Piastrelle: stuccatura non uniforme

01/28/2020 - 12:38

Fughe non uniformi o irregolari

La stuccatura è l'ultima fase di posa di un pavimento o di un rivestimento ed è una delle operazioni più delicate. 
In questa fase il posatore procede a stendere lo stucco su tutta la superficie posata, "a campo pieno", quindi anche sopra alle piastrelle. Una volta ripulite le piastrelle lo stucco rimane (e riempie) le fughe tra una piastrella e l'altra. 

Se desideri approfondire l'argomento e avere risposte a domande del tipo: "come stuccare le piastrelle?" oppure "quali stucchi utilizzare?" o sapere se è meglio lo stucco Mapei o quello di Kerakoll, abbiamo scritto uno specifico articolo:

La fuga e lo stucco nei pavimenti in piastrelle

In questa pagina ci concentreremo, invece, sui problemi che possono nascere quando il posatore sbaglia a stuccare un pavimento, in particolare sul problema di una stuccatura cementizia non omogenea, in cui il colore cambia in zone diverse.
Quello che è successo nella fugatura delle piastrelle qui sotto: 

Fughe colori diversi

Piastrelle con fughe a macchie

Premetto che se anziché la stuccatura cementizia, hai scelto di utilizzare la stuccatura epossidica, non ti devi preoccupare di questo problema. Della stuccatura epossidica parleremo in quest'altro articolo:

>>>La stuccatura epossidica delle piastrelle in ceramica>>> [in preparazione]

La stonalizzazione del colore nella stuccatura - che si può presentare con l'utilizzo di stucco cementizio - ha varie cause ma prima di allarmarsi vanno considerati i tempi: se il pavimento o il rivestimento è appena stato realizzato è normale che possa presentarsi a chiazze.

I colori diversi sono dovuti al fatto che lo stucco nelle fughe deve ancora asciugarsi e, nelle zone più umide, si presenterà più scuro rispetto alle zone più asciutte, dove sarà più chiaro.

Fughe colori non uniformi


Chiazze e colorazione non uniforme nella stuccatura

Se da quando hai visto il posatore stuccare le fughe delle piastrelle sono trascorsi una decina di giorni e se le condizioni ambientali sono "normali", lo stucco si dovrebbe essere asciugato.
In questo caso la colorazione dovrebbe essere abbastanza uniforme . 
Se, invece, la stuccatura si presenta in alcuni punti più chiara ed in altri più scura, come nella foto qui sotto, siamo in presenza di un problema che va risolto. 

Stuccature piastrelle colore non uniforme


Fughe a macchie di colori diversi: quali sono le cause?

Le cause possono essere molte: 
temperatura di cantiere non idonea: troppo caldo o troppo freddo; 
erronea miscelazione dello stucco: se lo stucco viene miscelato troppo velocemente si creano delle bolle d'aria. Se viene mescolato troppo lentamente non è uniforme nell'impasto. Il trapano, con annessa frusta di miscelazione, deve funzionare a bassi giri e a lungo; 
► errata diluizione dello stucco in acqua: il rapporto acqua/stucco è riportato nelle confezioni e deve essere rispettato;
► impasto dello stucco su un secchio sporco;
► non uniformità di spessore dello stucco a causa dell'eccesso di collante in alcune zone. 

Stuccatura piastrelle non uniforme


Quali soluzioni per uniformare il colore delle fughe?

Fortunatamente a questo problema esiste una facile ed efficace soluzione. I produttori di stucco, ad esempio Mapei, mettono a disposizione dei flaconi o dei fustini per ri-pigmentare uniformemente la stuccatura, denominati Mapei Fuga Fresca
L'applicazione è abbastanza facile: si tratta di distribuire il liquido sulle fughe dei pavimenti rovinate ed anche su quelle omogenee, in modo da avere un risultato uniforme. Il risultato sarà anche efficace, nel senso che Mapei garantisce la durabilità dell'applicazione nel tempo.

Chi paga il rinnovo delle fughe?

Generalmente quando si presenta una contestazione dell'uniformità del colore delle fughe, accade quasi sempre che sia il posatore ad essere chiamato in causa. Ed è generalmente sul posatore che ricada l'onere di stendere il prodotto di ri-pigmentazione su tutte le fughe, così come dell'acquisto del prodotto. Se il danno si verifica a parecchi mesi dalla posa il danno è probabilmente causato da una cattiva manutenzione ed in questo caso sarà il cliente finale ad acquistare il prodotto per rinnovare le fughe di Mapei e a stenderlo.

In ogni caso, a fughe rinnovate - anche a distanza di anni - vediamo che i nostri clienti sono soddisfatti del risultato finale.

Risoluzione problemi fughe piastrelle

 

 

 

RUOLO: Titolare
SEDE: Gambellara

Michele è nato e vissuto ad Arzignano. Fin da piccolo (ci racconta la mamma) ha sempre amato leggere, più che giocare.

Commenti

Salve,
vorrei un consiglio circa l'argomento dell'articolo. Ho realizzato fughe da 2mm sul pavimento del mio appartamento con l'Ultracolor Mapei 111 (piastrelle 100x100 Urban Great White di Porcelaingres). Mi ritrovo, dopo 10 giorni dalla stuccatura da parte del posatore, fughe più chiare, fughe più scure, con discromie anche vicine e persino lungo la stessa fuga. Come rimediare? Il colore è molto chiaro, ma mi piacerebbe mantenerlo per continuità con quello delle piastrelle. Gradirei riceveresuggerimenti su altri prodotti, visto che dovrò comunque rimuovere lo stucco inizialmente applicato, o su tecniche di applicazione diverse che potrebbero minimizzare la disomogeneità di colore. Grazie in anticipo, buon lavoro.

06/24/2019 - 14:47 - Serena

Ciao Serena, 

grazie per aver letto l'articolo ed averci scritto. In caso di esito della stuccatura non uniforme non serve rimuovere completamente lo stucco. Si può utilizzare il prodotto "Fuga Fresca" di Mapei proprio nel colore 111: si tratta di stendere il prodotto su tutte le fughe, seguendo le istruzioni in scheda tecnica, ed i pigmenti tonalizzeranno correttamente la stuccatura. È un ottima soluzione, troverai anche su forum di settore indicazioni in tal senso. 

grazie, ciao

06/24/2019 - 14:56 - manager

Salve una domanda abbiamo fatto la fuga che doveva essere color cemento scuro ma quando si asciuga diventa chiara a chiazze e presenta delle bollicine come possiamo rimediare?puo essere un prodotto difettoso ?da premettere che ha fatto tutto mio marito che da una vita che fa questo mestiere e non è mai successo non c’è lo spieghiamo la ringrazio se mi aiuta

09/30/2019 - 00:09 - Pamela

Ciao Pamela, 

le cause di una stuccatura non uniforme le abbiamo elencate nell'articolo. Difficile per me darti una risposta su quanto accaduto senza vedere fisicamente la stuccatura. L'unico rimedio, per quanto posso capire da quello che scrivi, è utilizzare FugaFresca di Mapei.

ciao!

 

09/30/2019 - 15:29 - manager

Buongiorno,

per il pavimento del mio bagno ho fatto realizzare delle fughe scure (essendo il pavimento molto scuro). Successivamente, il decoratore ha provveduto a rasare il soffitto e aimè, le fughe ora risultano più chiare, in maniera disomogenea, a causa della polvere della rasatura. Ho provato a farle tornare al loro antico splendore sia pulendo con lo spazzolino, sia utilizzando il vaporetto, ma nulla. Come posso fare?

In attesa di una Vostra gentile risposta porgo cordiali saluti.

11/22/2019 - 16:51 - Noemi

Ciao Noemi, 

puoi utilizzare fuga fresca di Mapei. Esiste in vari colori, anche in colore scuro. Segui le istruzioni nel flacone e otterrai delle fughe uniformi e scure: come nuove! 

ciao e grazie per averci scritto

11/22/2019 - 19:15 - manager

Buongiorno
Settimana scorsa mi hanno posato il pavimento nella mia casa nuova. Io posatore ha fatto oggettivamente un ottimo lavoro sulla posa ma ha sbagliato il colore della fuga...ho posato piastrelle effetto lego rettificate in gres da 120 cm con fuga di 2mm ma mi ha ha messo un colore Beige che da bagnate è perfetto ma una volta asciutte le piastrelle diventa quasi bianco togliendo tutto il bello dell effetto legno... Sono davvero demoralizzato visto quanto ho speso ma non mi sento di colpevolizzare il posatore in quando ho scelto io quel colore non sapendo si schiarisse così tanto una volta steso pulito con acido e asciugato. Cosa posso fare? Questo mapei fuga fresca marrone funziona davvero? Posso postarlo da solo o ci vuole un professionista? Infine siccome da bagnate le fughe diventano marroni, non c'è un olio di semi o altre sostante che una volta passate sulle fughe lo lascino con quel effetto bagnato ovvero scurendole? Ho sentito che alcuni hanno passato dell olio sulle fughe.. Si tratta di un trilocale di 90 mq tutto piastrellato uguale... Grazie in anticipo

12/11/2019 - 09:10 - Luca

Ciao Luca, 

non ti preoccupare, la cosa si può risolvere.

 Se l'aspetto "bagnato" della fuga ti piace potresti provare a trattare una piccola porzione delle fughe del pavimento (magari in un angolo nascosto) con FILAWET, un prodotto che conferisce al cemento, e quindi anche alla fuga cementizia, un "effetto bagnato". 
Con questo prodotto dovresti riuscire a riprodurre l'effetto che cerchi. 

Nel caso in cui l'esito non sia soddisfacente puoi sempre ripigmentare le fughe utilizzando FUGAFRESCA di MAPEI, un prodotto disponibile in una ampia gamma di colori che ti permetterà di SCURIRE le tue fughe. 

Buon lavoro, 

ciao!

 

12/12/2019 - 17:43 - manager

Salve. Abbiamo appena finito di ristrutturare una casa colonica. Tra i tanti problemi insorti con la ditta incaricata dei lavori c’è anche quello delle fughe
Premetto che abbiamo il riscaldamento a pavimento e che sono tutte mattonelle in grès porcellanato NON RETTIFICATE e posate con fuga normale. Ora ... tutte le fughe non sono PIÙ del colore iniziale. Mi spiego meglio ... le fughe del pavimento del bagno con mattonelle NERE dovevano essere NERE e sono diventate a mano a mano (parliamo di sei mesi!) più chiare fino a diventare GRIGIO PERLA naturalmente non in maniera uniforme e dall’aspetto POLVEROSO. Le fughe del resto della casa con mattonelle tipo cotto e quindi di colore marrone sono sempre più beige chiaro (stesso aspetto di quelle sopra). Si salva solo il bagno di sotto dove ancora il colore pare che regga. Preciso che lo stucco che DICONO di aver usato è il FUGABELLA e che prima di mettere i mobili ho fatto il lavaggio su tutti pavimenti per togliere i resti del materiale di cantiere con il Delta plus come consigliatomi dal rivenditore e che ho lavato il pavimento sistematicamente solo con acqua e/o la vaporella. Alle mie domande sul perché succeda nessuno (ditta, rivenditore mattonelle, rappresentante stucco, etc) SA O VUOLE rispondermi. Chiedo a voi se c’è una spiegazione, se ci sono i termini per un contenzioso e se si può in qualche modo rimediare considerando che sono quasi 350 metri quadri di casa ... già ammobiliata😩
Ringrazio per l’attenzione

01/28/2020 - 08:38 - Flaiani Stefania

Ciao Stefania, grazie per la domanda. 

come sempre diciamo, di fronte a domande così specifiche, è difficile dare una risposta senza un sopralluogo e senza avere tutte le informazioni che ci sono necessarie. Per esempio di Fugabella Kerakoll esistono diverse versioni ed ognuna ha caratteristiche diverse. Per cui fare una consulenza così specifica a distanza è impossibile, mi spiace. 

Posso tentare di darti delle risposte che saranno per forza di cose generiche.

Parto dalla tua domanda finale, la possibilità di intentare causa giudiziaria. Temo che se tu chiamassi in causa l'azienda fornitrice, a parte i tempi ed i costi della giustizia italiana (folli entrambi) potresti soccombere proprio perché tu dichiari che le fughe inizialmente andavano bene e poi si sono "rovinate" nel tempo, dopo 6 mesi. Sarebbe estremamente difficile per te e per un perito provare che si tratta di un difetto all'origine dello stucco e sarebbe molto più facile per l'azienda che ha posato obiettare che si tratta di una manutenzione non corretta, dal momento che il problema è sorto successivamente. 

Sulla domanda iniziale e cioè su cosa potrebbe essere successo: le cause dello sbiadirsi dei colori della fuga possono essere diverse. La principale è l'utilizzo di prodotti o tecniche di pulizia errate, sia nella fase post cantiere che nelle fasi successive.
Per la pulizia cantiere tu dici di aver utilizzato Deltaplus. Questo prodotto può rovinare la stuccatura se utilizzato male, ma tu non mi fai presente problematiche in quel fase: dici che gli sbiadenti si sono presentati, invece, 6 mesi dopo.
Il cemento, una volta maturato ed indurito, non può variare di colore o quantomeno non dopo 6 mesi (dopo 6 ANNI uno sbiadimento dovuto a migliaia di lavaggi e all'evaporazione dei pigmenti colorati della fuga è considerato normale, ma non dopo pochi mesi). 

Per quanto riguarda la pulizia ordinaria dici di utilizzare solamente con acqua, quindi escludo che tu abbia utilizzato (1) acidi o (2) prodotti che depositano cera. 
La pulizia ordinaria, infatti, può far sbiadire la fuga se è troppo "violenta", se i detergenti utilizzati sono troppo aggressivi. Ma anche se utilizzi prodotti che contengono cera (magari sotto forma di "limonene") che si deposita sulle piastrelle ed altera la visione del colore della fuga. 

Ti propongo due azioni per risolvere:

  • per prima cosa vorrei escludere che si tratti di un deposito di sostanze "sopra" alla fuga, per cui ti chiedo di provare a lavare con il FILA PS 87 seguendo le indicazioni che trovi qui:

https://www.fratellipellizzari.it/blog/pulizia-piastrelle-gres

  • Se dovesse funzionare bene. Nel caso in cui non ottenessi nessun risultato ti consiglio di utilizzare FUGAFRESCA di Mapei che ti permette di ripigmentare le fughe. È un lavoro piuttosto lungo e noioso ma alla fine il risultato sarà perfetto. 

Spero di esserti stato d'aiuto, 

buona giornata! 

 

01/28/2020 - 10:14 - manager

Buongiorno, ho ristrutturato l'appartamento circa 8 anni fa ma è già da qualche anno che ho iniziato a notare che in alcuni punti la fuga è venuta via lasciando lo spazio vuoto tra le mattonelle di gres e in altri punti invece le fughe risultano macchiate. Le chiedo se fugafresca mapei può essere utilizzato anche nel mio caso di punti in cui la fuga si è sgretolata e non solo macchiata.. E chiedo conferma che comunque per uniformità dovrò utilizzarlo su tutte le fughe dell'appartamento. A suo avviso questo prodotto posso utilizzarlo senza dover togliere dappertutto le fughe, come alcuni consigliano? La ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

02/08/2020 - 07:34 - Trausi Simona

Ciao Simona, grazie per la domanda.

no, fugafresca di Mapei lo puoi usare solo se la stuccatura è compatta. Il prodotto si limita a ri-pigmentare omogeneamente la fuga ma non la consolida, nè riempie gli spazi mancanti.  Nel tuo caso è necessario rimuovere la fuga (c’è un attrezzo studiato apposta per facilitare questo compito) e poi ristuccare. 
L’operazione non è semplice e va affidata ad un professionista.

ciao!

02/08/2020 - 08:35 - manager

Salve, nel vostro forum ho letto che esistono prodotti che scuriscono il colore delle fughe. Specialmente quando come nel mio caso risultino troppo chiare una volta asciugate ma perfette Quando bagnate. Leggevo anche a proposito di invecchianti. Confermate che si tratti di una soluzione percorribile o si dovrà necessariamente scegliere un colore di fuga fresca ?
Grazie per i vostri consigli, Roberta

03/04/2020 - 21:26 - Roberta

Buongiorno,
anch'io ho il problema indicato nell'articolo ovvero il posatore ha fatto un bel lavoro ma in alcune zone le fughe sono più chiare mentre altre hanno dei buchetti. Il posatore ha utilizzato Mapei keracolor 113. Secondo lei, visto che poi il colore si è anche rivelato più chiaro di quello desiderato, posso utilizzare Fuga Fresca colore 114 (antracite)? Cosa fare invece per i buchi? Secondo lei riesco a farlo in autonomia? Grazie

03/27/2020 - 11:10 - Alberto

Salve, ho posato nella zona notte del gres a listoni 22/120 color antracite di ottima qualità.
Fughe nere kerakoll.Abbiamo fatto la pulizia professionale con acido specifico e macchina professionale.Puluzia eseguita da personale esperto.Alla fine della pulizia, dopo l'asciugatura del pavimento, tutto era perfetto....nero come velluto.In alcune camere però, non ovunque, col passare di pochi mesi le fughe hanno iniziato a schiarirsi, sembrano grigie... prodotti per la pulizia quotidiana :comuni.Mi domando: perché il cambiamento solo in alcune stanze e non necessariamente le più trafficate?
Come potrei restituire alle fughe il colore originale? Quando lavo il pavimento adoro le fughe bagnate....ma poi si asciugano e schiariscono.Qualcuno mi ha proposto di passare sulle fughe l'olio per il legno...potrebbe funzionare? Grazie

04/10/2020 - 22:01 - Mila

Buongiorno,
Secondo voi la stonalizzazione delle fughe del pavimento (vi assicuro che lo è) può rappresentare un vizio di forma da contestare al venditore? Se si, su 90mq che danno potrei chiedere?

04/12/2020 - 15:39 - Antonio

Buongiorno,abbiamo acquistato casa da poco, scegliendo un pavimento in grès rettificato effetto legno ( rovere chiaro ), è stato però fugato cun uno stucco Mapei n.136 ( FANGO ) e non è proprio l'effetto che speravamo, in quanto il pavimento è chiaro e le fughe sono fin troppo scure. Ci aspettavamo una colorazione delle fughe molto più simile al pavimento ( Mapei 133 Sabbia ). Il prodotto fuga FRESCA MAPEI funziona anche nel caso di dover passare da una tonalità più scura ad una più chiara ? E' un intervento che dura nel tempo, o dopo pochi mesi inizia a togliersi? Non vorrei risolvere il problema adesso per poi trovarmi con le fughe metà colorate e metà no tra qualche mese. Grazie e Buona giornata

04/15/2020 - 13:21 - Mattia

Le domande sono molte e su casi molto specifici. Qui non possiamo dare consulenze specifiche che sarebbero a pagamento e non possiamo fare una consulenza appropriata senza almeno un sopralluogo sul posto per visionare i problemi sulle fughe che vengono qui esposti. 
Il consiglio generale è sempre quello di utilizzare Fugafresca che risolve moltissime delle situazioni prospettate nel caso in cui vogliate cambiare il colore della fuga che prima va “riparata”, ristuccando i punti dove manca lo stucco. 
Certamente è meglio se lo fate fare ad un professionista. 
 

04/18/2020 - 16:16 - manager

Salve
È stata posata sul pavimento fuga 130 Jasmine
Dopo circa sei mesi le fughe appaiono alcune scure tendenti al marrone mentre altre hanno mantenuto il loro colore originale
Cosa può essere successo ?
Grazie

04/19/2020 - 16:40 - Giovanna Talarico

Ciao Giovanna,

se nei primi mesi la stuccatura era del colore giusto, significa che è avvenuto qualcosa successivamente che l’ha rovinata. Potrebbe essere stato un lavaggio con prodotti troppo aggressivo che hanno dilavato gli ossidi coloranti nella fuga. Ma potrebbe anche essere una risalita di umidità capillare (non scrivi se siamo all’interno o all’esterno) che ha modificato il colore della fuga. Bisognerebbe poter vedere dal vivo il problema. Pensa che in un terrazzo ci hanno chiamato perché  le fughe si sono annerite a chiazze, abbiamo scoperto che non era stata messa la barriera al vapore ed era risalito in superficie il catrame della guaina bituminosa posta sotto al massetto e non isolata dalla barriera.
Insomma le cause possono essere davvero svariate.

grazie, ciao!

05/03/2020 - 10:49 - manager

Salve abbiamo stuccato il pavimento con uno stucco keracolor color tortora uguale al pavimento ma il risultato non è venuto come desiderato (chiaro ed uniforme) esiste anche della stessa marca lo stesso prodotto?
Come viene più scuro?

05/04/2020 - 17:21 - Verusca

Ciao Verusca, 

Keracolor è la denominazione usata da Mapei per una delle sue linee di stucchi per piastrelle. Ti confermo che SI, esiste anche il fugafresca color tortora per cui puoi ripassare le fughe ed ottenere l'uniformità che ti aspettavi. 

ciao!

05/04/2020 - 17:33 - manager

Buonasera, scusate la domanda magari banale che vi faccio da non esperto,volevo sapere se è possibile rovinare le stuccature del pavimento semplicemente lavando con acqua, stracci e classico scopettone in setole?nel senso che ce il rischio che le stuccature di possono rompere/sollevare?la domanda è piu che altro per capire se ci vogliono particolari accortezze per evitarlo.grazie tanto

05/17/2020 - 20:09 - Fabio

Ciao Fabio, 

se la stuccatura (immagino sia una normale stuccatura cementizia) delle piastrelle è stata correttamente eseguita puoi assolutamente lavarla, come scrivi, con acqua straccio e scopettone senza nessun problema. Anche l'utilizzo dei normali detergenti non da problemi, con l'unica accortezza di non usare detergenti che contengono cera che finirebbe per accumularsi creando uno strato oleoso sul pavimento. 

Un'altra accortezza è quella di utilizzare con estrema cautela i detergenti acidi (quelli che si usano, ad esempio, per togliere lo sporco di cantiere) perché se lasciati sul pavimento potrebbero deteriorare la stuccatura cementizia. 

grazie per la domanda, ciao!

 

05/19/2020 - 16:34 - manager

Buongiorno,ho un pavimento in gres fugato 8mm con bordo irregolare,la fuga cementizia in origine grigio perla dopo anni si è scurita tantissimo soprattutto nelle zone di maggior passaggio e ormai è una cosa che non riesco più a guardare,il pavimento a causa delle fughe scure sembra sempre sporco e invecchia l'ambiente!Posso usare il fuga fresca della mapei per risolvere?credo che forse vista la larghezza della fuga mi converrebbe provare il barattolo e andare di pennellino,provo o rischio di fare un macello e peggiorare ulteriormente la situazione?
Grazie per una risposta.

05/27/2020 - 12:17 - Paola

Ciao Paola, 

se, come scrivi, non è scuro a causa di sporcizia depositata ma per lo scolorimento della fuga, si può certamente ripristinare con FugaFresca di Mapei che andrà a ripigmentare la fuga. La fuga più larga non è un ostacolo per il lavoro, anzi, vedrai che sarà più semplice di quello che prevedi.

ciao!

 

05/27/2020 - 13:06 - manager

Salve, il mio pavimento e quindi la stuccatura risale a 2 anni fa, se non ricordo male abbiamo utilizzato il mapei ff110 quindi un colore chiaro, a distanza del tempo il colore si è scurito(a tratti sembra come bagnato) addirittura in alcuni punti sembra come sporco(grigino scuro) è normale che con il tempo tende a scurirsi?
Vi ringrazio

05/28/2020 - 23:08 - Emanuele

Ciao Emanuele, 

si, è normale che nel tempo la fuga tenda a scurirsi: il semplice lavaggio quotidiano del pavimento dilava i pigmenti coloranti della fuga che diventa del normale colore del cemento, quindi grigio scuro. Questo accade sia per i colori chiari che per i colori scuri e generalmente avviene "a chiazze", in alcune zone è più evidente in altre meno evidente. 

grazie, ciao!

06/03/2020 - 17:19 - manager

Vi ringrazio molto per la risposta precedente, siete veramente professionali e molto preparati...visto che mi ispirate molta fiducia :-) approfitto ancora per farvi qualche domanda:

1)pulisco le fughe con detergente e un semplice spazzolino da denti, dato che si puliscono molto bene posso continuare senza problemi?
2)puo la scopa elettrica danneggiare le stuccature cementizie visto che con le sue ruote gommate ci passo sopra quotidianamente?
3)la scopa a vapore puo danneggiare piastrelle e stuccature con il suo calore elevato?
Grazie per la vostra disponibilità e pazienza!!

06/08/2020 - 11:11 - Emanuele

BUONGIORNO,DA POCHI ANNI MI ANNO PAVIMENTATO UN TERRAZZO DI 80METRI QUADRI, MA DA SUBITO TRA LE FUGHE SI SONO FORMATE BOLLE DI ACQUA IN SALSEDINE COME POSSO PREVENIRE GRAZIE.

06/16/2020 - 12:19 - pasquale

Ciao Emanuele, 

le fughe cementizie, se realizzate correttamente, non corrono rischi né con lo spazzolino da denti, né con la scopa elettrica, né con quella a vapore. 

grazie a te per le domande! 
ciao!

06/17/2020 - 10:24 - manager

Buonasera. Mi sono imbattuta in questo interessante blog cercando opinioni sullo stucco epossidico. Devo posare un pavimento in gres effetto cemento beige di formato 80*80 in tutta la casa. Mi piacerebbe che le fughe non cambiassero colore nel tempo e ho pensato allo stucco epossidico, che però non piace all'impresa edile perché più difficile da posare. Me lo consigliate?

09/02/2020 - 17:59 - Anna Mattei

Salve,
abbiamo ristrutturato casa e abbiamo fatto posare un listone gres finto legno color cuoio nelle camere da letto. per le fughe abbiamo scelto lo stucco mapei che dal campione era perfetto per il colore delle piastrelle.
A posa finita però una volta asciugato le fughe sono diventate molto chiare e in alcuni punti le piastrelle molto venate (per avere un effetto legno più realistico) si sono opacizzate diventando più chiare e presentando delle macchie.
Di sicuro le macchie sono dovute all'eccesso di stucco non pulito bene dopo la posa infatti hanno lo stesso colore delle fughe schiarite.
Il posatore dice che lui ha fatto tutto a regola d'arte e che i problemi sono dovut allo stucco che cambia colore (Mapei testa di moro) e al gres poroso (ceramiche CISA).
Interpellata la ditta di ceramica a sua volta ha detto che il problema è stato dovuto alla non sufficiente pulizia dello stucco dopo la posa.
La mia domanda è , oltre a sapere il vostro parere su quando descritto, possibile che lo stucco Mapei cambi cosi tanto colore rispetto al campione dopo i lavaggi successivi alla posa oppure il posatore doveva passare un fissativo per proteggere il pigmento?
Problema simile con il paraschizzi della cucina dove lo stucco Mapei argento rimane unto con gli schizzi di olio quando si frigge.
Aspetto vostro autorevole parere

09/12/2020 - 12:38 - luciano

Ciao Anna, 

comprensibile che l'impresa, se non ha mai stuccato un pavimento con lo stucco epossidico, sia spaventata. Effettivamente è molto, molto più complesso che stuccare con il normale stucco cementizio ed anche il costo è più elevato, ma il risultato finale vale assolutamente la pena. 

ciao!

 

09/28/2020 - 18:47 - manager

Ciao Luciano, 

1. al termine della posa va effettuata una pulizia "straordinaria" per rimuoverei residui di cantiere tra cui anche eventuali eccessi di stucco. Dato che sono stati utilizzati stucchi di Mapei è consigliato l'utilizzo di Keranet Mapei seguendo le istruzioni contenute nel flacone. Questa pulizia, secondo la prassi del settore, non spetta al posatore ma al cliente finale che - una volta ultimata la posa di cartongessi e fatte le tinte, provvede in autonomia alla pulizia del pavimento. 

2. se dopo la pulizia il colore delle fughe rimane "più chiaro" rispetto a quello scelto il problema potrebbe essere uno di quelli spiegati nell'articolo ed occorre ri-pigmentare le fughe con Mapei Fuga Fresca

3. Il fatto che le fughe assorbano olio o acqua è normale in quanto, nel tuo caso, si tratta di stuccatura cementizia. Per evitare questo problema occorre stuccare con stucco epossidico. In questo caso la fuga diventa non-assorbente. Questo tipo di stuccatura è particolarmente indicato proprio nella zona del rivestimento della cucina di fronte ai fornelli per conservare nel tempo la bellezza delle fughe. Ma costa molto di più.

Ciao!

10/05/2020 - 15:24 - manager

Salve, vista La su disponibilità vorrei sottoporle un quesito.
Nel mese di luglio u.s. ha fatto pavimentare parte del giardino della casa a mare (temperatura diurna 32/34°).
Per la posa delle piastrelle è stato utilizzato l'adesivo "Bioflex", mentre per la stuccatura delle stesse è stata utilizzata la resina cemento "Fugabella Color".
A distanza di 7/8 giorni dal completamento del lavoro buona parte delle fughe si è scurita ed in alcuni punti è affiorato del materiale colloso giallastro (simile al mastice Bostik).
Dopo ripetuti lavaggi, con normali detergenti, la parte collosa è scomparsa ma le fughe sono rimaste scure con la comparsa di macchie biancastre.
Nel ringraziarLa per il suo autorevole parere, le invio distinti saluti.

10/12/2020 - 17:29 - Francesco Giofrè

Buongiorno,
Sono alla disperata ricerca di un consiglio e per caso ho trovato questo interessantissimo Blog. Due anni fa abbiamo ristrutturato casa e per i pavimenti abbiamo scelto un gres effetto legno fugato con Ultracolor plus 137 Mapei. Ovviamente fatto da un professionista. A distanza di un anno ci siamo accorti che le fughe si erano scurite parecchio e nel lavarle x bene con la vaporella ci siamo resi conto che si toglievano. ...cioè si sfarinavano proprio ahimè anche solo passandole con un banalissimo stuzzicadenti. Rivenditore e tecnico Mapei sono venuti personalmente a controllare e appurato che non era normale si è deciso di svuotarle e ristuccarle di nuovo. Il lavoro è stato fatto in questi gg scegliendo lo stesso tipo di prodotto di allora. La mia domanda è : dopo quanto tempo dalla posa dovrei constatare che le fughe non mi facciano lo stesso scherzo? Ed inoltre, che prodotto è meglio scegliere come prima pulizia post -posa? Grazie per disponibilità e professionalità.

10/16/2020 - 09:10 - Alessia

Ciao Francesco, 

la stuccatura è una delle fasi più delicate ed a rischio della posa delle piastrelle. Anche a noi succede, ogni tanto, di sbagliare. Purtroppo sono molti i fattori che vanno ad influire nel risultato finale e, specie con lo stucco cementizio, la "perfezione" che il cliente si aspetta non coincide con la realtà.
Se il pavimento è stato realizzato "fai da te" o acquistando da tizio e facendo posare da caio, temo che il problema non abbia soluzione. Se, come spero, tu hai sottoscritto un contratto di appalto per la fornitura e posa del tuo pavimento, sicuramente puoi coinvolgere il tuo fornitore e (con le buone o con le cattive) trovare, assieme, la giusta soluzione per il tuo pavimento. 

Ciao!

10/21/2020 - 15:40 - manager

Buongiorno, grazie per il suo articolo! Sembra davvero dare risposta al problema che sto avendo in casa mia. Sto facendo una ristrutturazione in casa e il posatore mi ha applicato sul nuovo pavimento posato nei patii esterni il KERAKOL FF Beige 2000 n°132 della Mapei. Dopo aver atteso i giorni di asciugatura e con temperatura normale (nè tropppo freddo nè troppo caldo) adesso le fughe sono tutte diverse. In alcune zone sono chiare , come vorrei rimanessero e da altre parti sono diventate praticamente marrone scuro. Un effetto davvero orribile. La ditta mi dice che si è posata polvere e di raschiare con una retina e usare varichina per sbiancare, ma credo che siano loro a dover risolvere questo problema. Davvero la superficie è abbastanza estesa e soprattutto sono spaventata perchè ho ancora un enorme piazzale da pavimentare e sto pensando di fargli cambiare materiale e/o colore. Vorrei se posso inviarLE delle foto anche per farLE vedere meglio di cosa parlo. Potrebbe gentilemente dirmi se il prodotto che suggerisce Fughe Fresche (Mapei) davvero può aiutarmi, cosi lo suggerisco all'impresa (che mi sembra assurdo non conosca). Grazie mille in anticipo. Laura

10/30/2020 - 09:00 - Laura

Ciao Laura, 

bisogna capire se si tratta di sporco di cantiere (ci scrivi che ti hanno detto che "si è posata polvere"), in quel caso va fatta una pulizia ma NON con varichina, bensì utilizzando i prodotti specifici consigliati dai produttori di stucco: deltaplus se Kerakoll, Keranet se Mapei. Dato che questa operazione va COMUNQUE fatta, le consiglio di fare prima questo tentativo. Se la stonalizzazione delle fughe permane - cioè se ci sono ancora delle chiazze chiare ed altre scure su diverse porzioni di pavimento - in quel caso bisogna intervenire con Fugafresca. 
Se vuole mandarmi le foto, potrebbero essere utili per capire meglio, me le mandi sia a campo largo sia fatte da vicino, nel dettaglio. 

grazie

11/06/2020 - 14:34 - manager

Salve io ho un pavimento in gress porcellanato effetto legno, ho un problema con le fughe ,dopo una settimana che cammino in casa la fuga in alcuni punti viene via,come se si scavate addirittura anche l aspirapolvere la tira via e mi lascia un vuoto. Da cosa è dovuto?

03/21/2021 - 15:54 - Graziella

Ciao Graziella,

le cause possono essere molte, in ogni caso la stuccatura dovrà essere tolta e rifatta.

ciao!

03/26/2021 - 16:42 - michele

Salve ho appena ristrutturato la casa, e ho scelto un pavimento gres porcellanato effetto legno bianco rettificato. Le fughe sono state trattate con prodotti specifici per pulizia dopo cantiere avendo fatto successivamente cartongesso e pittura e ripristino di stucco in alcune zone. Specifico che il pavimento era coperto da cartoni che anche se sono stati spostati non c'è stato un contatto diretto con stucco ecc...
Ora la fuga in alcune parti è più scura e in alcune parti anche più chiara quindi 3 tonalità diverse, posso utilizzare mapei fuga fresca per uniformare le fughe? E volevo sapere quanto può durare il trattamento con questo prodotto?

04/11/2021 - 23:47 - Mariangela

Ciao Mariangela,

si, puoi utilizzare fugafresca. L'utilizzo dipende dalla frequenza e dall'aggressività dei prodotti con cui lavi il pavimento, ma sicuramente molti anni.
Ciao!

04/12/2021 - 18:12 - michele

Salve. Abbiamo scelto un pavimento in gres porcellanato di Marazzi color miele. Fughe delle stesso colore, fugabella kerakoll.
Il problema è che appena dopo il trattamento con acido tamponato (ma già con una piccola passata di acqua e straccio succedeva), ha cominciato a togliersi la fuga lasciando anche dei buchi abbastanza profondi.
Le fughe si toglievano come fosse polvere. Abbiamo fatto rifare il trattamento e ora vogliono il compenso dicendo che abbiamo passato un prodotto non ideoneo(l'acido tamponato).
Siamo un po' perplessi perché da quello che abbiamo letto, per togliere i residui post posa è l'ideale.
Potrebbe darci delucidazioni? Grazie!
Anna

06/26/2021 - 18:16 - Anna

Salve da circa un anno ho pavimentato uno spazio all aperto con gres,e dalle fughe esce una sostanza oleosa mista a salnitro. La stratificazione è così stata fatta: soletta, guaina massetto (circa5cm) con rete, colla e piastrella. Una parte è priva di guaina, ma il problema persiste. Solo da un lato casa l ultimo ad essere stato pavimentato è privo da difetti. Cosa posso fare, grazie

06/29/2021 - 08:02 - Juri

Ciao Anna,

credo tu abbia utilizzato Deltaplus, il detergente acido di Kerakoll, dal momento che la stuccatura è stata fatta utilizzando stucchi della stessa azienda (ipotizzo il tradizionale stucco cementizio). Si tratta di capire se hai seguito bene le istruzioni, in modo particolare se hai rispettato i tempi di azione da scheda tecnica Deltaplus senza lasciare agire per troppo tempo l'acido sulle fughe.
Come scrivi tu il detergente acido è perfetto per la pulizia dei pavimenti post-posa ma richiede attenzione nell'utilizzo non tanto per le piastrelle, che generalmente non subiscono danni anche da utilizzi errati, ma per le fughe. Tempi di posa eccessivi prima del risciacquo possono portare a danni come quelli che descrivi.

grazie, ciao!

06/29/2021 - 09:44 - michele

Ciao Juri,

il problema che segnali è dovuto ad un errore nella progettazione della stratigrafia del pavimento.
Il massetto non va appoggiato direttamente sulla guaina bituminosa ma va prima posta una barriera al vapore che, in questo caso, ha non solo la funzione di desolidarizzare il massetto ma anche quello di evitare la risalita in superficie dei componenti bituminosi della guaina.

Inoltre la tua stratigrafia ha un altro errore piuttosto importante: manca la membrana di protezione del massetto. Guardati questo nostro articolo:

https://www.fratellipellizzari.it/blog/impermeabilizzare-marciapiede

Grazie per averci scritto, ciao!

 

06/29/2021 - 10:04 - michele

Lascia un tuo commento

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Ti racconto quali piastrelle sono state posate in questa pizzeria e i perchè della scelta. In fondo all'articolo la gallery con tutte le foto del risultato finale!

  • Yasmine e Andrea tornano a trovare Jessica e Samuele, una giovane e frizzante coppia che si è affidata a noi per la realizzazione dei pavimenti e dei due bagni della loro nuova casa a Verona. Scopri insieme alla narrazione di Yasmine la loro casa da sogno!

  • A Greta piace la carta da parati, è innegabile! La inserisce in molti suoi progetti e la propone molto spesso ai suoi clienti che solitamente sono altrettanto entusiasti di scegliere il decoro perfetto per il loro bagno.