Scala per interni di casa

"Il mondo è fatto a scale,
chi le scende e chi le sale"


(Proverbio)

La scala interna di casa

Progettare il movimento verticale all'interno o all'esterno della casa richiede attenzione: il rischio di inciampare e lo sforzo di salire e di scendere devono essere ridotti al minimo. Così come il pericolo di battere la testa, che ci impone di considerare con attenzione la distanza tra i vari gradini ed il soffitto. 

Va anche considerato che, in genere, le scale hanno un impatto estetico importante sull'abitazione e pertanto devono essere studiati con attenzione le forme ed i materiali che si andranno ad utilizzare. Specie nei casi in cui si scelga di realizzare una scala è a vista, questa diventa uno dei protagonisti importanti della casa. 

Per questo motivo abbiamo raccolto informazioni e fotografie per consentirti di decidere come fare la scala di casa. 

Scala marmo moderna a Vicenza

 

Scala in marmo chiaro a Vicenza

 

Scala marmo bianco a Vicenza

 

 

La scala: classificazioni

Le SCALE sono quegli elementi architettonici che servono a collegare piani a differenti livelli mediante gradini o scalini sia all’interno di costruzioni come all’esterno.

Le scale possono essere distinte e classificate in uno dei seguenti modi:
► dall’ubicazione,
► dalla forma planimetrica,
► dal numero delle rampe,
► dal senso del percorso,
► dalla forma di gradini,
► dal materiale con cui sono costruite,
► dal sistema costruttivo,
► dalla destinazione,
► dalle caratteristiche regolamentari e normative.

In base alla combinazione di questi elementi esistono moltissimi tipi di scale che esaminiamo in questo articolo:

>>> I diversi tipi di scale >>>

 

La scala: definizioni

Le scale sono costituite da vari elementi e precisamente da gradini (o scalini o gradi o scaglioni) in cui si distinguono diversi elementi come:
⇒ l’alzata o fronte del gradino: dividono l'altezza del dislivello da superare in piccoli incrementi che le gambe possono superare comodamente salendo e scendendo e
⇒ la pedata o piano del gradino: è la misura in proiezione orizzontale fra due gradini successivi ed offrono un punto di appoggio piano e sicuro al piede. 

Di una scala occorre conoscere:
⇒ la larghezza che è la effettiva misura del gradino, solitamente di circa un metro per una scala di dimensioni normali. Di più per una scala importante. Di 80 centimetri o meno per una scala secondaria. 
⇒ la profondità del gradino: è lo spazio utile per appoggiare il piede. Circa 30/35 centimetri in una scala di medie dimensioni. 

Ma occorre sapere anche le denominazioni degli altri elementi, come:  
⇒  la testa che è la parte del gradino che si affaccia sul pozzo della scale; 
⇒ lo spigolo (o bordino o tondino o cordone) è la parte che unisce pedata ed alzata. Può essere arrotondata, squadrata, sporgente... Talvolta può essere munita di para-gradino il materiale antiscivolo come gomma, materia plastica o fresature o rilievi nel gradino stesso.

 

Gli svantaggi della scala

Il principale svantaggio della scala è che non possono accogliere persone con diversi tipi di invalidità fisiche (al loro posto devono essere installati ascensori o rampe). 
A questo si aggiunga che:
- diventano faticose dopo che si è andati su o giù per qualche piano;
- una caduta può essere rovinosa a causa dei bordi dei gradini
Il pericolo di cadere e la possibilità di affaticamento sono ridotte al minimo se le proporzioni dei gradini sono comode e nello stesso tempo uniformi in tutta la scalinata.  
A tutti è capitato di imbattersi in scale scomode, troppo ripide o scalini troppo bassi che ci costringono ad un'andatura affettata (ci fa sentire quasi ridicoli). 
Questo tema lo affronteremo nell'articolo:

>>> Come si calcola pedata e alzata di una scala >>>

Approfondimenti

Faq

Quali materiali per la scala interna?

Scala interna in Porfido