Le piastrelle ceramiche: statistiche del settore

25/10/2018

Quantità prodotte, fatturato e paesi protagonisti del settore delle piastrelle in ceramica.

Argomento Wiki
Pavimenti in ceramica

Produzione di piastrelle in Italia  

Nelle tabelle che seguono mettiamo a confronto le varie tipologie di pavimenti e rivestimenti e la loro diffusione in Italia.

Come si evince dalla prima tabella la piastrella in ceramica è ancora il materiale più utilizzato per la pavimentazione in Italia, con una percentuale che, nel 2014 sfiora il 60%. In Italia ne vengono posati 79 milioni di metri quadrati. 
 

statistica pavimenti in italia

 

A questi bisogna aggiungere i rivestimenti, altri 16 milioni di metri quadrati. Anche i rivestimenti vedono la ceramica al primo posto seppure incalzati, più da vicino, da altri prodotti come le carte da parati ed i materiali lapidei. 

 

Mercato dei rivestimenti in Italia

 

Quante piastrelle nel mondo? 

Nel mondo la produzione complessiva di piastrelle in ceramica raggiunge cifre difficili anche da immaginare.  L'intera comunità europea produce 1218 milioni di metri quadrati con i due rivali storici, Italia e Spagna, a contendersi il primato quantitativo.  

Ma dove la produzione ha raggiunto numeri impressionanti è in Asia con oltre 8.000 milioni di metri quadrati. Qui domina la Cina con i suoi mega impianti produttivi, molti dei quali progettati e realizzati da tecnici italiani che lavorano per il settore meccano-ceramico del quale essere orgogliosi, dato che è il primo al mondo. 

 

Produzione di piastrelle nel mondo

Piastrelle di ceramica: statistiche

A giugno 2018 sono state pubblicate le statistiche 2017 del settore Italiano delle piastrelle di ceramica da parte di Confindustria Ceramica. Sono 145 le aziende produttrici che occupano 19.515 addetti.

La produzione totale, che nel corso del 2016 aveva raggiunto i 416 milioni di metri quadrati di piastrelle, nel 2017 ha superato i 422 milioni per un fatturato complessivo di 5,5 miliardi di euro.

Produzione e fatturato risultano in crescita negli ultimi tre anni e, dato interessante, nel 2017 il settore ha uguagliato il fatturato del 2008, ultimo anno positivo prima della lunga crisi dell'edilizia, ancora non superata del tutto.

Dati 2017 industria delle piastrelle italiane

I principali produttori di piastrelle italiani

I principali gruppi produttivi sono, in ordine di fatturato:
► Marazzi che, assieme alle altre aziende del  gruppo Mohawk Industries ha fatturato
nel 2016: 3.175.000.000 €
nel 2017: 3.405.000.000 € 

► Atlas Concorde
nel 2016 726.900.000 €
nel 2017   [dato ancora non pubblico]

►  Gruppo Iris
nel 2016 530.000.000 €
nel 2017 590.000.000 € 

►  Gruppo Florim
nel 2016  406.800.000 €
nel 2017  424.800.000 € 

►  Panariagroup
nel 2016 377.000.000 €
nel 2017 384.600.000 € 

► Casalgrande Padana
nel 2016 278.400.000 €
nel 2017 265.100.000 € 

►  Cooperativa Ceramica Imola
nel 2016 248.000.000 €
nel 2017 244.800.000

► Gruppo Faetano Del Conca
nel 2016 163.800.000 €
nel 2017 168.500.000 € 

I vari gruppi hanno al loro interno numerosi brand frutto di acquisizioni di aziende nel tempo o di politiche di differenziazione commerciale volte a consentire la distribuzione verso canali differenti. Vediamo nella tabella qui di seguito, per ognuno dei principali gruppi citati, i relativi Brand.

 

Nome del Gruppo Brand
Marazzi Group Marazzi, Ragno, Dal Tile, American Olean, Kerama Marazzi
Gruppo Concorde Atlas Concorde, Keope, Supergres, Mirage, Ceasar, Marca Corona, Refin
Iris Ceramiche Iris, Fiandre, FMG, Ariostea, Eiffelgres, Porcelaingres, Stonepeak....
Florim Floor Gres, Rex, Cerim, CasadolceCasa, Casamood, Florimstone
Panariagroup Panaria, Lea, Cotto d'este, Fiordo, Blustyle 
Casalgrande Padana Casalgrandepadana, Nuova Riwal
Imolagroup Cooperativa ceramica d'Imola, La Faenza, Leonardo Ceramica
Emilceramica Emilceramica, Egone, Provenza, Viva
Ricchetti group Ceramiche Ricchetti, Cisa, Cerdisa
Faetano Del Conca Ceramica del Conca, Ceramica Faetano, Pastorelli, Del Conca Usa

 

Il fatturato totale 2016 dei produttori di piastrelle italiani, come detto, raggiunge i 5,4 miliardi di euro, un valore molto vicino ai 5,5 miliardi del 2008, prima della crisi dell'edilizia, valore raggiunto nel 2017.

Molto positivo è l'andamento degli investimenti in macchinari e tecnologie che nel settore raggiungono il 7,4% del bilancio annuale: valore che esprime fiducia nel futuro. I produttori si stanno dotando delle nuove tecnologie di stampa digitale su piastrelle e di impianti per produrre grandi lastre, anche grazie agli incentivi fiscali di industria 4.0. 

 

Piastrelle: export da record

Il dato più eclatante per il settore italiano viene dall'esportazione che fa segnare numeri da record:
► nel 2016 ben 331 milioni di metri di piastrelle sono andati all'estero su 416 milioni di metri prodotti con una crescita di circa il 5% rispetto all'anno precedente;
► nel 2017 circa 340 milioni di metri quadrati sono andati all'estero mentre "solo" 83,7 milioni sono rimasti in Italia, per il mercato domestico. 

Questo significa che le esportazioni del settore delle piastrelle in ceramica italiane supera l'incredibile percentuale dell' 80% di esportazioni. 

Le performance migliori si sono registrate negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, in Germania e in Francia.

 

Piastrelle: statistiche 2017 e previsioni 2018

Nella tabella che segue vediamo i risultati del 2017.
Un primo dato interessante è il consumo di piastrelle in Italia: 106 milioni di metri quadrati di cui 83,7 prodotti in Italia, 22,3 importati.
Il cliente, quindi, compera in un caso su 5 piastrelle di importazione.
 
Per fortuna ci pensa l'estero ad assorbire circa l'80% della produzione totale del distretto ceramico italiano: su 426 milioni di metri prodotti ben 340 vanno oltre frontiera. 
I nostri principali clienti sono i paesi dell'Europa del Nord e gli Stati Uniti. Negli Stati Uniti esportare è diventato più difficile a causa delle politiche del presidente Trump che vuole favorire le imprese poste sul territorio americano.

Statistiche piastrelle in Italia 2017

 

Le piastrelle: quante sono e quali i paesi che ne usano di più

Il consumo annuo stimato di piastrelle nel mondo e di 13.101.000.000 di metri quadrati. 
Una quantità difficile da immaginare, per cui proviamo a fare degli esempi:
- potremmo usarle per pavimentare circa 2 milioni di campi da calcio
- oppure potremmo fare una striscia di un metro e circondare l'intero pianeta terra a livello dell'equatore... ma non per una sola volta, bensì per 330 volte! 
- mettendole una dopo l'altra, tenendo sempre un metro di larghezza, potremmo andare dalla terra alla luna... 34 volte! 
- oppure potremmo pavimentare tutta la regione del trentino Alto Adige che è esattamente grande 13.000 milioni di metri quadrati (al momento la produzione annuale non basta per piastrellare il Veneto, perchè è 18.000 milioni di metri quadrati). 

Il più grande consumatore di piastrelle sono i paesi asiatici che utilizzano più di 8.000 milioni di piastrelle all'anno. 
 

Statistiche piastrelle consumo mondo

 

 

 

Michele Pellizzari - Fratelli Pellizzari

Specializzazione: Pavimentazioni tecniche, facciate ventilate, pavimenti sopraelevati, grandi cantieri.

Michele ha passato l’infanzia a Tezze di Arzignano ed ora abita ad Arzignano.

Commenti

Molto interessante . . . complimenti per la ricerca fatta :-)

25/07/2018 - Stefano

Grazie Stefano!

25/07/2018 - manager

Lascia un tuo commento

I tuoi dati saranno mantenuti privati e non saranno mai mostrati pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti (dettagli). I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere alle richieste degli utenti. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido.
Selezionando questa casella autorizzo Fratelli Pellizzari S.P.A. ad utilizzare i dati inseriti per il successivo invio di comunicazioni commerciali e di marketing.

Forse ti potrebbe interessare...

  • Pavimenti e rivestimenti: il bagno del ristorante

    Il ruolo del bagno, in un ristorante, non è affatto secondario. Sono molti quelli che affermano di "valutare la qualità di un locale pubblico osservandone i bagni". In questo articolo affronteremo questo tema, dedicando particolare attenzione alle piastrelle da utilizzare cercando di rispondere alla domanda: con che criterio si scelgono i pavimenti ed i rivestimenti del bagno di un locale pubblico ? 

  • legno di frassino parquet Veneto

    Grazie alla colorazione chiara, il legno del Frassino rende il tuo pavimento in parquet raffinato, semplice e luminoso. Venature femminili attraversano la doga conferendo delicatezza e sensualità.

  • gres porcellanato smaltato negozio pavimenti Vicenza

    Un prodotto, il grès,  nato per NON essere smaltato, è stato smaltato ed è stato un successo. Il mercato ne ha determinato la diffusione infischiandosene delle proteste dei puristi. Il recente avvento delle tecniche di lappatura e decorazione digitale ne ha consacrato l'assoluto primato commerciale. 

  • rivestimento doccia grandi lastre bagno gres porcellanato negozio Vicenza Verona

    In questi articolo vi parlerò di uno dei rivestimenti doccia più richiesti, e più belli: le grandi lastre. Foto di progetti e risposte alle domande più frequenti!