Gravelfix: sistema stabilizzante per ciottoli e granulati

Per pavimentazioni esterne di alta qualità

02/23/2019 - 17:28

Fratelli Pellizzari cura ogni dettaglio sulle pavimentazioni interne ed esterne, in questo caso, grazie a Gravelfix, abbiamo trovato un ottimo sistema per stabilizzare ciotoli e granulati di ogni tipologia.

Argomento Wiki
Arredogiardino

Gravelfix Zandobbio: pavimento drenante esterno

Volete realizzare un viale esterno utilizzando del ciottolo o della graniglia? Cercate una soluzione che "tenga fermo" il materiale, per evitare la formazione di conche o di corsie nei punti di maggior passaggio?
Gravelfix è la soluzione perfetta per consentirvi di godere di un pavimento in ghiaino senza le problematiche che questo comporta. 
 

Caratteristiche di Gravelfix

Gravelfix ha una struttura a nido d'ape con alveoli di 42 mm di larghezza e 32 mm di altezza.
Le lastre possono avere uno spessore di 0,3 m2 , 0,9 m o 2,68 mcon una dimensione di 40x80 , 80x120 o 117,6x227,5 cm.
Prodotto con polipropilene puro e al 100% riciclabile che presenta un'alta resistenza alla compressione (fino a 300 t/m2).
 

Applicazioni principali

I luoghi in cui può essere utilizzato il sistema Gravelfix sono davvero molti:

► parcheggi pubblici e privati
► terrazzi e giardini pensili
► piste pedonali e ciclabili
► passi carrabili
► aree e viali cimiteriali
► aree giochi
► parchi e giardini
► aree condominiali

 

gravelfix zandobbio

 


Vantaggi di Gravelfix - Granulati Zandobbio

► È un prodotto completamente riciclabile.

► È adatto a tutti gli utilizzi: pedonale, per traffico leggero e pesante, moto, biciclette e carrozzine per disabili.

► Contribuisce a rallentare la crescita delle erbe infestanti e a trattenere i granulati o i ciottoli creando una pavimentazione     drenante al 100%.

► La struttura di Gravelfix impedisce la formazione di orme e di solchi dovuti al passaggio dei mezzi e non è sensibile ne al gelo   ne al sale. 

► Le lastre possono essere posate su tutti i tipi di superfici con pendenza fino a 17% senza necessità di ancoraggio.

 

gravelfix


Posa di Gravelfix 

Il fondo su cui si posa il sistema Gravelfix è importante per la buon riuscita del lavoro: un buon fondo garantisce una pavimentazione stabile.

Se il passaggio è per veicoli leggeri bastano 15 cm di fondo ben pressato e una superficie livellata con sabbia o granulato fine in modo da realizzare un piano omogeneo.

Mentre per il passaggio di veicoli pesanti il fondo è consigliato di 25 cm e ben pressato ed anche in questo caso con la superficie livellata con sabbia o granulato fine per creare un piano omogeneo.

 

Per informazioni sul prezzo di Gravelfix: [email protected]

 

Specializzazione: Responsabile settore Camini e Stufe a Gambellara.

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Vogue è la nostra azienda preferita per il segmento delle piastrelle colorate, sia in tinta unita che decorate, per rivestimenti moderni e di design: ha una gamma pazzesca e ci permette di divertirci a giocare con formati, superfici e finiture. 

  • Un progetto innovativo che coniuga l'esigenza di una grande doccia wellness, di spazi capienti per la zona mobile, sapientemente vestiti con l'eleganza di superfici magnifiche e magistralmente illuminate.

  • Conoscete la posa di questo pavimento in legno? Le foto dell'abitazione vicentina nella gallery finale.

  • Nell’antichità la scala era vista come una struttura architettonica tanto complicata quanto affascinante, basti pensare ai palazzi lussuosi in cui era la vera protagonista. Anche nelle abitazioni contemporanee la visione della scala non è strettamente legata alla sua funzionalità ma è ormai definita un arredo di design.