Supporti per posa sopraelevata di grès spessore 2 cm.

06/10/2020 - 15:33

Posa sopraelevata in esterno: i supporti per il grès di spessore 2 cm. 

Nel mondo delle pavimentazioni esterne una vera e propria rivoluzione si è verificata grazie all'introduzione del grès ad alto spessore. Questo prodotto ha occupato ambiti che prima erano riservati a piastrelloni in cemento o in marmo, consentendo la posa sopraelevata su supporti. 
Ora, a fianco del grès, sono sorte delle soluzioni di supporto diversificate che vengono prodotte da aziende dell'indotto sia in materiali plastici che in metallo. Vediamo alcune di queste soluzioni. 

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Le lastre o piastrelle di porfido segato possono essere posate con una fuga minore e rendono più contemporaneo un pavimento, pur conservando la naturale sensazione della pietra. Descrizione e gallery di realizzazioni.

  • Un buon cappotto garantisce importanti risparmi energetici, un migliore comfort abitativo e consente di ottenere il 65% della spesa sotto forma di agevolazioni fiscali, ma è necessario fare attenzione alle installazioni "artigianali": il cappotto va realizzato rispettando una serie di cautele e accortezze. Solo così avrete la garanzia della durata e della performance. 

  • Il centro cinofilo di Gambellara va sempre un po’ contro corrente e invece di aver concentrato tutto in un’unica giornata di inaugurazione, ha ben pensato di optare per una serie di open day diversi tra loro ma uniti da un denominatore comune: il fotografo!