Ristrutturare casa ad Arzignano

Le persone si sentono al sicuro e felici a casa,
ma non tutti i posti sono uguali:
è facile trovare un posto dove abitare,
ma è difficile trovare una vera casa.

08/27/2019 - 15:31

Un ragazzo giovane, un gusto eclettico, un appartamento dove avevano vissuto i genitori, da sistemare. Questi gli ingredienti della storia che ti raccontiamo oggi: un attico che da "brutto anatroccolo" diventerà, come nelle favole, un bellissimo cigno. 

ristrutturare casa arzignano Vicenza

Pavimenti, bagni e... anche arredamento?

La mamma di N. mi chiama all'inizio dell'inverno del 2018, dicendo che una sua amica le aveva "caldamente" consigliato di rivolgersi a noi per il servizio ristrutturazioni chiavi in mano (noi lo chiamiamo Atelier Casa Pellizzari).

La cliente è simpatica e molto diretta, mi dice che ci conosce per i pavimenti ed i "bellissimi bagni che fate" ma non sapeva che facessimo anche ristrutturazioni chiavi in mano comprese di arredi. 

Sì, rispondo: "facciamo anche i contract, quindi realizziamo tutto chiavi in mano".
"Ma non lo pubblicizziamo perché è una formula che non possiamo estendere a tutti i clienti: è un compito gravoso ed impegnativo e, per farlo bene, richiede una dedizione tale da lasciare ben poca energia ad altro".

È vero, questo compito richiede oltre a capacità tecniche ed organizzative, anche molta energia per "far andare avanti il cantiere". Ci sono sempre mille scuse per rimandare. Spiego alla cliente che lo facciamo solo per i clienti che già ci conoscono, con cui abbiamo già lavorato. Perché per affrontare un lavoro di questa entità deve esserci come presupposto una fiducia reciproca. 

Su questo ci siamo: abbiamo già lavorato assieme per realizzare i pavimenti della casa dei genitori di N. 

Fissiamo un appuntamento e mi preparo i genitori ed il figlio N., che non conosco: l'appartamento da ristrutturare diventerà la sua futura casa. È importante che ci sia feeling soprattutto con lui. 

Prima della ristrutturazione: la zona cucina e soggiorno

Un appartamento "datato" da far rivivere

L'incontro va bene: i genitori sono persone squisite, tutti lavoratori, impegnati nell'azienda di famiglia ma che vogliono dedicare tempo e attenzione anche alla ristrutturazione di questa abitazione per il figlio.
Anche se N., a dire il vero, non sembra necessitare dell'aiuto dei genitori perché dimostra da subito una capacità di scegliere prodotti e soluzioni ed un buon gusto (anzi, un ottimo gusto) per prodotti e materiali davvero non comune. 

Mi confessano di essere stati tutti al Salone del Mobile perché volevano farsi un'idea degli stili di arredamento e delle possibilità oggi disponibili. Mentre parliamo mi guardo le foto dell'attico e la piantina con la disposizione attuale delle stanze.  

Già da questa fase iniziano a delinearsi le esigenze del figlio di ristrutturare per avere una abitazione più moderna ma anche più calata sulle sue esigenze. Il papà fa presente che anche gli impianti sono ormai obsoleti e necessitano di un totale rifacimento.
Questo mi lascia più libertà progettuale, bene!  

Un progetto rivoluzionario

Dopo quasi tre settimane di lavoro, durante le quali mi sono sempre confrontata con N., sono in grado di presentare il progetto. È piuttosto di ristrutturazione piuttosto rivoluzionario (nel senso che rivoluzionerà gli spazi in modo importante) ma tiene conto di tutte le richieste ed esigenze che N. ha espresso. 

Ammetto che ero piuttosto tesa prima della presentazione. Il progetto mi piaceva un sacco e sapevo che sarebbe piaciuto al figlio ma temevo la reazione dei genitori. Si trattava del loro appartamento, ci erano vissuti per molti anni, ed ogni modifica che proponevo poteva rappresentare una critica alle loro scelte del tempo. 

Inizio a presentare il progetto e la reazione di N., come mi aspettavo, è super positiva. Ma la vera sorpresa è la reazione dei genitori! Pensavo di scontrarmi con delle obiezioni, pensavo sarebbero stati più "conservatori",  ed invece sposano la rivoluzione che avevo programmato per il loro appartamento. 

"Ora ci occuperemo della scelta di tutti i materiali, fino al minimo dettaglio", spiego.

Sono felice! Felice di aver fatto il primo passo.

Smarcato l'aspetto della nuova organizzazione degli spazi interni passiamo ad analizzare materiali, superfici, arredi... Insomma, fatto il dovere ora tocca alla parte più piacevole. 

Progetto del Living

Progetto della cucina

Progetto per la camera da letto

Progetto del bagno

Iniziano i lavori di demolizione

La prima fase dei lavori è stata la demolizione totale dei pavimenti esistenti, dei massetti e delle pareti interne. Trattandosi di un appartamento all'ultimo piano non è stato semplice gestire la movimentazione dei detriti, ma ci siamo riusciti. 

La costruzione delle nuove pareti

Sono stati costruiti i nuovi divisori, secondo il progetto. Quando entro nell'appartamento quello che mi ero immaginata al momento della progettazione lo vedo realizzato. O meglio: mancano ancora finiture e arredamento, ma la percezione degli spazi c'è e sono quelli che mi aspettavo.

Bene. Ora si parte con gli impianti. 

Foto durante la ristrutturazione

Impiantistica

I ragazzi che ci seguono per la parte idraulica ed elettrica sono in gamba: li conosco bene e ormai ci capiamo al volo. Il lavoro prosegue spedito e siamo abbastanza in linea con il programma di lavoro. Ho studiato sia la distribuzione dei punti presa che dei punti luce. L'illuminazione l'ho particolarmente curata e sarà molto importante in casa di N. 

Ecco alcuni dei corpi illuminanti una volta installati:

Impianto a pavimento

Dopo aver sistemato i pannelli a pavimento vengono clippati i tubi. Abbiamo scelgo gli impianti a pavimento di K-TERM, un'azienda giovane e dinamica che consiglio a tutti per la qualità dei loro prodotti. 
Anche i ragazzi mi confermano che si sono trovati bene con il prodotto.  

Bene, le spirali delle tubazioni sono ultimate. ora si procederà con la posa del massetto.

Il massetto per riscaldamento a pavimento

Se vuoi informazioni sul massetto radiante il nostro tecnico sergio ha scritto praticamente una enciclopedia a riguardo, la trovi qui:

massetto radiante

Qui mi limito solamente a dirti che abbiamo steso un massetto tradizionale, non un autolivellante. La scelta è stata quella di limitare, per quanto possibile, l'utilizzo di prodotti chimici invasivi. Dato che gli autolivellanti contengono additivi, li abbiamo esclusi. Inoltre gli autolivellanti costringono a carteggiare la superficie e a stendere un primer prima della posa del legno, per cui risultavano anche più cari. 

Una volta ultimato il massetto radiante abbiamo rispettato la norma che impone il ciclo di pre-accensione e poi eravamo pronti per la posa delle piastrelle e per la posa del parquet.

La posa delle piastrelle

Nel bagno e nella lavanderia avevamo previsto la posa di piastrelle ceramiche per dare una superficie facile da mantenere. Le piastrelle vanno posate prima del legno per cui non appena il ciclo di preaccensione si è concluso il nostro posatore si è dato da fare per montare le piastrelle nel migliore dei modi possibili. 

 

Installazione sanitari e rubinetti

Prima di posare il pavimento in legno sull'intera abitazione il nostro idraulico è tornato per posare sanitari, rubinetterie e arredo bagno. Cerchiamo, infatti, di far camminare meno gente possibile sul pavimento in legno, per non rovinarlo. 

Si sa che il pavimento in legno soffre soprattutto la fase di cantiere, per cui abbiamo cercato di ritardare, per quanto possibile, la posa. 

Idroscopino a scomparsa installato

La posa dei pavimenti in legno

Il pavimento in legno è bellissimo: una tavola in Rovere di grandi dimensioni che si distribuisce su tutta la superficie dell'attico. N. ne è entusiasta ed ha ragione. Le fotografie non possono rendere la bellezza di questo pavimento. 

Quanto bello è questo parquet?

Il divano

Abbiamo scelto assieme i colori e il formato del divano che è stato prodotto da un cliente/amico della famiglia di N. Il divano si integra con il resto dell'arredo e con i pavimenti e le superfici. 

 

Cucina moderna

Per la cucina ho proposto di utilizzare un piano in grès e delle ante laccate. Ci sono molti materiali per fare il piano ma sono convinta, sempre più, che il grès sia in assoluto il migliore. A casa di N. utilizzeremo un grès che imita un marmo calacatta garantendo totale inassorbenza e praticità. 

Scegliamo assieme anche il tavolo, le sedie e gli sgabelli. 

A questo punto mi dedico agli esecutivi per i vari laboratori che mi devono realizzare i pezzi studiando ogni particolare.

La cucina: prima, durante e dopo i lavori

Dettagli

L'arrivo della cucina

Questo è sempre un momento emozionante, in questo caso forse ancora di più. La cucina è il pezzo forte della ristrutturazione di questo appartamento, ci abbiamo investito un sacco di energia. Ammetto di aver faticato a prendere sonno pensando a tutte le possibili disgrazie, rotture, problemi, errori nel montaggio che sarebbero potuti accadere. Ma il mattino dopo sono più fiduciosa, arrivo in cantiere prima io della cucina, e assisto allo scarico, al trasporto al piano e alle prime fasi del montaggio. 

Ritorno quando la cucina è quasi ultimata, assieme ad N ed è uno spettacolo ❤️ 

Sono davvero orgogliosa del risultato finale ed io e N. passiamo almeno un ora a guardarci tutti gli elettrodomestici, ad accarezzare il piano, ad aprire e chiudere i cassetti. Sembriamo due bambini alle prese con un nuovo giocattolo.

Ti spiego la cucina!

Una cappa di aspirazione ipertecnologica!

Chi non vorrebbe un frigo così?

Quanto costa una cucina Pellizzari?

Senza dilungarmi oltre sulle caratteristiche di questa cucina, mi avete sentito abbastanza nei video, arrivo al dunque: quanto costa?

Per questa splendida cucina, elettrodomestici esclusi, ha speso 22.000 euro.
Ci tengo a precisare che questo prezzo è stato possibile grazie al fatto che il cliente che ci ha affidato i lavori dell'intera casa.

Intonaco decorativo in ecomalta nel living

Le due pareti in calce cruda sono due capolavori. Anche se il vero spettacolo è vederne la realizzazione, che avviene con una tecnica antica, tutta a mano. La calce viene spatolata e lavorata a crudo sulla parete. Per arricchire l'effetto possono essere utilizzati - come in questo caso - degli stencil con varie decorazioni. Gli stencil si applicano e poi si tolgono in modo che lascino lo stampo. Poi il nostro "artista" deve amalgamare i vari decori, cancellandoli in parte o sovrapponendoli. Il risultato è straordinario!
Ne abbiamo parlato anche in questo articolo:

Intonaci Decorativi Calce Cruda



Vista la tridimensionalità e la matericità di questa parete ho previsto delle luci radenti per aumentare le ombre ed evidenziare la particolarità di questa parete.

 

Guarda che spettacolo queste pareti!

Il mobile del living

Questo mobile l'ho disegnato e fatto realizzare su misura per N., ha la funzione di svuota-tasche  e nello stesso tempo ti permette di darti un'ultima occhiata prima di uscire, o al rientro. 
Nel video te lo presento:

Ti presento... l'arredamento del living!

Carta da parati

Durante i primi incontri sia Nicolò che i genitori sostenevano di volere un risultato "moderno ma non minimal". Una casa senza colori, piatta e dalla perfezione asettica non rientrava nei loro desideri. Ho pertanto suggerito uno stile moderno ma con l'inserimento di alcuni decori, niente di esagerato o volgare, ma in grado di trasmettere vitalità agli ambienti. 

La carta di parati rientra in questa volontà di decorazione, nel desiderio di aggiungere forme, ornamento e colore per evitare la sensazione di perfezione. La casa deve comunicare affetto, emozioni, personalità... al termine dei lavori siamo tutti felici del risultato perché le superfici decorate riescono a comunicare queste sensazioni.

Tavolo e sedie

Abbiamo scelto questo tavolo in vetro per diversi motivi:
Lo volevamo trasparente, in modo da evitare che fosse troppo invasivo, ma non ci piaceva la trasparenza assoluta. Meglio il vetro bronzato che si lega di più con il mood della casa. Poi il tavolo dovrà poter essere utilizzabile anche per studiare e lavorare, per fare conversazione e, certamente, per ospitare amici a pranzo.

A proposito di ospiti: il tavolo è facilmente allungabile in modo da poter ospitare fino a 12 persone a pranzo o a cena. 

Le sedie dovevano essere abbinate ai colori della casa, specialmente al rivestimento in pelle del divano. Nello stesso tempo non volevamo che fossero delle semplici "sedie da tavolo da pranzo", piuttosto delle poltroncine comode. Nel caso in cui il tavolo venga utilizzato per studiare o lavorare è necessario avere delle sedute comode

Le porte

Una delle cose che adoro di più di questo appartamento sono le porte. Per questo devo ringraziare N. che ha approvato entusiasticamente la mia proposta di realizzarle più alte del normale ("altezza è mezza bellezza!"), a filo muro e... colorate! 

Confesso di non amare le porte bianche, anzi, considero un vero peccato buttare via l'opportunità di scegliere un bel colore abbinato a qualche altro elemento. Per fortuna N. ha buon gusto e mi ha seguito in questa cosa! 

Perché delle porte più alte dello standard?

La camera da letto

Gli armadi in camera di N. sono stati realizzati su misura. 

Ho previsto due grandi spazi chiusi da due ante scorrevoli laccate. Il colore scelto è il grigio piombo che poi troviamo anche nei comodini e che è lo stesso colore delle porte di tutto l'appartamento.

La bellezza di questo armadio è che si è potuto inserirlo perfettamente nella nicchia e che si può sfruttare tutta l'altezza, all'interno.

Oltre agli armadi ho progettato per N. una spettacolare cabina armadio!  

Chiara spiega il progetto della camera da letto

Terrazza esterna in wpc con studio dell'illuminazione

L'attico di N. ha una bellissima loggia che offre una vista panoramica sulle prealpi venete. A pavimento c'era un grès poco piacevole che abbiamo sostituito con uno splendido pavimento in WPC. 

Il WPC

Il WPC è un materiale sintetico ottenuto da polvere di legno e resina. La sensazione al tatto e alla vista è quella di un vero pavimento in legno, caldo e morbido quasi come l'originale. Anche se richiede meno manutenzione e non ha l'inconveniente  di creare delle "schegge" nel tempo. 

Prima di posare il WPC ci siamo preoccupati di realizzare le opere di impermeabilizzazione necessarie per evitare infiltrazioni. Dopodiché abbiamo realizzato sia il pavimento che le panche ed una cover per il parapetto in cemento che non ci piaceva. 

Progetto del terrazzo

Terrazzo in wpc: tutte le fasi della realizzazione

Ristruttura il tuo appartamento a Vicenza, fissa appuntamento con Chiara!

Compila il seguente modulo per fissare un appuntamento con un nostro consulente. Indicaci un tuo indirizzo email, seleziona il settore di tuo interesse, il giorno e l'orario che preferisci. Ti ricontatteremo entro breve per confermare la data dell'appuntamento.
Mi interessa
Tipo di richiesta
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing selezionando l’apposita voce. La compilazione del modulo è facoltativa. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare la richiesta e sono necessari per stabilire il contatto richiesto.
Chiara Pellizzari - Fratelli Pellizzari Costo di Arzignano (Vicenza)

Specializzazione: ristrutturazioni chiavi in mano di case e negozi, compreso l'arredamento living, cucine e luci

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • bagno rimodernato con la resina a Vicenza

    Questi giovani clienti hanno acquistato una abitazione con il bagno esistente: colori e piastrelle non gli piacevano.
    Ci hanno chiesto di trasformargli il bagno in un ambiente dai toni moderni bianchi e grigi, ma senza eliminare nulla. 

  • Laterizio porizzato Poroton
  • Nell'immagine si vede un pavimento in prefinito 3 strati

    Il legno è da sempre utilizzato per le costruzioni di ogni genere, una delle più antiche è proprio per i pavimenti. Nelle zone di Vicenza e Verona, dove operiamo, ci troviamo a realizzare oramai quasi solamente pavimentazioni in legno prefinito. Approfondiamo qui le caratteristiche di una tipologia di legno prefinito, quello a tre strati.