Porfido: la sigillatura in resina delle fughe

06/23/2020 - 09:43

Per realizzare pavimentazioni esterne particolarmente elastiche, resistenti ai sali disgelanti, alle sollecitazioni di ogni tipo, oggi esiste una innovativa soluzione: la stuccatura delle fughe con la resina. 

Argomento Wiki
Pavimenti in porfido

Porfido: la stuccatura in resina

Hai sentito parlare di stuccatura in resina del porfido? Sei interessato a sapere quali sono i vantaggi di stuccare un pavimento esterno in porfido con la resina?
In questo articolo troverai informazioni e due [video] su questo argomento che ti aiuteranno a decidere se utilizzare, per il tuo pavimento in porfido, una stuccatura con boiacca cementizia oppure utilizzando il nuovo metodo e cioè con la resina.

Granelli di porfido e resina per stuccare il pavimento

Circa 15 anni fa alcuni posatori sperimentarono una innovazione nel mondo dei pavimenti porfido: è l'inizio del percorso che ci consente oggi di poter stuccare le fughe del pavimento esterno con una resina poliuretanica al posto della classica malta cementizia.
Immagino che tu sia incuriosito dall'aspetto estetico del pavimento stuccato, giusto? Ecco allora, nella foto qui di seguito, un primo piano della stuccatura di un pavimento in porfido posato ad opera incerta. Come vedi le fughe sono state sigillate utilizzando granulato di porfido e resina.

Porfido stuccato con granulato e resina

 
L'obiettivo che ha accompagnato la ricerca di una nuova tecnica di stuccatura era quello di ottenere una pavimentazione più elastica, in grado di sopportare meglio gli stress da traffico veicolare e le dilatazioni.
È per questo che la tecnica si diffonde soprattutto per la stuccature dei cubetti posti in sede stradale.
Ecco il risultato estetico su una pavimentazione in cubetti:
 

cubetti stuccati in resina


Come si presenta la stuccatura in resina?

Dalle prime prove di quegli anni la tecnica è progredita ed oggi siamo in grado di realizzare dalla piccola pavimentazione residenziale fino a strade con traffico intenso e grandi sollecitazioni.
Come abbiamo visto cambia anche la resa estetica del materiale: invece che una stuccatura color cemento chiaro, otterremo un color "porfido" anche per la stuccatura.

porfido stuccato con resina

Il porfido dura di più se stuccato in resina

Questa nuova tecnica si è dimostrata in grado di garantire un ottima resistenza agli stress fisici e meccanici a cui le pavimentazioni sono soggette, conferendo prestazioni elastiche notevoli. Ma come è successo anche nel mondo delle superfici continue, il successo ha consentito il proliferare di produttori talvolta improvvisati che hanno immesso nel mercato resine di bassa qualità. 

stuccatura in resina, fase di applicazione

Alcuni pavimenti stuccati con queste resine hanno durabilità nemmeno confrontabili rispetto ad altri stuccate con resine di ottima fattura. Noi abbiamo scelto la resina proposta da Mapei che, come vedremo, garantisce sia l'estetica che le performance tecniche.

cubetto in porfido stuccato in resina

Stuccatura in resina del porfido e normative

Inizialmente questo sistema si è affermato in un contesto di "vuoto normativo" che ha messo a repentaglio anche la sicurezza degli operatori. 

Fortunatamente ora è giunta in soccorso la norma UNI 11714-1:2018. che ha disciplinato anche la posa di porfido con stuccatura in resina. 
La norma stabilisce che per il porfido a cubetto sia possibile la posa su un letto sciolto di frantumato di roccia (si potrà usare, come vediamo nella foto, il pietrisco di porfido, prodotto di scarto della cava). 

Posa di porfido su letto di porfido frantumato

Una volta steso il letto di pietrisco si procede alla posa del cubetto e alla successiva battitura con piastra vibrante dimensionata rispetto alle dimensioni del cubetto. 

piastra vibrante per battere il porfido


La stuccatura avverrà cospargendo nelle fughe tra i cubetti del pietrisco di porfido macinato (quindi più minuto rispetto al letto di posa). Il pietrisco verrà spazzato dentro alle fughe fino a riempimento e poi si procede a far colare la resina poliuretanica sopra al pietrisco.

fase di stuccatura con le resine

Il prodotto inerte per l'intasamento, di piccole dimensioni, dovrà essere perfettamente asciutto, così come il pavimento. Quindi non si può applicare la resina in caso di giornate di nebbia o dopo una pioggia. 

L'erogazione della resina è la fase più delicata e dovrebbe avvenire in sicurezza. Noi consigliamo l'utilizzo della specifica attrezzatura studiata e proposta dal consorzio porfido del trentino (CIPT - Italporphyry) che consiste in un serbatoio dotato di un vaso di espansione e di un erogatore con riduttore di pressione (max 3 bar) e certificato di omologazione. 

attrezzatura per stuccare il pavimento in porfido

Se deciderai di utilizzare, come facciamo noi, la resina di Mapei devi tenere pronto in cantiere anche "l'antidoto" e cioè il cleaner che è in grado di sciogliere il prodotto a fresco in caso di errata applicazione o sbavature.

Cleaner di Mapei per resina

I vantaggi della stuccatura in resina del porfido

► Consente alla pavimentazione di sopportare meglio le sollecitazioni termiche e di assorbire le dilatazioni senza sfaldature e rotture
► La pavimentazione reagisce in modo elastico alle sollecitazioni da traffico veicolare pesante, senza rompersi, ed assorbendo le vibrazioni
► I tempi di realizzazione sono più celeri
► Il pavimento acquisisce una capacità drenante, seppure destinata a diminuire con il tempo a causa dell'intasamento delle porosità da parte di agenti esogeni
► Il sistema resiste ai sali disgelanti
► Le fughe sigillate con la resina non sono soggette alla formazione di erba o muschi
► La pavimentazione così realizzata resiste agli interventi effettuati con macchine spazzatrici adeguate al porfido
► Resiste agli acidi
► Presenta caratteristiche di fonoassorbenza, grazie all'elasticità del pavimento così ottenuto
► La pavimentazione non necessita di giunti di dilatazione
► La stuccatura si presenterà omogenea e priva di microfessure di ripresa tipiche della stuccatura tradizionale
► Più facili da riparare e si vedrà meno il rattoppo

 

porfido stuccato in resina


Perché scegliere la resina Mapei per stuccare il porfido

Per prima cosa ti consigliamo, come al solito, di esaminare sempre le scheda prodotto e di sicurezza di ogni prodotto chimico che andrai ad utilizzare per casa tua. Noi lo facciamo sempre e per questo ti consigliamo questa resina di Mapei.

Abbiamo accertato che la stessa è innanzitutto esente da solventi (quali acetone) e quindi non è pericolosa per inalazione, a tutela degli operatori. 
Oltre a questo, che noi consideriamo fondamentale, il prodotto offre anche altre caratteristiche: 

► è costituito da un legante poliuretanico monocomponente selezionato da materiali nobili e di prima qualità
► è realizzato con una formula che garantisce una composizione predefinita e costante nel tempo 

Ma oltre alle caratteristiche del prodotto l'abbiamo scelta anche perché Mapei è conosciuta e famosa e non può permettersi di immettere nel mercato prodotti che siano poco rispettosi della salute del committente o degli addetti ai lavori. 

Mapei Stone Joint resina per stuccare porfido

La resina è certificata come non infiammabile e può essere trasportata con ogni mezzo in quanto considerata "merce non pericolosa". 

Posa di lastre di porfido su pietrisco e resina

Ma questo metodo vale solo per la posa dei cubetti in porfido? No, si può utilizzare anche per le piastrelle di porfido squadrato. Anzi, in questo caso abbiamo due possibilità: la posa su letto sciolto di pietra di porfido frantumato (come per il cubetto) oppure la posa su impasto di porfido frantumato e resina. Insomma la resina viene utilizzata come legante al posto del cemento. 

Posa di porfido su impasto di pietrisco e resina

Per posare in questo modo occorre prima impastare il letto di porfido frantumato e poi spalmare un po' di resina sul retro della lastra di porfido. Una volta sistemata sul letto di posa andrà battuta e quindi stuccata.
La stuccatura si esegue nello stesso identico modo visto per i cubetti. 

POSA DI PIETRA SU IMPASTO DI RESINA E PIETRISCO MACINATO

 

Se si posa su letto impastato di pietrisco e resina il pavimento migliora le proprie performance.

Secondo quanto riportato nella Uni 11714 la posa su letto di pietrisco asciutto e stuccatura in resina ha una applicazione su ambienti P4. 
Mentre se il prodotto viene posato su impasto di pietrisco e resina e poi stuccato in resina, può essere applicato in  ambienti P4, P5, P6. 
>>>Se non conosci la tabella delle destinazioni d'uso P4-P9 secondo la norma UNI 11714-1:2018 leggi questo articolo>>>


Grazie! 

Ho cercato di sintetizzare e semplificare l'argomento che meriterebbe un approfondimento maggiore, ma spero di essere riuscito a trasmetterti i concetti fondamentali. 
Ti ringrazio per aver letto il mio articolo.
Se vuoi valutare la fattibilità ed i costi di una pavimentazione in porfido io sono in grado di aiutarti con la progettazione e con la messa in opera del pavimento. Per fissare un appuntamento con me è sufficiente cliccare "fissa un appuntamento" in fondo alla pagina. 
Devo precisarti, però, che noi operiamo solo nelle zone di Vicenza e di Verona. Se abiti in altre zone d'Italia puoi comunque utilizzare la nostra esperienza leggendo gli altri articoli che ti mettiamo a disposizione sulla pagina Pavimenti in porfido

Grazie ancora per il tuo impegno a leggermi.

Buona giornata! 

 

 

 

RUOLO: interior designer e venditore
AMBITI: Pavimenti interni ed esterni, Bagni, Arredo
SEDE: Gambellara

ANNO DI ARRUOLAMENTO: 1998
MOTTO: Siamo tutti apprendisti in un mestiere dove non si diventa mai maestri.

 

 

 

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • In questo articolo approfondiamo alcuni degli aspetti terapeutici che la luce ed il colore hanno su di noi.

  • Idee, progetti e foto finali della realizzazione di una nuova abitazione dallo stile industriale - Arzignano (Vicenza).

  • In questo articolo specificheremo i prezzi dei pavimenti decking da noi venduti nei nostri negozi per Vicenza e Verona.

  • Sei arrivato alla scelta dell'arredo per il tuo nuovo bagno e decidere il mobile ti sta facendo letteralmente impazzire? Lo so, le tipologie sono tante e il mobile bagno è la parte più d'impatto nella stanza: devi essere convinto della scelta visto che farà parte della famiglia per molti anni! In questo articolo cercheremo di aiutarti a scegliere tra il mobile bagno a terra oppure sospeso.