzignano: l'impianto a pavimento

Bene, ora che sono terminati gli impianti idraulici per l'acqua sanitaria e gli impianti elettrici è giunto il momento di realizzare l'impianto a pavimento.

I nostri valenti idraulici sistemano sul sottofondo ben livellato i pannelli isolanti sopra ai quali verranno clippati i tubi. Ho spiegato al cliente l'importanza di scegliere un sistema a pavimento che ci dia la massima garanzia in termini di durata e di utilizzo di materiali di qualità. Il collega Diego, che segue il settore idraulica della Fratelli Pellizzari, mi ha consigliato l'azienda K-TERM, un'azienda giovane e dinamica che Diego ritiene sia il top nel mondo degli impianti a pavimento. Abbiamo valutato anche una alternativa a minor costo ma alla fine il cliente ha preferito la qualità dei prodotti di K-term.

A lavori ultimati anche i miei ragazzi mi confermano che si sono trovati bene con la posa del prodotto. 

Bene, le spirali delle tubazioni sono ultimate ed è arrivato il momento di procedere con la stesura del massetto (radiante), cioè del fondo che farà da supporto ai nuovi pavimenti dell'abitazione ma anche da "termosifone" dell'abitazione.

Ristrutturazione: il momento della posa del massetto per riscaldamento a pavimento

Il massetto è uno degli elementi del sistema pavimento. Non va considerato, come molti fanno, come un elemento "a parte", da far fare a terzi. Ma è direttamente connesso al pavimento e quindi alla qualità del risultato finale dell'opera. In questo caso, inoltre, fa anche parte dell'impianto di riscaldamento per cui è particolarmente importante che sia realizzato con attenzione. 
Se ti servono informazioni sul massetto radiante il nostro tecnico sergio ha scritto praticamente una enciclopedia a riguardo, la trovi qui:

massetto radiante

Qui mi limito solamente a dirti che abbiamo steso un massetto tradizionale, che abbiamo preferito agli autolivellanti.
La scelta è stata quella di limitare, per quanto possibile, l'utilizzo di prodotti chimici invasivi. Dato che gli autolivellanti contengono additivi, li abbiamo esclusi. Inoltre gli autolivellanti costringono a carteggiare la superficie e a stendere un primer prima della posa del legno, per cui risultavano anche più cari. 

Una volta ultimato il massetto radiante abbiamo rispettato la norma che impone il ciclo di pre-accensione e poi eravamo pronti per la posa delle piastrelle e per la posa del parquet.

Ristrutturazione: è il momento della posa dei rivestimenti 

Nel bagno e nella lavanderia avevamo previsto la posa di piastrelle ceramiche adatte all'ambiente bagno con una superficie bella e facile da mantenere. Le piastrelle vanno posate prima del pavimento in parquet di legno per cui non appena il ciclo di preaccensione (il cosiddetto shock termico) si è concluso il nostro posatore si è dato da fare per posare le piastrelle nel migliore dei modi possibili. 

 

L'installazione dell'arredobagno, dei sanitari e dei rubinetti

Posate le piastrelle, siamo partiti con la posa in opera del pavimento in legno dei bagni in modo da dare la possibilità ai nostri idraulici di tornare per posare sanitari, rubinetterie e arredo bagno. Sappiamo che il pavimento in legno è delicato, specialmente nelle fasi di cantiere, e cerchiamo di far camminarci meno gente possibile.
Per quanto si stia attenti a proteggerlo (qui abbiamo steso il tessuto-non-tessuto su tutta la superficie) la cosa migliore da fare è quella di fare quanti più lavori possibili prima in modo da non comprometterne la superficie. 
 

Arredamenti su misura anche nel bagno

Arredobagno: l'idroscopino a scomparsa installato

I pavimenti in legno posati ad Arzignano

Il pavimento in legno è uno spettacolo! Una tavola in Rovere di grandi dimensioni che si distribuisce ed avvolge tutte le superfici dell'attico.
Il mio cliente, N., ne è entusiasta ed ha ragione.
Le fotografie non riescono a rendere la bellezza di questo pavimento in parquet: appena entrata ho subito avuto voglia di accarezzarlo. 

Il parquet dell'attico di Arzignano, spiegato da Chiara

Gli arredamenti ad Arzignano: arriva il divano

Ultimati i pavimenti è giunto il momento dell'arrivo e del montaggio degli arredamenti. Molti (quasi tutti) li ho disegnati e fatti fare io su misura, ma nel caso del divano abbiamo scelto assieme a N. i colori. Poi abbiamo scelto le misure ed infine N. lo ha fatto realizzare da un cliente/amico della famiglia di N.
Il divano si integra con il resto dell'arredamento dell'appartamento, con i pavimenti e con le superfici. 

 

Gli arredamenti dell'attico: la cucina su misura

Per la cucina ho proposto di utilizzare un piano in grès sia per la zona dei lavelli che per l'isola. Mentre le ante le ho previste laccate su colore specifico. Ci sono molti materiali per fare il piano cucina ma sono convinta, sempre più, che il grès sia in assoluto il migliore top cucina che uno possa acquistare:

  • più duro del marmo e del granito
  • non assorbe e non si macchia
  • meno costoso dei materiali naturali
  • più durevole rispetto a tutti gli altri materiali (Corian, Fenix, Quarzi...) 

N. mi chiede se sugli spigoli il grès non si scheggia, "si tratta di una piastrella per cui spero non succeda", mi dice. 
Le moderne lastre in grès hanno poco a che spartire con le vecchie piastrelle. Sono delle lastre a tutto impasto, molto più pressate e cotte a temperature elevatissime. Il risultato è un materiale che, appunto, è molto più duro di ogni altro materiale naturale o artificiale in commercio. Noi lavoriamo con il 12 millimetri di spessore oppure con il 20 millimetri. Con materiali come questi siamo ultra tranquilli. 
Quindi la risposta che mi sento di dare a N. è che "se si scheggia il grès si sarebbe scheggiato qualsiasi altro materiale". 

A casa di N. realizzeremo il top cucina con delle grandi lastre in grès effetto marmo calacatta che oltre agli aspetti funzionali, garantiranno un effetto spettacolare nell'ambiente cucina-living. Scegliamo e ordiniamo anche il tavolo, le sedie e gli sgabelli abbinandoli a pavimenti ed al resto dell'arredamento.  

Bene, non mi resta che dedicarmi agli esecutivi per i vari laboratori con cui collaboro e a cui assegno i diversi compiti:

  • il taglio delle lastre in grès lo faccio fare ad un trasformista abituato a lavorare marmi costosi
  • la scocca delle cucine la faccio fare da una falegnameria
  • la lavorazione delle ante e dei frontali dei cassetti da una azienda specializzata in verniciature particolari
  • quindi ordino gli elettrodomestici e le cerniere

e alla fine i miei ragazzi installeranno il tutto prima qui da me, in azienda, e poi a casa di N.
Incrociamo le dita!!  🤞

La cucina su misura ad Arzignano: prima, durante e dopo

La cucina su misura: dettagli delle cerniere e degli accessori

La cucina su misura è arrivata nell'appartamento ad Arzignano!

Questo è sempre un momento emozionante, in questo caso forse ancora di più. La cucina è il pezzo forte della ristrutturazione di questo appartamento, ci abbiamo investito un sacco di energia. Ammetto di aver faticato a prendere sonno pensando a tutte le possibili disgrazie, rotture, problemi, errori nel montaggio che sarebbero potuti accadere. Ma il mattino dopo sono più fiduciosa, arrivo in cantiere prima io della cucina, e assisto allo scarico, al trasporto al piano e alle prime fasi del montaggio. 

Ritorno quando la cucina è quasi ultimata, assieme ad N ed è uno spettacolo ❤️ 

Sono davvero orgogliosa del risultato finale ed io e N. passiamo almeno un ora a guardarci tutti gli elettrodomestici, ad accarezzare il piano, ad aprire e chiudere i cassetti. Sembriamo due bambini alle prese con un nuovo giocattolo.

Cucina su misura di Arzignano spiegata da Chiara

Una cappa di aspirazione ipertecnologica!

Chi non vorrebbe un frigo così?

Quanto costa una cucina Pellizzari?

Senza dilungarmi oltre sulle caratteristiche di questa cucina, mi avete sentito abbastanza nei video, arrivo al dunque: quanto costa?

Per questa splendida cucina, elettrodomestici esclusi, ha speso 22.000 euro.
Ci tengo a precisare che questo prezzo è stato possibile grazie al fatto che il cliente che ci ha affidato i lavori dell'intera casa.

Intonaco decorativo in ecomalta nel living

Le due pareti in calce cruda sono due capolavori. Anche se il vero spettacolo è vederne la realizzazione, che avviene con una tecnica antica, tutta a mano. La calce viene spatolata e lavorata a crudo sulla parete. Per arricchire l'effetto possono essere utilizzati - come in questo caso - degli stencil con varie decorazioni. Gli stencil si applicano e poi si tolgono in modo che lascino lo stampo. Poi il nostro "artista" deve amalgamare i vari decori, cancellandoli in parte o sovrapponendoli. Il risultato è straordinario!
Ne abbiamo parlato anche in questo articolo:

Intonaci Decorativi Calce Cruda



Vista la tridimensionalità e la matericità di questa parete ho previsto delle luci radenti per aumentare le ombre ed evidenziare la particolarità di questa parete.

 

Guarda che spettacolo queste pareti!

Il mobile del living

Questo mobile l'ho disegnato e fatto realizzare su misura per N., ha la funzione di svuota-tasche  e nello stesso tempo ti permette di darti un'ultima occhiata prima di uscire, o al rientro. 
Nel video te lo presento:

Ti presento... l'arredamento del living!

Carta da parati

Durante i primi incontri sia Nicolò che i genitori sostenevano di volere un risultato "moderno ma non minimal". Una casa senza colori, piatta e dalla perfezione asettica non rientrava nei loro desideri. Ho pertanto suggerito uno stile moderno ma con l'inserimento di alcuni decori, niente di esagerato o volgare, ma in grado di trasmettere vitalità agli ambienti. 

La carta di parati rientra in questa volontà di decorazione, nel desiderio di aggiungere forme, ornamento e colore per evitare la sensazione di perfezione. La casa deve comunicare affetto, emozioni, personalità... al termine dei lavori siamo tutti felici del risultato perché le superfici decorate riescono a comunicare queste sensazioni.

Tavolo e sedie

Abbiamo scelto questo tavolo in vetro per diversi motivi:
Lo volevamo trasparente, in modo da evitare che fosse troppo invasivo, ma non ci piaceva la trasparenza assoluta. Meglio il vetro bronzato che si lega di più con il mood della casa. Poi il tavolo dovrà poter essere utilizzabile anche per studiare e lavorare, per fare conversazione e, certamente, per ospitare amici a pranzo.

A proposito di ospiti: il tavolo è facilmente allungabile in modo da poter ospitare fino a 12 persone a pranzo o a cena. 

Le sedie dovevano essere abbinate ai colori della casa, specialmente al rivestimento in pelle del divano. Nello stesso tempo non volevamo che fossero delle semplici "sedie da tavolo da pranzo", piuttosto delle poltroncine comode. Nel caso in cui il tavolo venga utilizzato per studiare o lavorare è necessario avere delle sedute comode

Le porte

Una delle cose che adoro di più di questo appartamento sono le porte. Per questo devo ringraziare N. che ha approvato entusiasticamente la mia proposta di realizzarle più alte del normale ("altezza è mezza bellezza!"), a filo muro e... colorate! 

Confesso di non amare le porte bianche, anzi, considero un vero peccato buttare via l'opportunità di scegliere un bel colore abbinato a qualche altro elemento. Per fortuna N. ha buon gusto e mi ha seguito in questa cosa! 

Perché delle porte più alte dello standard?

Arredamenti su misura ad Arzignano: la camera

Anche gli armadi, il letto e la cabina armadio nella camera matrimoniale di N. sono stati realizzati su misura. 

Il grande armadio l'ho previsto all'interno di una nicchia, realizzata in cartongesso, dove si aprono due grandi spazi nascosti da due ante scorrevoli laccate.
Il colore scelto per laccare le ante degli armadi è lo stesso grigio piombo che poi ritroviamo anche nei comodini nelle porte di tutto l'appartamento.

La bellezza di questo armadio è che essendo stato realizzato su misura si può sfruttare tutta l'altezza, all'interno e che coincide perfettamente con la nicchia senza fastidiose fascette di compensazione. 

Ma dove io ed N. ci siamo divertiti è stato nel disegnare e poi progettare la spettacolare cabina armadio! Nelle foto che seguono vedi la camera, il grande armadio e la cabina ultimata ed... utilizzata! 

Chiara spiega il progetto della camera da letto

Terrazza esterna in wpc con studio dell'illuminazione

L'attico di N. ha una bellissima loggia che offre una vista panoramica sulle prealpi venete. A pavimento c'era un grès poco piacevole che abbiamo sostituito con uno splendido pavimento in WPC. 

Il WPC

Il WPC è un materiale sintetico ottenuto da polvere di legno e resina. La sensazione al tatto e alla vista è quella di un vero pavimento in legno, caldo e morbido quasi come l'originale. Anche se richiede meno manutenzione e non ha l'inconveniente  di creare delle "schegge" nel tempo. 

Prima di posare il WPC ci siamo preoccupati di realizzare le opere di impermeabilizzazione necessarie per evitare infiltrazioni. Dopodiché abbiamo realizzato sia il pavimento che le panche ed una cover per il parapetto in cemento che non ci piaceva. 

Progetto del terrazzo

Terrazzo in wpc: tutte le fasi della realizzazione

Ristruttura il tuo appartamento a Vicenza, fissa appuntamento con Chiara!

Compila il seguente modulo per fissare un appuntamento con un nostro consulente. Indicaci un tuo indirizzo email, seleziona il settore di tuo interesse, il giorno e l'orario che preferisci. Ti ricontatteremo entro breve per confermare la data dell'appuntamento.
Mi interessa
Tipo di richiesta
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.

Specializzazione: ristrutturazioni chiavi in mano di case e negozi, compreso l'arredamento living, cucine e luci

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Un prodotto, il grès,  nato per NON essere smaltato, è stato smaltato ed è stato un successo. Il mercato ne ha determinato la diffusione infischiandosene delle proteste dei puristi. Il recente avvento delle tecniche di lappatura e decorazione digitale ne ha consacrato l'assoluto primato commerciale. 

  • CP parquet è un'azienda veneta che produce pavimenti in legno di fascia alta e dal gusto artigianale. Tra le aziende italiane è una di quelle che preferiamo per l'amore con cui curano i prodotti, perché fanno tutto il processo internamente e non scendono a compromessi ed infine per la capacità tutta italiana di innovare e realizzare prodotti "su misura".